Il San Leucio del Sannio ribalta i pronostici ed elimina l’Arpaise

521

SAN LEUCIO DEL SANNIO – All’ultimo tiro in porta di un derby sentito e seguito da un pubblico nutrito e caloroso, il San Leucio del Sannio si prende la finale play off a discapito dell’Arpaise. La formazione di Meccariello, nonostante l’inferiorità numerica maturata nella ripresa, ribalta i pronostici della vigilia ed estromette dagli spareggi i “cugini”. Alla compagine di Varricchio, oggi assente, bastava un pari per approdare all’atto conclusivo e invece saranno i rivali a sfidare il Castelfranco per la promozione in Seconda Categoria grazie all’acuto di Osahenrumwen.

Parte subito forte la compagine ospite, anche se di fatto si giocava proprio a San Leucio. Al 12′ un errore della retroguardia dell’Arpaise libera Parrella in piena area, destro potente in corsa e Maio è battuto. Avanti nel punteggio, l’undici di Meccariello amministra senza particolari problemi, complice anche un atteggiamento dell’Arpaise abbastanza passivo. Non è un caso che l’unico brivido per la porta di Facchiano arrivi su un calcio di punizione calciato maldestramente da Iannace. Sul fronte opposto Cecere spreca dopo un’azione solitaria e poco dopo Facchiano deve impegnarsi per deviare in angolo (non ravvisato dal direttore di gara) la conclusione al volo di Bosco.

L’adrenalina cresce a dismisura nella seconda parte di gara. Questa volta il minuto numero dodici si rivela fatale al San Leucio. Franzese tocca la sfera con la mano rimediando un secondo giallo elargito probabilmente con troppa fretta e prende anticipatamente la via degli spogliatoi. L’Arpaise inizia a crederci e quando Mazzeo impiega un solo minuto dal suo ingresso in campo per procurasi un calcio di rigore, Bosco pareggia i conti. Il torto della compagine di casa è quello di non sfruttare il momento propizio, riuscendo a produrre solo un diagonale di Mazzeo largo di poco. A un passo dal novantesimo Cecere ha addirittura sui piedi la palla del ko ma l’attaccante del San Leucio cincischia avventurandosi in un dribbling invece di calciare a tu per tu con Maio. I supplementari sembrano la diretta conseguenza dell’errore commesso ma nel quarto dei cinque minuti di recupero Osahenrumwen spinge in rete un pallone non trattenuto da Maio e porta il San Leucio a giocarsi il salto di categoria.

ARPAISE-SAN LEUCIO DEL SANNIO 1-2

ARPAISE: Maio, Pepe, Petito (22’st Russo), Sasso, Pulcinaro, De Blasio R. (15’st Pugliese), Zollo P. (1’st Vitale), Zollo M. (18’st Mazzeo), Pignatiello I., Iannace, Bosco. A disp.: Parente, Pignatiello S., De Blasio V. All.: Varricchio

SAN LEUCIO: Facchiano, Graziano, Bosco, De Nisi G., Franzese, Schipani (22’st De Rei), Osahenrumwen, De Nisi R. (27’st Verdino), Cecere, Ferrara, Parrella L. (15’st Maio). A disp.: Varricchio, Catiello, Furno, Parrella R. All.: Meccariello

ARBITRO: Antonio Giaquinto di Benevento

MARCATORI: 12’pt Parrella, 20’st Bosco (rig.), Osahenrumwen 49’st

AMMONITI: Zollo P. e Russo per l’Arpaise, De Nisi R. e Ferrara per il San Leucio

ESPULSO: al 12’st Franzese per somma di ammonizioni

NOTE: fondo di gioco in terra battuta. Spettatori 300 circa. Recupero: 1’pt, 5’st

Guarda la foto gallery della partita

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.