Shalom – terza giornata girone B: Risultato all’inglese per il Senica, il Pescara si qualifica lo stesso.

225

BENEVENTO. Antistadio Ciro Vigorito.
Il Senica batte 2-0 il Pescara con due reti messe a segno entrambe nella ripresa. Assieme alla vittoria di ieri e al pareggio dell’altro ieri, gli slovacchi si ritrovano primi ed imbattuti in testa al girone B, sfideranno quindi i padroni di casa del Benevento alle ore 19.00 sempre all’Antistadio.

Il Pescara invece sfruttando il pari del Bari con la delegazione provinciale FIGC, si qualifica come seconda alle spalle degli slovacchi con una vittoria, un pareggio e una sconfitta.
Pugliesi e sanniti chiudono invece a quota 2 punti.

Il Pescara nel primo tempo ha giocato molto sulle ripartenze, ma si è scontrata sempre con la ben messa difesa del Senica. Sempre gli abruzzesi nella prima mezz’ora reclama per un fallo da ultimo uomo subito, fallo in cui l’arbitro ha dato la regola del vantaggio, ma alla conclusione dell’azione, non ha ammonito il difensore slovacco autore dell’infrazione.
Nel secondo tempo al 3′, ben servito dalle retrovie Nemec dribbla la difesa del Pescara e a tu per tu con Abibi lo batte con un bel destro di collo pieno. Il raddoppio al 25′ con Slovik che di schiena devia fortunatamente in rete sugli sviluppi di un calcio d’angolo.
Slovacchi molto arcigni, al pieno del loro furore agonistico e che non si sono assolutamente risparmiati sotto un sole cocente e dopo il doppio vantaggio, suscitando le proteste degli abruzzesi visto che gli slovacchi eccedevano con il fermare i propri avversari senza tanti complimenti, tant’è che quasi a fine partita è Cialini, terzino sinistro del Pescara a farne le spese, colpito duramente al ginocchio, è uscito poi sorretto da un paio di compagni sia dal tragitto verso la panchina, che dalla panchina allo spogliatoio al triplice fischio.

IL TABELLINO

SENICA – PESCARA 2-0

3′ st Nemec, 25′ st Svolik.

SENICA: Kubica, Sustek (10’st Mraz), Krc (25’pt Balazik), Nemec (14’st Svolik), Korosin (18’st Kacmar), Ventura (25′ st Morbacher), Kapusta, Obuch, Sirota (25’st Meszlenyi), Filipek, Kruty. A disp.:  Junas. All. Macek

PESCARA: Abibi, Rosafio, Cialini (28′ st Schiazza), Pomponi, Vitturini, Giallonardo (14’st Morelli), Paolucci (20’st Florimbj), Silvestri, De Carolis (18’st Papa), Mancini (15’st Carlini), Marzucco (18’st Liccardi). A disp.: Ciccarelli. All. D’Eustacchio

Arbitro: Sig. Tirone di Benevento
Assistenti: Sig. D’Andrea di Benevento e Sig.ra Ciccopiedi di Benevento.
Ammoniti: 5′ pt Pomponi (P), 13′ pt Filipek (S), 23′ pt Kapusta (S), 28′ pt Nemec (S), 30′ pt Marzucco (P), 6′ st Ventura (S), 12′ st Obuch (S), 27′ st Balazik (S)
Espulso: 29′ st Balazik (S)
Angoli: 4-4 (Pt 1-3 Pescara)
Recupero: Pt 1′, St 2′.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.