Benevento-Bari: non è una sfida per ex

122

Vincere è ciò che conta, farlo con il classico gol dell’ex rappresenta invece la cornice perfetta nell’immaginario dei tifosi. Speranze che in questo senso in casa Benevento sono riposte esclusivamente sulle spalle di Michele Camporese. Quella contro il Bari, infatti, sembra non essere una sfida per ex. Il difensore sarà il solo a scendere in campo questa sera contro la sua vecchia squadra, eppure tra le fila sannite non mancano i calciatori transitati in passato dalle parti del “San Nicola“. Tutti loro, per un motivo o per un altro, saranno invece costretti a seguire la partita dalla tribuna, potendo fornire un contributo solo in termini di tifo.

Il primo nome che balza alla mente è indubbiamente quello di Andrea De Falco, due stagioni e mezzo al Bari prima di salutare per proseguire la carriera alla Juve Stabia. Trascorsi in biancorosso anche per Mirko Eramo, costretto a fermarsi nella sfida contro il Carpi per uno stiramento al quadricipite femorale. L’ex Sampdoria deve proprio ai pugliesi l’esordio tra i professionisti, avvenuto in B nella stagione 2006/07. Poi ci sono le storie recenti di Puscas e Jakimovski, al Bari nella precedente annata prima di prendere la strada per il Sannio. L’attaccante si è sottoposto alla pulizia del menisco e ne avrà almeno per un mese, l’esterno macedone è fuori lista dopo aver rifiutato il trasferimento a gennaio e dovrà accontentarsi del gol messo a realizzato all’andata. Quando gli ex lasciano un segno…

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.