I complimenti di Di Biagio caricano il Brescia in vista del Vigorito

163

luigidibiagio_u21beneventoGiornata particolare quella vissuta ieri nel ritiro del Brescia dove è arrivato per una visita di cortesia Luigi Di Biagio, tecnico dell’Under 21 azzurra. L’ex centrocampista è tornato in quella che è stata la sua casa dieci anni fa, pranzando con Christian Brocchi ed Edoardo Piovani, rispettivamente allenatore e team manager delle rondinelle.

Il ct azzurro ha avuto modo di visionare da vicino i tanti giovani presenti nella rosa del Brescia, protagonisti sabato prossimo sul manto verde del “Ciro Vigorito”. «Somma e Morosini, certo, ma non solo c’è Calabresi, ora nell’Under 20. Ci sono Sbrissa e Fontanesi, che erano nel giro prima dei rispettivi infortuni. Ma seguo anche Lancini, Minelli, Rosso», ha raccontato Di Biagio a Gian Paolo Laffranchi, giornalista della Gazzetta dello Sport, «il Brescia è una squadra che gioca a calcio, gioca bene. Squadra nuova e giovanissima, deve solo trovare la continuità. Soprattutto in trasferta».

Trasferta che, come detto, è sinonimo di Benevento. I lombardi lontano dal “Rigamonti” hanno sempre perso nelle ultime tre occasioni e nel Sannio arriveranno senza gli infortunati Coly e Bonazzoli e gli squalificati Martinelli e Lancini. Brocchi, in compenso, riavrà a disposizione Untersee e Morosini, il quale scenderà in campo con una maschera protettiva.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.