Un segnale positivo: Benevento imbattuto con l’arbitro designato per Perugia

327

Le prime designazioni di Nicchi fanno sorridere il Benevento. Al “Curi” di Perugia, infatti, i giallorossi troveranno un arbitro con il quale non hanno mai perso in stagione. A dirigere la sfida sarà infatti Rosario Abisso di Palermo. Il fischietto siciliano ha incontrato quattro volte la Strega in campionato e il bilancio racconta di tre successi e un pareggio. Le tre vittorie sono arrivate tutte in casa contro Spal (2-0), Cittadella (1-0) e Avellino (2-1), mentre l’unico pari risulta essere quello di Verona (2-2).

Saranno, invece, Daniele Bindoni di Venezia e Giovanni Baccini di Conegliano i due assistenti, si tratta della stessa coppia designata per il derby di andata di Avellino terminato 1 a 1. Entrambi vantano un precedente con il Benevento insieme ad Abisso, Bindoni con l’Avellino al ritorno (2-1) e Baccini in quel di Verona. Il primo, inoltre, era l’assistente in occasione del 4 a 0 rifilato a domicilio al Bari, mentre il secondo c’era nello 0 a 0 di campionato col Perugia.

Il quarto uomo per la semifinale play off di ritorno sarà Maurizio De Troia di Termoli, professione assistente, ha incrociato il Benevento due volte al “Vigorito” in occasione della pirotecnica sconfitta col Bari (3-4) e in occasione della vittoria per 2 a 1 sulla Ternana.

Gli addizionali al “Curi“, infine, saranno Gianluca Aureliano di Bologna ed Eugenio Abbattista di Molfetta. Il fischietto emiliano ha diretto quattro volte i giallorossi in questa serie B, arbitrando tra l’altro la sfida di andata proprio col Perugia (0-0). Gli altri tre precedenti sono a Latina (1-1) e in casa con Carpi (3-0) e Ternana (2-1). Il direttore di gara pugliese, invece, ha incrociato la formazione di Baroni due volte in terra sannita contro Spezia (1-0) e Virtus Entella (0-0).

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.