Il neo presidente Mancini fa chiarezza sul Latina: «Nessuno è scappato»

64

Come annunciato, il neo presidente del Latina, Benedetto Mancini, ha tenuto una conferenza stampa durante la quale ha spiegato l’attuale situazione del sodalizio pontino, prossimo avversario del Benevento in campionato.

Mancini e dirigenza LatinaL’attuale numero uno nerazzurro è subentrato ieri a Ferullo e ha subito voluto chiarire i motivi di questo avvicendamento: «Non abbiamo mai pensato di scappare e di fare cose strane, ma solo di difendere l’Us Latina Calcio. Ci tengo ad evitare illazioni, perché Ferullo è ancora qui e non è scappato, ieri è stato tutto il giorno qui e oggi anche. Non è un cambiamento determinato da una negligenza o da chissà cosa. L’unica motivazione di questo cambio è dettata dal fatto che è stata vista in me la figura demandata a rappresentare il Latina nelle sedi».

E’ quanto riportato dal portale tuttolatina e tra i passaggi più significativi della conferenza c’è indubbiamente lo stato delle casse laziali: «Mancano nove milioni. Anche l’esposizione con l’erario non è così esagerata. Quelli di Equitalia (270.000 euro) sono stati rateizzati, alla fine è la sana gestione che ti permette di continuare a vivere. Abbiamo dimezzato il monte ingaggi, era impossibile che un giocatore da solo valesse più del fatturato del Latina».

L’obiettivo adesso è quello di mettersi in regola con i pagamenti e la prima scadenza arriverà il 16 febbraio, quando ci sarà da pagare gli stipendi dei calciatori: «Quello dobbiamo fare. Se li paghiamo il 16 non prendiamo la penalizzazione».

Negata, infine, la possibile presenza di Claudio Lotito nella cordata che a fine dicembre ha rilevato il Latina: «Sento Claudio per motivi di lavoro e amicizia, ma non ha mai espresso nessuna volontà. Lo escludo categoricamente».

Leggi la conferenza completa

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.