Un Rione Libertà in emergenza riesce a rimontare sulla capolista Puglianello

47

Nella penultima giornata del girone B di 1a categoria campana, i padroni di casa del Rione Libertà che non avevano più nulla da chiedere al campionato, e presentatisi con una formazione ridotta all’osso (una sola riserva in panca, un portiere convertito per l’occasione in giocatore di movimento), riesce ad avere la meglio sulla vincitrice del campionato: il Puglianello.
Ospiti che hanno vinto il campionato con due giornate d’anticipo, ma che ciononostante non avevano preso sotto gamba l’impegno in trasferta, dimostrando una buona intesa tra i reparti, e una buona organizzazione di gioco con cambi da una fascia all’altra e azioni imbastite con due/tre tocchi al massimo da parte di ogni giocatore.

A passare in vantaggio è il Rione Libertà col solito Davide D’Onofrio che si conferma capocannoniere del girone con 31 reti, abile ad anticipare l’uscita di Viscusi per depositare in rete la palla dell’1-0.
Il vantaggio del Rione dura però solo dieci minuti e dopo una bella palla arrivata dalla destra in area per Ndiaye, il centrocampista si coordina per un sinistro rasoterra sul quale Giovanniello non riesce ad intervenire. E’ l’1-1.
Da segnalare nel Puglianello un paio di inserimenti dalla fascia sinistra dell’esterno Ferraro che già precedentemente poteva pareggiare i conti: prima con un colpo di tacco nell’area piccola, e poi con un destro sempre all’interno dell’area, nel primo caso è stato impreciso, nel secondo caso il tiro è stato centrale per la respinta di Giovanniello.

A riposo sull’1-1, le squadre tornano in campo e passano solo tre minuti per il vantaggio del Puglianello: cambio gioco da sinistra verso destra, inserimento da dietro il terzino da parte di Piscitelli che aspetta il rimbalzo giusto per colpire di piatto destro al volo sull’uscita di Giovanniello. 1-2!
Pochi minuti più tardi, Piscitelli addomestica un pallone a fondo campo e crossa sul secondo palo per Mastroianni che schiaccia di testa, ma la conclusione finisce poi alta sulla traversa.
Il Rione dopo lo svantaggio subito reagisce con poca convinzione: prima una punizione dal limite calciata bene da Giangregorio, ma troppo lenta per impensierire Viscusi, e poi un lancio per Roberto Diodato che tenta di anticipare Viscusi, ma sul tocco del terzino il portiere respinge bene.
Alla mezz’ora il Puglianello va vicinissimo al terzo gol, con Portone che a porta sguarnita colpisce di testa, su un’uscita sbagliata di Giovanniello, ma Giangregorio riesce a salvare i suoi sulla linea di porta.
Qualche minuto più tardi, il Rione trova il gol del pareggio: punizione dalla destra, palla sul secondo palo sulla quale Diodato R. rimette in mezzo di testa, e De Cristofaro sulla linea di destro effettua il tap-in vincente. 2-2!
Come se non bastasse, dopo un paio di giri di orologio, il Rione Libertà trova di nuovo il vantaggio: calcio d’angolo dalla destra, palla sulla testa di Iannuzzi che anticipa tutti sul primo palo e la gira sul secondo palo per il 3-2!

Da lì in poi il Puglianello non si rende quasi più pericoloso, mentre il Rione continua ad attaccare alla ricerca del gol della sicurezza. Nel fare ciò, D’Onofrio in cerca della massima punizione viene infine ammonito per simulazione, il contatto c’era indubbiamente, ma forse esagerato per reclamare un rigore.
Finisce quindi 3-2 per il Rione Libertà che chiude in bellezza il proprio campionato tra le mura amiche, mentre il Puglianello accusa il secondo stop stagionale senza alcun colpo ferire, avendo già messo in cassaforte la vittoria finale.

Il tabellino:
Rione Libertà – Puglianello 3-2
Reti: 16’pt D’Onofrio (RL), 25’pt Ndyaye (P); 3’st Piscitelli (P), 37’st De Cristofaro (RL), 39’st Iannuzzi (RL).

Rione Libertà: Giovanniello; Diodato G., Diodato R., Giangregorio, De Cristofaro, Leva, Iannuzzi, Petronzi, Morante (19’st Caputo), D’Onofrio, Biele.
All.: Pinto.

Puglianello: Viscusi; Ferraro (31’st Piccolo), Ferrucci, Falato, Fasano, Ndiaye, D’Angelo, Piscitelli (14’st Matarazzo), Verdicchio, Mastroianni (34’st Bartone), Portone.
A disp.: Cerreto; Miletti.
All.: Riccardi.

Arbitro: Sig. Bruno Rossomando della sezione AIA di Salerno.
Ammoniti: 8’st Iannuzzi (RL), 12’st Diodato R. (RL), 45’st+2′ D’Onofrio (RL).
Angoli: 7-9 (Pt 2-3).
Recupero: Pt 2′; St 4′.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.