Una Volare Benevento a ranghi ridotti perde contro l’Arzano Volley

5

volare beneventoUna Volare Benevento con una formazione ridotta all’osso per le contemporanee assenze del libero Paola Santamaria, della schiacciatrice Nausicaa Palombi e della centrale Antonella Colella, non è andata oltre una sconfitta per 3-0 contro l’Arzano Volley. Un scontro diretto perso, dunque, per le ragazze del patron Aldo Quarantiello che ora sono ultime in classifica con un solo punto in classifica insieme al Pastena Volley, prossimo avversario delle giallorosse domenica 26 novembre.

Mister Antonio Poccetti, viste le assenze, ha dovuto fare di necessità virtù per questa partita ha adattato nel ruolo di centrale l’opposto Teresa Negrone, spostando Alessia Losco in quello di opposto con Valentina Catillo e Martina Pisano schiacciatrici, Giorgia Formato libero e Valentina Spagnuolo palleggiatrice. La Volare è scesa in campo determinata a fare bene e nel primo set c’è anche riuscita dando del filo da torcere alle avversarie e lottando punto su punto. Un continuo rincorrersi fra le due squadre in campo, sin quando le giovani atlete di casa, quella di Arzano è, infatti, la seconda squadra della compagine che gioca in B1, hanno dato l’allungo decisivo ed hanno chiuso sul 25-23.

La battuta d’arresto ha spento l’entusiasmo così, nel secondo set, le partenopee hanno avuto vita facile e se lo sono aggiudicate con il punteggio di 25-15. Il terzo parziale, invece, ha visto una Volare più grintosa che non si è arresa. L’Arzano, infatti, pur andando sempre avanti nel punteggio, è stata sempre rintuzzata dalle giallorosse che sono riuscite anche a ridurre lo svantaggio di due lunghezze, per poi cedere alla fine sul 25-19.

volare benevento“Abbiamo giocato – ha commentato a fine gara il tecnico Poccetti – contro una squadra che ha sbagliato più di noi, ma alla fine abbiamo perso uguale. Questo ci deve far riflettere. Abbiamo fatto meglio rispetto alla settimana scorsa a Pozzuoli si è vista una certa reazione, ma non è bastato contro una compagine formata da ragazze giovani e coriacee che hanno messo a terra tanti punti. Una nota positiva di questa sfida, comunque, la posso trovare nella battuta che è stato il nostro miglior fondamentale”.