Tra esoneri e retrocessioni, tempi duri per un ex allenatore del Benevento

302

Non è certamente un periodo brillante per la carriera da allenatore di Giuseppe Galderisi. “Nanu” è stato infatti esonerato nella giornata di ieri dalla Lucchese dopo una serie negativa di sei giornate. Alla base della decisione del club rossonero, tuttavia, ci sarebbero le dichiarazioni dello stesso tecnico, il quale aveva recentemente messo in dubbio la partecipazione ai play off dei toscani dopo un mercato invernale tutt’altro che entusiasmante. Un feeling mai scoccato con la nuova dirigenza della Lucchese, impegnata a far quadrare i conti per evitare un nuovo fallimento.

Per Galderisi, così, è arrivato il secondo esonero dopo la parentesi di Benevento, il primo era maturato il 20 settembre 2012 quando fu costretto a lasciare la Salernitana. Alla guida dei granata era arrivato in seguito all’esperienza con la Triestina, presa in corsa d’opera e retrocessa dopo i play out. Non esaltante neanche l’esperienza portoghese con l’Olhanense, iniziata nel gennaio 2014 e culminata con l’ultimo posto e la retrocessione in Segunda Liga. L’annata successiva subentra nuovamente a stagione iniziata alla Lucchese, permettendo al club di salvarsi senza però ottenere la riconferma. Il ritorno avviene nel marzo 2016 e dura esattamente un anno, il tempo di lasciare posto e spazio a Giovanni Lopez sulla panchina delle Pantere.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.