Quattro gol e tante occasioni, pari tra Atl. Benevento e Sp. Pago Veiano

109

BENEVENTO – Termina in parità il match della domenica mattina tra Atletico Benevento e Sporting Pago Veiano. Un pari agrodolce per le due compagini che devono accontentarsi di muovere la rispettiva classifica. I padroni di casa, costretti a fare a meno di tante, probabilmente troppe, pedine importanti, gettano però al vento l’opportunità di salire al terzo posto. Gli ospiti, di contro, nonostante il pareggio esterno, rallentano la propria rincorsa ai play off, in attesa che la Giustizia Sportiva chiarisca la vicenda col Castelpoto.

IMG_6461Succede tutto nella prima frazione di gioco, anche se alla fine entrambe le contendenti si ritroveranno a mordersi le mani per le occasioni fallite. La prima emozione la regala Michele De Girolamo, l’attaccante dei pavoni non riesce però a imprimere forza al suo colpo di testa. La replica dell’Atletico arriva immediatamente con una bella azione che libera al tiro Petronzi, sfera a lato. Al 12’ un errore della retroguardia di casa libera Carmine De Girolamo davanti a Finizza, pallonetto del capocannoniere del campionato e biancorossi in vantaggio al “Meomartini”. Preso il consueto “schiaffo”, i bianconeri reagiscono. Verdicchio calcia a botta sicura dal limite, conclusione centrale che Pastore devia in angolo. Il tiro dalla bandierina libera Petronzi all’altezza dei venti metri, il centrocampista lascia partire un bolide che vale il pareggio. Rimessa la partita in equilibrio, l’Atletico trema quando un traversone sbagliato di Terlizzo per poco non beffa Finizza. Alla mezz’ora, invece, Iannuzzi pennella al centro una punizione, il preciso e puntuale stacco di testa di Verdicchio vale il sorpasso. Nel finale di tempo la formazione di Ricciolino vanifica gli sforzi fatti. La difesa bianconera non è impeccabile, De Ieso ne approfitta per entrare in area dalla destra e battere Finizza sul primo palo.

L’Atletico torna in campo con un piglio diverso nella ripresa. De Luca impegna subito Pastore, costretto a rifugiarsi in angolo nella circostanza. Finizza, invece, si riscatta con una pronta uscita su De Ieso lanciato a rete. Un minuto più tardi il portiere bianconero è battuto sul colpo di testa a botta sicura di Mercuri, Petronzi salva sulla linea e strozza in gola l’urlo di gioia ai ragazzi di Martino. Iannuzzi prova a caricarsi i suoi sulle spalle. Azione insistita dell’attaccante beneventano e solo l’intervento di Fonzo evita guai peggiori al Pago Veiano. Finizza ferma un’altra azione pericolosa, questa volta di De Girolamo, ma è Verdicchio a fallire incredibilmente la palla del tris calciando alto a due passi da Pastore. Alla mezz’ora ci prova Ascione, sfera a lato di un nulla. L’Atletico preme e produce una grande azione nel finale. Scambio a limite d’area tra Iannuzzi e Verdicchio, l’ex Forza e Coraggio conclude a botta sicura ma Pastore neutralizza. In pieno recupero, gli ospiti sfiorano addirittura il colpaccio. De Ieso si presenta davanti a Finizza, lo supera con un tocco rasoterra ma De Gemmis con uno strepitoso recupero blinda il due a due.

ATLETICO BENEVENTO-SP. PAGO VEIANO 2-2

ATL. BENEVENTO: Finizza, De Gemmis, Biele (37’st Vetrone), Petronzi, Federici, Calandro, Iannuzzi, De Luca (20’st Pisano), Maio, Verdicchio, Ascione. A disp.: Giovanniello, D’Arienzo, Ranauro, Pepiciello. All.: Ricciolino

PAGO VEIANO: Pastore, Fonzo, Coppola, Morganella Do., Terlizzo, Mercuri, Carapella (26’st De Ieso Gio.), De Girolamo C., De Ieso L., De Girolamo M. (44’st Morganella Da.). A disp.: De Ieso Lui., De Ieso Giu., Iadanza, Boffa. All.: Martino

ARBITRO: Mario Petrone di Caserta

MARCATORI:12’pt De Girolamo C., 19’pt Petronzi, 31’pt Verdicchio, 39’pt De Ieso L.

AMMONITI: De Gemmis e Federici per l’Atletico Benevento, Coppola, Fonzo e De Ieso L. per lo Sporting Pago Veiano

La fotogallery di Atl. Benevento-Sp. Pago Veiano

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.