Strega goditi la festa ma presto bisognerà sistemare i primi tasselli

339

Giorni di festa a Benevento. Legittimi vista l’importanza del traguardo raggiunto. Presto, però, bisognerà smaltire la sbornia e iniziare a pensare al domani. La serie A richiede impegni, sforzi e sacrifici ancora maggiori e dunque bisognerà tornare a rimboccarsi le maniche per non correre il rischio di pagare lo scotto del grande salto e del noviziato.

Il primo tassello da sistemare sarà quello relativo all’allenatore. Marco Baroni è legato al Benevento fino al 2018, sotto questo aspetto pertanto non ci sarebbero dubbi. Il tecnico fiorentino si è meritato la riconferma sul campo ma oggi come oggi un contratto nel calcio lascia il tempo che trova. Già durante i play off erano iniziate a circolare le prime voci. Sirene dalla serie A e soprattutto dalle big di B che avrebbero potuto distrarre l’allenatore giallorosso. Baroni si è invece comportato da professionista, si è tenuto tutto dentro ed è andato dritto per la sua strada. Quello ottenuto giovedì scorso, del resto, è stato il primo vero successo alla guida di una formazione professionistica. Un obiettivo troppo importante per lasciarselo sfuggire.

Se i presupposti per proseguire insieme sembrerebbero esserci, qualche dubbio lo alimentano le dichiarazioni post Carpi dello stesso tecnico e l’aura di freddezza palesata quest’oggi dallo stesso Baroni all’incontro con il sindaco Mastella tenutosi a Palazzo Paolo V. Solo poche parole condite da tanti ringraziamenti ai ragazzi per aver compiuto un’impresa straordinaria. Alla mente balzano inevitabilmente i dubbi sulla propria permanenza nel Sannio resi pubblici dopo la conquista della serie A. La speranza è che si tratti solo di un momento di riflessione, lo stesso che aveva accompagnato l’approdo di Baroni al Benevento. Contattato dalla società l’estate scorsa, il fiorentino si prese alcuni giorni di tempo per valutare se accettare o meno l’offerta. Adesso sul banco potrebbe anche esserci un prolungamento fino al 2019 ma decisivi potrebbero essere i programmi del sodalizio di via Santa Colomba.

Bisognerà fare in fretta perchè il tempo non gioca a favore di nessuno. Se il Benevento dovrà recuperare il tempo perduto per disputare i play off, Baroni rischierebbe invece di trovare tutte le panchine occupate. Il Sassuolo sta virando su Bucchi, il Perugia è andato su Giunti, rimangono Palermo e Bari. I siciliani sembrerebbero essere i più interessati ma intanto non perdono di vista Iachini, mentre i pugliesi valutano diversi profili tra i quali sembrerebbe emergere quello di Longo. La soluzione potrebbe allora essere una, Benevento e Baroni ancora insieme in quella serie A conquistata e meritata sul campo.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.