Viareggio – Benevento 2-1. Cronaca e osservazioni sul match.

222

Reti: 12′ Altinier (B), 20′ Cesarini rig. (V), 78′ Zaza (V).

VIAREGGIO (3-5-2): Gazzoli; Conson, Fiale, Licata; Carnesalini, Cristiani (89′ Calamai), Maltese (76′ Berardocco), Pizza, Pellegrini; Cesarini (69′ D’Onofrio), Zaza.
A disp.: Merlano, Sorbo, Lepri, Scardina.  All. Pinna (Cuoghi squalificato).

BENEVENTO (4-3-3): Gori; D’Anna, Siniscalchi (80′ Vacca), Rinaldi, Frascatore; Rajcic, La Camera (52′ Kanouté), De Vezze; Cia, Altinier, Sy (52′ Cipriani).
A disp.: Mancinelli, Signorini, Pedrelli, Luisi. All.: Imbriani.

Arbitro: Sig. Aureliano di Bologna.
Assistenti: Sigg. Giampetruzzi di Chiavari, e Boz di Aosta.
Ammoniti: 3′ Licata (V), 15′ Carnesalini (V), 20′ Rinaldi (B), 39′ Cristiani (V), 48′ Rajcic (B), 65′ D’Anna (B).
Angoli: 3-3

La delusione è tanta, e non avremmo mai voluto scrivere di queste cose, ma parlare d’altro.
Purtroppo il nostro lavoro è quello che è, e quindi bisogna per forza assolverlo in un modo o nell’altro.
Per la prima volta in 6 confronti il Viareggio vince contro il Benevento e con la contemporanea vittoria del Sorrento sulla Pro Vercelli, la sconfitta relega i sanniti al 6° posto definitivamente, con nessuna possibilità di giocarsi i play-off nella prossima giornata in casa contro il Monza, gara che diventerà inutile ai fini del campionato.

E pensare che l’inizio del match si era messo anche decisamente bene con una bella discesa sulla destra di D’Anna, che dribblando un paio di avversari raggiunge poi il fondo mettendo in mezzo per Altinier che incorna di testa e mette in rete sul secondo palo.
Non passano neanche dieci minuti dal vantaggio giallorosso, neanche il tempo di goderne, e il Viareggio perviene al pareggio su rigore di Cesarini: Zaza e Cesarini triangolano tra loro, quest’ultimo viene steso da una scivolata di Rinaldi (ammonito anche nell’occasione) e l’arbitro concede il rigore per i padroni di casa, il secondo consecutivo dato contro il Benevento nelle ultime due giornate. Sul dischetto va lo stesso Cesarini che non sbaglia, spiazzando Gori.

Il primo tempo procede senza particolari sussulti, e assistiamo ad una partita veramente mediocre da parte dei giocatori giallorossi. Nel secondo tempo Imbriani e Martinez decidono di cambiare Sy e La Camera con Cipriani e Kanouté, provando dunque le due punte in attacco, e una maggiore vivacità offensiva.
Da mangiarsi letteralmente le mani l’occasione che capita sui piedi del giovane Kanouté, perfettamente servito da De Vezze che entrato in area sulla destra, finta il tiro e crossa in mezzo per l’esterno senegalese, tutto solo nell’area piccola, con solo Gazzoli davanti. Kanouté poteva fare quello che voleva ma calcia al volo sparando alle stelle quello che poteva essere il pallone del vantaggio per i giallorossi.

Oltre a questo, arriva anche il gol della beffa, per una punizione dubbia concessa dall’arbitro Aureliano al limite dell’area giallorossa. Sul pallone va Zaza, Gori mette colpevolmente una barriera con pochi uomini, basta una leggera deviazione ed ecco il vantaggio dei toscani.
Poco più tardi il Benevento ha l’occasione di pareggiare con Rajcic anche lui tutto solo sul dischetto, quasi un rigore in movimento, ma sbaglia clamorosamente tirando addosso a Gazzoli che si guadagna i cori dell’intero stadio dei Pini per aver impedito il gol del pareggio.
L’arbitro concede inoltre 5 minuti di recupero, ma la brutta notizia arriva dal campo Italia di Sorrento: i costieri sono passati in vantaggio, e ciò concretizza l’uscita dai play-off del Benevento con ben una giornata d’anticipo dalla fine del campionato.

Nulla cambia nei minuti di recupero, i giallorossi lasciano mestamente il terreno di gioco, e capitan D’Anna, seguito poi dal secondo portiere Mancinelli va a scusarsi con i pochi tifosi giunti fin lì in Toscana.
Della partita oltre l’amaro in bocca ci resterà impressa anche la fastidiosa voce di una supporter viareggina che in tribuna da prima della partita fino ad oltre la fine della stessa, non ha mai mancato di inveire contro l’arbitro, i guardalinee e i giocatori giallorossi. W lo sport!

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.