Un discutibile rigore consente alla Vis Ariano di superare il Ponte 98

91

ponte 98Il Club Ponte 98 del neo tecnico Gianni Montanile, subentrato all’ex allenatore Candrina, in virtù di una situazione di classifica deficitaria, ma anche per dare uno scossone a tutto l’ambiente, è chiamato ad affrontare la Vis Ariano.

Trasferta non certo agevole per i ragazzi di Montanile, penultimi in classifica con 12 punti, che incontrano un avversario in lotta per la zona playoff. La Vis è reduce dalla vittoria per 2-1 sul campo della Sanseverinese. Reti decisive di Di Capua e Cavotta. Il Ponte 98, invece, nello scorso turno è stato travolto 4-1 dalla Polisportiva San Martino VC.

ponte 98Ecco le due formazioni. La Vis Ariano di mister Mario Silvestro scende in campo con Formisano, Puopolo, Galasso, Jonathan I., Pizzulo, Lo Conte, Polichetti, Di Capua, Capodilupo, Luzzi, Cavotta. In panchina: Parzanese, Celentano, Olimpo, Miano, La Luna, Purcaro, Bernardo. Il Ponte 98 risponde con Possemato, Del Priore, Carone, Santamaria, D’Amita, Zotti, Russo, Inglese, Fusco, Varricchio, Russo. In panchina: Del Ciampo, Rafdi, Panaggio, Antonaci, Racioppi, Feliciello, Cardillo.

E’ stato un match nel quale non sono mancate le emozioni: a spuntarla è la Vis Ariano, che ha superato il Club Ponte con un rigore a dir poco discutibile, assegnato dall’arbitro e realizzato da Cavotta. Gara caratterizzata da almeno tre – quattro grandi  interventi del  portiere Possemato.

Anche il Ponte, comunque, si è reso pericoloso e non è stato a guardare; sfiorando il pari in un paio di occasioni: prima con un tiro di Fusco, respinto dal portiere; poi con un colpo di testa di D’Amita, che ha costretto l’estremo difensore avversario ad una grande parata.

Al 67’, i ragazzi di mister Montanile devono fare a meno di Fusco e Rafdi, entrambi espulsi: il primo, per il secondo giallo causato da una spinta all’ avversario; il secondo, Radfi, per proteste contro l’espulsione del compagno. Esordio amaro per l’allenatore Gianni Montanile.