Petriella: “Siamo a un passo dal traguardo, Circello merita la Prima Categoria”

231

Il traguardo della promozione in Prima Categoria è a un passo e Gianvincenzo Petriella, presidente Juventina Circello, non nasconde l’entusiasmo. Nell’ultimo turno di campionato battendo in casa il San Giovanni i gialloblu potrebbero brindare al coronamento di un piccolo sogno: “Oggi era indubbiamente la partita più difficile perché venivamo a giocare a Benevento contro una Virtus molto compatta. Penso che abbiamo vinto meritatamente sul campo. La prima cosa che diremo ai ragazzi però è di concentrarsi sul prossimo impegno perché bisognerà lottare fino alla fine per vincere questo campionato. Naturalmente ci tengo a ringraziare l’intero gruppo per quanto fatto. Questa squadra è motivo d’orgoglio perché è composta da tutti ragazzi del posto. Quando abbiamo rilevato la società era un nostro obiettivo portare avanti un discorso locale, tanto è vero che abbiamo anche la scuola calcio. Non è importante la categoria, è importante avere un’identità”.

Questo sicuramente ha inciso sull’interesse di una comunità sempre presente alle partite del Circello: “Certamente avere ragazzi del posto aiuta perché la squadra viene seguita da giovani e parenti. Questo era un altro dei nostri scopi e fa piacere avvertire tanta vicinanza”.

Il massimo dirigente volge uno sguardo al futuro parlando anche del ricorso presentato dal Castelpoto: “Noi vogliamo vincere, indipendentemente da altre vicende. Eventualmente saremmo disponibili a giocare spareggio o play off. Dopo due ricorsi però non ci aspettiamo un cambio di decisioni e viviamo la vicenda con serenità. In Prima Categoria, nel caso, porteremo avanti le stesse idee di quest’anno”.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.