Meccariello: «Castelfranco-San Leucio la finale più giusta. C’è tanto entusiasmo»

231

Per la seconda volta in stagione il San Leucio del Sannio regala un dispiacere all’Arpaise nel derby. Questa volta, però, in palio non c’erano i tre punti ma l’accesso alla finale play off. Sarà proprio la formazione di Antonio Meccariello, allora, a sfidare il Castelfranco per l’approdo in Seconda Categoria, nonostante gli svantaggi derivanti dall’aver chiuso il campionato in quinta posizione.

«Credo che abbiamo meritato», commenta a fine partita l’allenatore del San Leucio, «a un certo punto della stagione, esattamente tra gennaio e febbraio, pensavo che avremmo vinto. Poi, invece, ci siamo allenati poco e abbiamo perso per strada diversi componenti della rosa, finendo con lo gettare via punti importanti contro squadre ampiamente alla nostra portata. Abbiamo meritato l’opportunità di giocarci questa finale contro il Castelfranco, a mio avviso la miglior squadra del campionato, quella che ci ha fatto soffrire maggiormente. Sarà una bella sfida tra due piacevoli realtà, capaci di esprimere un gioco superiore a quello delle prime due della classe. Avremo qualche problema ma confido di recuperare delle pedine».

Un derby vibrante. Tanti episodi dubbi e soprattutto tanta gente sugli spalti, evento non certamente usuale per una sfida di Terza Categoria. «L’arbitraggio non è stato all’altezza di un derby del genere. La direzione di gara ci ha condizionato, tante ammonizioni e un rigore dubbio concesso», conclude Antonio Meccariello, «per essere una partita di Terza Categoria c’era una cornice di pubblico importante. E’ sempre bello vedere tanta gente al campo, ma i nostri tifosi ci hanno sempre seguito e supportato durante l’intera stagione e faranno altrettanto a Castelfranco. Il calcio a San Leucio mancava da tanto tempo, si sta riaccendendo l’entusiasmo».

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.