Il Benevento restituisce il poker al Pescara parso a tratti imbarazzante; man of the match Insigne

83

Il Benevento restituisce il 4-0 subito all’andata a Pescara, unica sconfitta finora di questo trionfale campionato. In rete Insigne, Sau, Moncini e Improta. Il migliore della gara di certo è stato Roberto Insigne con un gol e due assist. Peggiore in campo il Pescara che in alcuni momenti della gara è stato imbarazzante.

MONTIPO’ 6,5 – Ancora un clean sheet per Montipo’, pochi pericoli per lui da parte degli avversari, i cui tiri principali sono dalla parte di Memushaj con calci di punizione tutti da fuori area.

MAGGIO 6,5 – Partecipa all’azione del primo gol, per lui nella ripresa altri begli spunti in chiave offensiva, quasi inoperoso in fase difensiva.

VOLTA 6,5 – Se Montipo’ non ha subito gol è anche merito suo e di Tuia, al suo cospetto Borrelli del Pescara non riesce a fare alcunché, si fa vedere anche in avanti con un colpo di testa sugli sviluppi di un angolo.

TUIA 6,5 – Turnover per Caldirola rimasto tranquillamente in panchina e in assenza del “Muro” ecco “Big Jim” Tuia che lo sostituisce a dovere.

BARBA 6 – Molto più bloccato rispetto a come ci ha abituati Letizia (prima assenza per lui in questo campionato), risulta quasi anche un po’ timido, ma riesce comunque a non farlo rimpiangere.

INSIGNE 7,5 – E’ un periodo d’oro per il “fratello d’arte”: il gol che apre l’incontro, l’assist per il raddoppio di Sau, e quello per il 4-0 di Improta, è quasi un peccato vederlo uscire per far posto a Kragl. [dal 28′ st KRAGL 6 – Ci si aspetta di vederlo partecipare alla giostra del gol giallorossa, e parte anche bene con una bella conclusione scagliata in porta incredibilmente col destro, purtroppo non riesce nell’impresa, ma comunque dà il suo bel da fare alla difesa abruzzese]

DEL PINTO 7 – Lollo “l’immortale” azzecca una grande prestazione in un sistema di gioco, il 4-4-2 che più fa risaltare le sue caratteristiche di diga in mezzo al campo e di recuperatore di palloni. Dagli spalti vuoti i compagni di squadra lo incitano più volte, questo per dimostrare quanto sia compatto lo spogliatoio e quanto uno come lui conti all’interno dello stesso. [dal 38′ st BASIT SV – esordio per il giovane centrocampista africano acquistato nel mercato di riparazione]

SCHIATTARELLA 7 – Lasciato “solo” dai suoi soliti compagni di reparto Hetemaj (poi subentrato) e Viola (rimasto a casa), si esalta anche lui come Del Pinto nel centrocampo a 4 ridisegnato dal mister Pippo Inzaghi, un vero e proprio tuttocampista, gli è mancato giusto quel poco di “egoismo” per provare a sostituire Viola nelle conclusioni verso la porta pescarese.

IMPROTA 7 – Non è bravo esclusivamente come subentrante dalla panchina, ma lo è anche dall’inizio. Instancabile, inizia a sinistra, e nella prima metà del primo tempo, si scambia di posto più volte con Insigne, anche per confondere gli avversari. Prima effettua un assist per la testa di Moncini, e nella ripresa chiude le danze con un tap in su assist di Insigne.

MONCINI 6,5 – Di testa è infallibile, rivaleggia quasi con Volta come bravura nello stacco, e difatti va in gol proprio così su un invitantissimo cross dalla sinistra di Improta. Nella ripresa realizza un gran bel gesto atletico con una rovesciata finita poi a lato, e in chiusura di gara si mangia il gol del possibile 5-0.

SAU 6,5 – Prima l’assist di Insigne dopo un bel controllo su passaggio di Moncini, poi Insigne gli ricambia il favore ed è lui ad andare in gol. Insegna calcio per tutta la prima frazione, poi nella ripresa risulta meno concreto, facendosi fermare da Fiorillo in più di un’occasione. [dal 20′ st HETEMAJ 6 – Entra per dare fiato al folletto sardo, e per corroborare d’ossigeno il centrocampo giallorosso.]

Il tabellino:
Benevento Pescara 4-0
Reti: 17′ pt Insigne, 21′ pt Sau, 33′ pt Moncini; 26′ st Improta

Benevento (4-4-2): Montipo’; Maggio, Volta, Tuia, Barba; Insigne (28′ st Kragl), Del Pinto (38′ st Basit), Schiattarella, Improta; Moncini, Sau (20′ st Hetemaj).
A disp.: Manfredini, Gori; Rillo, Caldirola, Coda, Pastina, Di Serio.
All.: Inzaghi.

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Masciangelo, Bettella, Campagnaro, Marafini (36′ st Diambo); Bruno (15′ st Melegoni), Memushaj, Crecco; Galano, Borrelli (25′ st Maniero), Clemenza.
A disp.: Alastra, Farelli; Pavone, Scognamiglio, Bojinov, Forte.
All.: Legrottaglie.

Arbitro: Sig. Antonio Rapuano della sezione AIA di Rimini.
Assistenti: Sigg. Christian Rossi della sezione AIA di La Spezia e Pietro Dei Giudici della sezione AIA di Latina.
Quarto uomo: Sig. Fabio Natilla della sezione AIA di Molfetta.
Ammoniti: 10′ pt Volta (B); 44′ st Maggio (B)
Angoli: 3-6 (Pt 0-4)
Recupero: Pt 0′; St 1′.

Le azioni del primo tempo:

9′ Lancio da metà campo per Masciangelo, Barba chiude di testa ma la palla la conquista Galano che ha tempo e spazio per far esplodere il sinistro, il tiro però viene bloccato a terra da Montipo’.

11′ Punizione battuta dal vertice sinistro dal Pescara, sulla palla l’ex Memushaj il cui destro però finisce fuori.

17′ Del Pinto per Maggio sulla destra, passaggio in avanti per Insigne che appoggia di nuovo per Maggio, cross in area di quest’ultimo con Moncini che appoggia per Sau, questi addomestica il pallone, vede arrivare Insigne in area e lo serve sul sinistro, il tiro dell’attaccante napoletano si insacca alle spalle di Fiorillo per l’1-0.

21′ Bettella scivola perdendo palla mentre cercava di passare a Campagnaro, Insigne conquista palla e si avvia verso l’area, gli si affianca Sau e quindi gli passa subito il pallone ricambiandogli il favore per prima, Sau stoppa e calcia di destro piazzandola alla destra di Fiorillo che si allunga e non ci arriva. 2-0.

22′ Ci riprova di nuovo Insigne, il suo sinistro rasoterra viene bloccato da Fiorillo.

25′ Maggio dalla destra cambia gioco per Insigne che si chiama il pallone mentre sta entrando in area, il pallone gli arriva benissimo sul sinistro e il 19 giallorosso calcia di prima in porta, Fiorillo blocca.

27′ Borrelli quasi da fondo campo, sulla destra, calcia forte in porta, Montipo’ respinge e la difesa si rifugia in angolo.

29′ Bello scambio del Pescara in prossimità dell’area, Memushaj entra palla al piede ma prima di creare pericoli maggiori, viene neutralizzato da Montipo’ in primis e poi dalla retroguardia sannita.

33′ Fallo laterale di Barba per Improta, appoggio dietro per Schiattarella che invece di crossare passa nuovamente ad Improta, cross di sinistro di quest’ultimo con Moncini che sul secondo palo impatta ottimamente di testa per il 3-0.

37′ Dai 20 metri ci prova Improta da posizione centrale, il suo sinistro viene parato a terra da Fiorillo.

38′ Altra punizione di Memushaj, stessa posizione della precedente, il destro viene bloccato senza problemi da Montipo’.

Le azioni del secondo tempo:

4′ Punizione dalla destra dell’area, sempre Memushaj sulla palla, destro che finisce alto in curva.

9′ Moncini per Sau, l’attaccante sardo a tu per tu con Fiorillo spedisce però a lato, occasione sprecata per il possibile 4-0.

11′ Occasione per Insigne, il suo sinistro però finisce alto oltre la traversa.

17′ Schiattarella per Sau lasciato colpevolmente solo, il suo sinistro viene respinto in angolo da Fiorillo.

23′ Bella discesa di Maggio che salta Marafini e mette in area per Moncini, stop dell’attaccante che immediatamente si gira coordinandosi per la rovesciata di destro, palla a lato.

26′ Insigne entra in area dalla sinistra e invece di tirare in porta vede arrivare Improta e lo serve subito per il più facile dei tap in.

29′ Entrato da poco in campo al posto di Insigne, Kragl prova la conclusione dal limite, coordinandosi perfettamente non di sinistro ma con il destro, il suo tiro potente viene respinto da Fiorillo.

34′ Contropiede del Benevento con Hetemaj che dal centro serve Del Pinto sulla sinistra, da fuori area il centrocampista prova il tiro in porta, la mira è imprecisa e la palla finisce a lato.

40′ Moncini lanciato in verticale verso l’area di rigore, sbaglia una volta arrivato a tu per tu con Fiorillo complice anche il recupero di Masciangelo.

45′ Punizione per il Pescara dai 25 metri, il destro di Memushaj finisce alle stelle.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.