Ranocchia: Non potete capire quanto sono importanti questi 3 punti col Benevento

71

Inter Benevento è stata definitivamente chiusa in favore dei nerazzurri grazie al 2-0 siglato da Andrea Ranocchia, stasera anche con la fascia di capitano al braccio, uno dei protagonisti della partita non solo per la rete su colpo di testa, ma anche per il fallo da rigore non dato ai giallorossi su una incursione di Cataldi. Vediamo quali sono state le sue dichiarazioni a caldo, al termine della partita, ai microfoni di Sky Sport.

beneventoI vostri due gol sono un risarcimento per l’autogol fantozziano di Marassi (Genoa – Inter 2-0 NdR)?
Assolutamente sì, al di là del gol sono contentissimo veramente per la vittoria, vittoria che ci sblocca perché era veramente difficile affrontare una partita così, ed era importantissimo fare questi tre punti prima delle prossime tre partite (Milan, Napoli, Roma NdR). Adesso prepariamo al meglio la partita col Milan.

Che peso vi siete tolti dalle spalle? Soprattutto dopo un primo tempo in cui il Benevento è andato vicinissimo al vantaggio. 
Sapevamo che potevamo sbloccarla sulle palle inattive, l’abbiamo preparata bene e ce l’abbiam fatta. Non potete capire quanto sono importanti per noi questi tre punti.

beneventoL’episodio del presunto rigore su Cataldi, visto da te com’è stato?
Io sono rimasto fermo, non ho fatto neanche mezza mossa. Mi è venuto addosso, non posso scomparire oggi così come non potevo scomparire a Genova.

Adesso Milan e Napoli fanno meno paura?
No, no, noi dobbiamo pensare solo a noi, perché è tutto nelle nostre mani; questi tre punti ci danno aria per lavorare bene questa settimana perché adesso ci aspettano tre difficili partite a partire dal derby di domenica, gara difficile ma sempre bellissima da giocare.

Adesso metterai in difficoltà Spalletti, sarà meno facile per Miranda riconquistare la maglia da titolare.
Questi sono discorsi che sinceramente non mi interessano, io spero solo che l’Inter arrivi in Champions, può giocare chiunque, abbiamo bisogno di questa soddisfazione a fine anno, poi il resto non è importante.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.