PAGELLE Parma Benevento 0-1, Forte segna e Paleari chiude la saracinesca

205

Parma Benevento 0-1. Nello stadio in cui mister Fabio Cannavaro ha avuto le prime soddisfazioni da giocatore (due coppe Italia, una supercoppa italiana e una coppa UEFA), arriva anche la sua seconda vittoria sulla panchina giallorossa grazie alla rete siglata da Forte nel primo tempo su assist di Farias. Una partita di sacrificio da parte da tutti i giallorossi con Paleari e soprattutto Glik sugli scudi, il difensore polacco poi encomiabile per il professionismo dimostrato: appena tornato dalle fatiche mondiali con la sua nazionale, ha preferito tornare ad aiutare il Benevento invece che concedersi qualche giorno di vacanza. Il portierone invece neutralizza un calcio di rigore di Vazquez, rigore arrivato per un tocco di gomito di Masciangelo, anche se vedendo i tanti replay si è notato un precedente tocco di ginocchio prima del tocco di mano. Mentre gli emiliani collezionano angoli su angoli, i sanniti riescono a tenere botta fino all’ultimo minuto di recupero, soprattutto dopo l’espulsione di El Kaouakibi arrivata a 10′ dalla fine dei tempi regolamentari. Decisione che però sembra ingiusta considerando che pochi minuti prima anche Bonny si era reso protagonista con un fallo simile su Schiattarella, ricevendo però solo un cartellino giallo. La prossima gara per il Benevento sarà già domenica in casa contro il Cittadella.

Cannavaro
Paleari

PALEARI 7,5 – La saracinesca che conoscevamo è ritornata ad abbassarsi e chiude ogni varco possibile agli evanescenti attaccanti emiliani, in un’occasione compiendo anche un triplice intervento. Con ciò si erge a protagonista indiscusso della gara come gli è già capitato più volte nel Sannio.

LETIZIA 6 – Peccato per l’uscita anzitempo, sperando che l’infortunio non lo tenga troppo lontano dai campi, perché poco alla volta si stava avvicinando alla sua forma migliore, onorando i suoi gradi di capitano. [dal 44′ EL KAOUAKIBI 5,5 – Paga l’irruenza e la voglia di mettersi in evidenza davanti al suo allenatore, mentre si stava avviando ad una prova più che discreta.]

Glik

GLIK 7,5 – Il suo ritorno in campo, encomiabile perché ha rinunciato alle ferie post Mondiali, alza di molto il livello difensivo della squadra ed infonde sicurezza a tutti i suoi compagni.

CAPELLINI 7,5 – Rimane allo stesso livello del compagno di reparto più esperto, e dimostra che il ragazzo c’è e può diventare uno dei prospetti difensivi migliori della categoria.

MASCIANGELO 7 – Forse una delle migliori prestazioni da quando è al Benevento, disponibile al sacrificio e sempre pronto a chiudere tutti gli spazi sulla sua fascia di competenza. Naturalmente l’estremo lavoro in copertura comporta una scarsa applicazione in fase propulsiva. [dall’83’ FOULON SV]

IMPROTA 6 – Purtroppo siamo abituati ai suoi sbalzi di rendimento di quest’anno. Conoscendolo da parecchi anni siamo propensi a concedergli una stentata sufficienza sulla fiducia. [dal 57′ ACAMPORA 6,5 – Entra in un momento particolare della gara in cui è importante più difendersi che non attaccare, e lui lo fa con estrema sicurezza e maestria, dimostrando anche di essere uno dei pochi dotati del tiro da fuori.]

Schiattarella

SCHIATTARELLA 7,5 – Monumentale. Presente in ogni parte del campo pronto anche a fare il difensore puro su Vazquez al quale fa vedere i sorci verdi. Non lo fermano i numerosi interventi fallosi degli emiliani.

KARIC 6,5 – Offre la solita sostanza nel settore nevralgico del terreno di gioco, anche se a tanta applicazione non corrisponde quel briciolo di qualità che non guasterebbe.

TELLO 5,5 – Prestazione generosa e di applicazione soprattutto nel primo tempo quando si mette alle calcagna di più di un avversario riuscendo a recuperare molti palloni. Cala però vistosamente nella ripresa quando lo si nota per imprecisione e confusione che ogni tanto lo influenzano. [dal 57′ KOUTSOUPIAS 5,5 – Non è certamente un atleta in grado di fare la differenza in questa categoria, ma è giovanissimo e merita qualche prova d’appello, si applica a fare il terzino destro dopo il rosso occorso a El Kaouakibi.]

FARIAS 5 – Una, se non l’unica nota stonata di questa gara poiché non lo vediamo mai entrare nel vivo del match ed essere risolutivo come promette invece il suo vissuto. Dopo l’assist offerto per il gol di Forte, si può dire che diventa di fatto un fantasma in campo. [dall’83’ PASTINA SV]

FORTE 6,5 – Ha il pregio di sbloccare la gara e sbloccarsi personalmente, nell’unica occasione arrivatagli in novanta e passa minuti, e questo basta a dargli un buon voto in pagella. Finalmente abbiamo visto il “Forte” del passato quando col suo fisico riesce a far risalire la squadra nei momenti del bisogno.

Il tabellino:
Parma – Benevento 0-1
Reti: 20′ Forte

Parma (4-2-3-1): Chichizola; Hainaut (85′ Sohm), Osorio, Valenti, Oosterwolde; Juric (46′ Bonny), Bernabé; Mihaila (24′ Tutino), Vazquez, Man (73′ Estevez); Inglese (46′ Benedyczak).
A disp.: Santurro, Corvi; Balogh, Camara, Coulibaly, Circati, Zagaritis.
All.: Pecchia.

Benevento (4-3-2-1): Paleari; Letizia (44′ El Kaouakibi), Glik, Capellini, Masciangelo (83′ Foulon); Improta (57’Acampora), Schiattarella, Karic; Tello (57′ Koutsoupias), Farias (83′ Pastina); Forte.
A disp.: Manfredini, Lucatelli; Kubica, Thiam Pape, Viviani, Simy, Basit.
All.: Cannavaro.

Arbitro: Sig. Matteo Gariglio della sezione AIA di Pinerolo.
Assistenti: Sigg. Gianluca Sechi della sezione AIA di Sassari e Claudio Barone della sezione AIA di Roma 1.
IV ufficiale:
 Sig. Andrea Colombo della sezione AIA di Como.
VAR Sig. Antonio Di Martino della sezione AIA di Teramo.
Assistente VAR:  Sig. Giacomo Paganessi della sezione AIA di Bergamo.
Ammoniti: 18′ Valenti (P); 68′ Bonny (P), 83′ Vazquez (P), 90’+2′ Karic (B), 90’+4′ Kousoupias (B), 90’+5′ Pastina (B)
Espulso: 80′ El Kaouakibi (B)
Angoli: 13-0 (Pt 1-0)
Recupero: Pt 5′; St 7′.

Le azioni più importanti:

20′ Farias dalla sinistra dell’area mette in mezzo per Forte che anticipa il diretto avversario e con un tocco di prima la mette alle spalle di Chichizola per lo 0-1.

33′ L’arbitro assegna un rigore per fallo di mano di Masciangelo, ma il difensore aveva colpito prima col ginocchio e poi col gomito, dopo controllo al VAR l’arbitro conferma la massima punizione tra le proteste di Letizia e degli altri giallorossi. Sul dischetto va Vazquez che viene ipnotizzato da Paleari, sulla ribattuta di Inglese respinge nuovamente. La palla torna all’attaccante gialloblu che in tuffo di testa coglie il palo e la palla finisce poi tra le braccia di Paleari. Si resta sullo 0-1 per il Benevento.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.