Ferraro: «Stagione positiva, concentrati sul finale di campionato»

Il tecnico del Montesarchio punta alla terza posizione

37

Un quarto posto in classifica, a pari merito con l’Ebolitana, è indubbiamente un risultato di prestigio per il Montesarchio. Tornata quest’anno a calcare il palcoscenico dell’Eccellenza, la compagine caudina sta disputando una stagione egregia. Tante le soddisfazioni ottenute da Befi e compagni, concentrati sul finale di stagione per provare ad agguantare una terza posizione purtroppo inutile per i play off.

Ferraro e Squillante«Il bilancio non può che essere positivo. Mi avevano chiesto una stagione tranquilla per prendere confidenza con la categoria, consapevoli di avere due corazzate nel girone», dichiara Pasquale Ferraro, «qualche punto in più probabilmente lo meritavamo, adesso invece non ci rimane che crearci da soli degli stimoli per provare a riprendere le compagini che ci precedono in classifica».

Se per il Montesarchio si trattava di un ritorno in Eccellenza, per il tecnico di Cervinara invece era un vero e proprio debutto. «Un torneo composto da tutte formazioni organizzate, tolto il Sorrento di quest’anno non ci sono squadre cuscinetto. Senza considerare le due corazzate, che hanno fanno un cammino a parte, penso ci siano tre, quattro compagini dello stesso livello del Montesarchio».

Di un’altra categoria vanno invece considerate le due battistrada: «Il F.C. Sorrento ha un tasso tecnico maggiore, è la più forte. Il Città di Nocera è squadra di categoria, esperta e cattiva. I tre punti di vantaggio in classifica fanno sì che i molossi siano i favoriti per la promozione diretta».

Sabato, intanto, il Montesarchio si giocherà una buona fetta di possibilità di raggiungere il gradino più basso del podio. I caudini saranno ospiti dell’U.S. Scafatese, formazione staccata di un solo punto. «Sarà una partita tra due formazioni tranquille, mi aspetto una bella gara e mi dispiace solo avere tanti infortunati», prosegue Ferraro, reduce dall’amichevole di prestigio con l’Hercolaneum, «mercoledì abbiamo fatto molto bene nel primo tempo, siamo stati padroni del campo tanto che Squillante si è arrabbiato molto con i suoi. Abbiamo preso gol subito, pareggiato e sfiorando il raddoppio in diverse circostanze. Nella ripresa, invece, i tanti cambi hanno inciso sull’esito finale».

Caudini, dunque, concentrati sul finale di stagione, prima di tirare le somme e pensare al futuro: «Aspettiamo la fine del campionato e poi vedremo il da farsi. Per quanto mi riguarda il Montesarchio avrà la priorità».

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.