«Il Foggia in B? La prossima sorpresa come il Benevento di quest’anno»

167

La testa va inevitabilmente al prossimo anno. Vinto il campionato di Lega Pro e nonostante gli impegni ufficiali ancora da onorare e disputare (la Supercoppa in primis) a Foggia è grande la voglia di misurarsi con il campionato di serie B. La conferma arriva dalle parole del direttore sportivo Giuseppe Di Bari, intervistato da Giuseppe Calvi per la Gazzetta dello Sport. Il dirigente rossonero racconta le ambizioni e prende come esempio il Benevento di Marco Baroni.

«I Sannella e i Curci (proprietari del club) hanno la forza economica per competere a certi livelli anche nella categoria superiore. Le due famiglie garantiscono notevole solidità e sapranno, nel caso, valutare l’opportunità di aprire le porte a nuovi soci. In estate, hanno avuto coraggio, tenendo duro dopo le difficoltà nel rapporto con De Zerbi. Da neopromosso, il Foggia avrà l’obiettivo di raggiungere una tranquilla salvezza. Ma gli esempi di Frosinone, Carpi, Spal, dello stesso Benevento, ci danno speranza: chissà, potremmo essere subito la sorpresa della prossima Serie B».

E’ un passaggio dell’intervista rilasciata da Di Bari alla rosea, nella quale conferma la permanenza di Giuseppe Stroppa sulla panchina rossonera e l’intenzione di puntare sull’ex giallorosso Fabio Mazzeo anche nella prossima stagione tra i cadetti.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.