Benevento a Paduli – Baroni cura soprattutto un aspetto e recupera una pedina

114

All’appuntamento del “Rigamonti” di Brescia mancano ancora cinque giorni durante i quali si alterneranno altre quattro sedute di allenamento. Basterebbe questo per intuire quanto la seduta di stamattina sostenuta all’ “Ariella” di Paduli dal Benevento lasci il tempo che trovi. Marco Baroni, non a caso, si è soffermato prevalentemente sulle palle inattiva, curando soprattutto la fase difensiva, e lasciando ai prossimi allenamenti prove ed esercitazioni relative al sistema di gioco.

La nota positiva arriva comunque da Filippo Falco. Il trequartista in prestito dal Bologna si è allenato regolarmente con il resto dei compagni e contro il Brescia sarà a disposizione del tecnico fiorentino, al quale spetterà deciderne l’utilizzo se dal primo minuto o in corso d’opera. Con il gruppo si è ormai aggregato da tempo anche Puscas, l’attaccante potrà mettere un’altra settimana di lavoro nelle gambe in attesa di fare il suo ritorno in campo.

In porta contro le rondinelle dovrebbe esserci ancora Ghigo Gori. Alessio Cragno non si è ancora allenato a pieno regime ed è prevedibile che il suo reintegro in rosa avvenga con maggiore calma dopo l’intervento al ginocchio. Nulla da fare, invece, per i vari Bagadur, Padella, Gyamfi e Pajac, tutti costretti a saltare l’allenamento di questa mattina. Difficile a questo punto ipotizzare anche solo una loro convocazione per il match di Pasquetta. Confronto, infine, che sicuramente salterà Amato Ciciretti. Il talento romano è stato fermato per un turno dal Giudice Sportivo e probabilmente sfrutterà lo stop forzato per recuperare energie non avendo partecipato alla seduta di Paduli.

A BREVE LA FOTO GALLERY DELLA SEDUTA DI ALLENAMENTO

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.