Sant’Angelo finale thrilling, tre punti in rimonta per la Virtus Benevento

89

SANT’ANGELO A CUPOLO – Minuti finali da incubo per il Sant’Angelo a Cupolo che vede sfumare il successo contro una mai doma Virtus Benevento. La compagine di Gino Miele non si perde d’animo e nel giro di appena sei minuti pareggia e ribalta la gara, prendendosi tre punti fondamentali nella corsa alle posizioni di vertice.

virtus-benevento-santangelo-a-cupolo-46I giallorossi dimostrano di crederci fino alla fine, non scomponendosi davanti al gol del vantaggio messo a segno da Vinciguerra. Solo nel finale, però, un perfetto e preciso calcio di punizione di Tedino, inizialmente in panchina, rimette il match in equilibrio. In pieno recupero, poi, Greco viene atterrato in area, sul dischetto si presenta Di Grazia che non sbaglia consegnando la vittoria nelle mani della Virtus Benevento.

SANT’ANGELO A CUPOLO-VIRTUS BENEVENTO 1-2

SANT’ANGELO: Laghini, Ciullo, Caggiano, Bernardi, Barbato, Ruotolo, Di Pierro, La Macchia, Vinciguerra, De Pierro, Pengue. A disp.: Patrone, D’Arienzo, Gelormini, Ucci, Silvestri, Pastore, Patrone. All.: Errico

V. BENEVENTO: Marinazzo, Ferraro, Ingaldi, Iazzetti, Castiello, Di Grazia, Lepore, Russo, De Rosa, Impronta, Greco. A disp.: D’Andrea, Mesisca, Fragnito, Fiscante, Giorgione, Tedino. All.: Miele

ARBITRO: Michele Iannella di Benevento

MARCATORI: 20’st Vinciguerra, 40’st Tedino, 46’st Di Grazia (rig.)

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.