Situazione insostenibile: Cagnale e il Tre Pini si dicono addio

322

Una situazione diventata di colpo insostenibile nonostante una classifica di tutto rispetto, con la squadra staccata di sole quattro lunghezze dalla capolista Isernia. In casa Tre Pini è invece scoppiata definitivamente la bomba dopo gli ultimi episodi che avevano portato all’addio di diversi giocatori. L’impossibilità di proseguire lungo la strada tracciata in estate e l’assenza di una società, incapace di prendere posizione in un momento topico e delicato della stagione, hanno infatti convinto Alessandro Cagnale a dire addio alla formazione molisana, impegnata nel campionato di Eccellenza.

Cagnale al Tre Pini Piedimonte MateseLa goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata versata nell’ultimo match di Coppa Italia. Nonostante la vittoria di misura sull’Isernia, l’allenatore beneventano è stato costretto a presentare una distinta composta da sole undici persone, con l’aggiunta del secondo portiere Silvano Romagnini, ex Torrecuso e sulla carta preparatore.

Difficile, in questi termini, pensare a una squadra capace di raggiungere l’obiettivo prefissato al momento della scelta di Cagnale. E allora a scegliere è stato proprio l’allenatore, il quale ha provato a tenere duro con la speranza di arrivare alla riapertura del calciomercato per colmare le lacune venutesi improvvisamente a creare. Nei giorni scorsi, infatti, il capitano Di Matteo e altri quattro calciatori avevano deciso di abbandonare la nave, chiudendo con largo anticipo la loro avventura col Tre Pini.

E’ stato l’inizio della fine. Cagnale ha meditato sulla decisione da prendere e davanti alla mancanza di certezze ha preferito fare un passo indietro e dunque non guiderà la squadra nella prossima trasferta di Venafro. Restano in rosa, invece, i due sanniti Giuseppe Zotti e Giulio Fusco ma, a questo punto, per entrambi è ipotizzabile un ritorno all’ombra della Dormiente alla riapertura dei termini di trasferimento. Un ritorno auspicato probabilmente dallo stesso tecnico che non avrebbe particolari vincoli per intraprendere una nuova avventura.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.