Torna il Giro d’Italia dilettanti under 23, protagonista la Vejus Tmf

232

Partirà venerdì 9 giugno, da Imola la 40° edizione del Giro d’Italia dilettanti under 23. Si tratta di un prestigioso e agognato ritorno, dopo ben cinque anni di assenza, di una corsa che è sempre stata una fucina di campioni: da Moser a Baronchelli, da Simoni a Pantani, da Pozzovivo ad Aru, tutti grandi protagonisti poi, nel ciclismo professionistico. Non a caso il ciclismo italiano, negli ultimi anni, sta soffrendo di carenza di corridori per le grandi corse a tappe.

La Vejus Tmf sarà al via, insieme ad altre ad altre ventotto squadre, undici delle quali straniere, essendosi conquista su strada il diritto alla partecipazione. La compagine sannita schiererà i seguenti atleti: Mirko Necci di Anagni (Frosinone), Carmine Carratù di Roccapiemonte (Salerno), Angelo Andrea Collodoro di Gela (Caltanissetta), Andrea Calabrese di Spinete (Campobasso), Francesco Pilicano di Palermo ed il colombiano Einer Rubio. Su quest’ultimo si concentrano le attese per la generale e per le tappe più dure, anche Pilicano nelle tappe per passisti dovrà ben figurare. Per tutti dovrà essere un’esperienza rilevante da onorare al massimo.

Molto alto il livello dei partecipanti, al via anche la forte nazionale australiana, quella colombiana e squadre belghe, russe, statunitensi e del Sud’Africa, di fatto tutti i cinque continenti saranno rappresentati. Percorso completo, con otto tappe, e quasi mille chilometri di strada  complessivi; le prime tappe in Emilia Romagna, poi nelle Marche in cui vi sarà anche una cronometro, e la spettacolare ultima tappa con l’arrivo ai 2135 metri di Campo Imperatore sul Gran Sasso, detta cima Pantani, anche in onore della sua vittoria al giro d’Italia dilettanti del 1992.

Molto determinato  il direttore sportivo Donato Polvere che afferma: “lLa squadra  si presenta al meglio all’importante appuntamento, anche come impegno tecnico ed organizzativo, i ragazzi vengono da una preparazione sulle strade del Fortore e del Matese, si presenteranno concentrati e determinati, senza dubbi cercheremo di fare il nostro meglio.” Rai sport dedicherà un’ora di trasmissione quotidiana per tutte le tappe.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.