Benevento, hai una soluzione in tasca per ribaltare subito il pronostico

2323

Il pubblico ha fatto capire il proprio pensiero. Se già contro lo Spezia era chiaro, in vista del match col Perugia è arrivata una semplice conferma. Il “Ciro Vigorito” si avvia a fare registrare il tutto esaurito per sabato sera, segno di come a Benevento non si voglia smettere di sognare dopo la storica promozione in B della passata stagione. Saranno proprio i tifosi giallorossi il dodicesimo uomo in campo contro gli umbri per provare a sovvertire i pronostici della vigilia che, per forza di cose, pendono dalla parte degli uomini di Bucchi.

Il quarto posto dei biancorossi in confronto al quinto dei giallorossi, seppur solo per la differenza reti negli scontri diretti e per il punto di penalizzazione, regala vantaggi di non poco conto. Il Grifo potrà giocarsi la sfida decisiva al “Renato Curi” e soprattutto potrà accontentarsi di due pareggi per accedere alla finale o addirittura potrà perdere una delle due sfide a patto di vincere l’altra pareggiando il computo delle reti.

Calcoli che non piaceranno a nessuno dei due allenatori ma che rispecchiano la realtà dei fatti, quella imposta dal regolamento di questa serie B. Al Benevento, dunque, servirà vincere obbligatoriamente una delle due gare ed ecco perché proprio il “Vigorito” potrebbe pesare in maniera decisiva sull’economia del doppio confronto. Vincere in casa consentirebbe alla Strega di ribaltare i pronostici, di prendersi quei favori riservati in questo momento a Dezi e compagni.

Baroni, tuttavia, ha dimostrato di non gradire alcun tipo di congetture. In campo si vedrà sempre un Benevento votato all’attacco perché il tecnico fiorentino non vuole snaturare un meccanismo che fino ad ora ha portato copiosi frutti. Lo si è notato nella gestione della partita contro lo Spezia. In vantaggio nel punteggio e sopra di un uomo, Baroni non ha mai pensato di muovere un passo indietro. Ci si aspettava Venuti o Del Pinto a gara in corso e invece nella mischia sono stati gettati Ciciretti e Melara, segno evidente di una mentalità oramai consolidata all’interno dello spogliatoio sannita. Sarà così anche contro il Perugia, quando a spingere la Strega a volare più in alto ci sarà ancora una volta un “Vigorito” stracolmo di sogni e di speranze. Sognare, del resto, non costa nulla e allora vale la pena provarci.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.