Le pagelle – Una sola sufficienza nel tracollo giallorosso al Manuzzi

339

Cragno 4,5: Dopo un primo tempo incoraggiante con un paio di interventi degni di nota (specie quello su Ciano), crolla nella ripresa. Erroraccio sul primo gol di Crimi, incerto in altre circostanze quando si complica la vita inutilmente. Spaesato.

Venuti 4: L’inizio del suo secondo tempo è uno shock tremendo. Sul 2-0 perde letteralmente di vista Capelli, liberissimo di fare da torre per la girata di Ligi. Successivamente smarrisce la bussola sbagliando appoggi e controlli banali.

Camporese 4,5: Il mezzo voto in più rispetto a Venuti è per un primo tempo di altissimo livello in cui non sbaglia nulla. La ripresa è un film horror: sul terzo gol non ripiega su Laribi,il resto si commenta da sé. (45’st Padella s.v.: la buona notizia è il ritorno in campo)

Lucioni 4,5: Naufraga insieme ai suoi compagni nel peggior pomeriggio del campionato giallorosso. Non riesce a dare la scossa ad una difesa in netta difficoltà nella ripresa e ha sulla coscienza l’azione che culmina col terzo gol del Cesena.

Pezzi 4,5: Partecipa alla terrificante sagra dell’errore difensivo in occasione del 3-0 quando si perde Cocco, libero di fornire un assist al bacio a Laribi. Tutto troppo semplice per il Cesena.

Chibsah 5,5: Prestazione negativa già nel primo tempo, quando perde troppi palloni. Nella ripresa è un corpo estraneo al gioco giallorosso fino al gol. Evita che il Benevento resti a secco al Manuzzi, ma è una magrissima consolazione.

Buzzegoli s.v. : Si fa male dopo tredici minuti e abbandona il campo per infortunio muscolare (13’pt Viola 5: E’ sui livelli attuali del centrocampo giallorosso, che sono purtroppo pessimi. Entra bene al posto di Buzzegoli, ma cala col passare dei minuti).

Ciciretti 5: Costantemente raddoppiato nel primo tempo, lasciato libero di agire solo quando il Cesena ha ormai preso il largo. Ma anche in quella circostanza combina ben poco. (35’st Matera s.v.: entra a gara ormai compromessa).

Falco 6: Unica sufficienza in casa giallorossa, unico giocatore in grado di creare scompiglio tra le maglie bianconere. Meriterebbe persino il gol, ma il calcio è un gioco di squadra ed è complicato competere da solo contro l’undici cesenate.

Eramo 5: Non convince ancora nella posizione di esterno nel 4-2-3-1. Non ha i tempi, non ha il ritmo e manca ancora di condizione. Altra prestazione negativa dell’ex Trapani.

Puscas 4: Non ne becca una, non controlla mai palla, non fa salire la squadra. Gli infortuni possono essere un’attenuante per la condizione fisica, ma i suoi errori sono tecnici.

L’allenatore – Marco Baroni 5: Per dargli un voto che sia onesto bisognerebbe capire la sua attuale affinità con la squadra. Perché tatticamente il suo Benevento è schierato anche bene, ma molla nei momenti più delicati. E non è la prima volta. Psicologicamente la sua Strega è fragilissima, gli indomiti tifosi che la seguono in ogni dove meriterebbero di più.

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...