Maurizio Pinto: «Dobbiamo acquisire la giusta mentalità»

58

Serviva una vittoria dopo due battute d’arresto e puntualmente il tecnico è stato accontentato. Maurizio Pinto può dirsi soddisfatto al termine della sfida con il Real San Felice a Cancello, vinta in maniera netta dai suoi ragazzi. Un successo che serve a rendere meno amara la sconfitta all’esordio di Teano e il passo falso in Coppa Campania, ma soprattutto consente ai beneventani di guardare con ritrovato ottimismo al futuro.

Maurizio Pinto«Ci voleva questo successo dopo la sconfitta patita all’esordio», commenta a caldo lo stesso Pinto, «siamo riusciti a ottenere i primi tre punti nonostante una squadra non ancora al competo, colpa di squalifiche e infortuni. Questa vittoria, però, oltre a portarci punti ci consente di innalzare il livello del nostro morale».

L’unica nota stonata, allora, è proprio quell’emergenza che almeno per un’altra settimana continuerà ad accompagnare il Rione Libertà: «Rientrerà Vessichelli, questo è sicuro. Graziano Diodato oggi era in panchina e dovrebbe essere a buon punto. Per quanto riguarda Petronzi valuteremo in settimana l’entità dell’infortunio. Penso che in occasione del prossimo impegno casalingo dovremo essere finalmente al completo».

Nel mezzo la trasferta sul campo della Libertas San Marco Trotti. Un’altra casertana sulla strada dei giallorossi, ai quali Pinto chiede qualcosa di ben preciso per il futuro. «La rosa è composta da molti ragazzi non abituati a un campionato di Prima Categoria, ecco perchè ritengo che il nostro problema sia quello di non aver ancora acquisito la giusta mentalità», conclude l’allenatore sannita, «dovremo migliorare l’approccio alla gara, sono convinto che avendo un impatto migliore potremo giocarcela alla pari con tutte le avversarie». In attesa, naturalmente, di recuperare infortunati e squalificati.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.