Valentino Ferrara, archiviate le ultime trasferte si guarda ai prossimi impegni

19

Terminata un’altra intensa settimana di gare per la Scuola Pallamano “Valentino Ferrara”, chiusa con le trasferte di Conversano, per il settore maschile della serie A1, e di Fondi per il settore femminile della serie A2.

La trasferta pugliese vedeva i ragazzi guidati da Mr. Giovanni Nasta affrontare l’attuale seconda forza del girone C. L’Accademia Conversano ha dimostrato di essere una compagine compatta, che sfrutta sempre tutte le occasioni che ha a disposizione. I pugliesi hanno affrontato la gara con molta concentrazione, cosa che non è riuscita, se non a tratti, a Capitan Iannotti e compagni. Infatti, la partita ha visto i primi cinque minuti tutti di marca pugliese con un parziale di 4 a zero e poi 7 a 1 a favore dei padroni di casa, tanto che bisognava attendere la metà del primo tempo, per avere una reazione da parte dei sanniti, che si affidavano agli esperti fratelli Luciani per riequilibrare la contesa e trasmettere quella serenità ed esperienza che ancora manca ai giovanissimi atleti gialloverdi. Così al 18’ minuto, ricucite le distanze, il Conversano conduceva per 9 a 7, con i gialloverdi molto più compatti in difesa ed efficaci in fase conclusiva. Il parziale di 6 a 2 lasciava ben sperare per il prosieguo della gara, ma, dal 25’ minuto, sul punteggio di 15 a 12 per i padroni di casa, una serie di banali errori, specialmente in fase di ripartenza, sprecavano il buon lavoro difensivo e permettevano al Conversano di sfruttare un altro passaggio a vuoto dei giovani sanniti, con un parziale di 5 a zero che chiudeva la prima frazione di gioco sul 20 a 12.

valentino-ferrara-fondi-69Molta serenità trasmessa nell’intervallo da Mr. Nasta che chiedeva ai suoi giovani, in particolare, di non ripetere gli errori commessi durante il primo tempo della partita, soprattutto reclamava più concentrazione in fase difensiva e nelle ripartenze, così da evitare quei passaggi a vuoto, molto frequenti, che finiscono per complicare, come spesso accade, delle buone prestazioni. Così al rientro in campo, rinfrancati, i giovani atleti sanniti, Ievolella, De Luca, Iannotti, D’Addona e i fratelli Mancini, con un Pereira più incisivo, mettevano in atto una difesa più attenta sfruttando le parate dei portieri Pedrini e Randes in particolare. Una lenta rimonta, fino al 20’ minuto della ripresa, quando si portano a sole tre lunghezze dai padroni di casa, sul punteggio di 30 a 27. Il Conversano sembra in difficoltà ed il tecnico dei pugliesi opta per un time out. L’interruzione sortisce l’effetto sperato, con i sanniti che pur continuando ad esprimere una buona fase difensiva, subiscono il ritorno dei più esperti padroni di casa, con Iballi e Recchia che li riportano sul + 5, Siamo 32 a 27 e Mr. Nasta opta per il time out chiedendo un ultimo sforzo. Al rientro arriva la reazione dei sanniti che però non concretizzano ben due controfughe sul 34 a 30, complice l’ottima serata del portiere del Conversano. La delusione per le occasioni mancate permette al Conversano di piazzare negli ultimi 2 minuti e 20’’ un parziale di 5 a 1, che chiude la gara con il punteggio di 38 a 31. Il tabellino della gara vede Allan Pereira chiudere con 13 reti, Francesco Ceccarini con 9 reti, Antonio Mancini e Antonio De Luca con 3 reti ciascuno e Mario D’Addona e Roberto Luciani con 1 rete.

Contestualmente, in casa gialloverde, anche le ragazze della serie A2, erano impegnate in trasferta, nella prima gara del girone di ritorno, in una sfida altrettanto difficile, di scena a Fondi, con le laziali attualmente in seconda posizione. La gara, già di per se complicata, che ha visto alcune assenze proprio tra le atlete più esperte, è stata l’occasione d’esordio da titolari per le piccole under 14 ed under 16. Il Fondi si è aggiudicato l’incontro con il punteggio di 36 a 12. Il tabellino ha visto Nunzia Fasulo realizzare 7 reti, Francesca Meoli 4 reti e Rosa Iannotti 1 rete.

Chiuso il weekend di trasferte, si ritorna subito in campo con tutte le categorie impegnate nei
rispettivi campionati di serie. I primi a scendere in campo, subito dopo l’allenamento, saranno i ragazzi impegnati nel campionato di A1, con l’under 20, che stasera affronteranno l’Handball Lanzara per proseguire la striscia vincente e confermare la loro leadership, così da raggiungere al più presto la matematica certezza del titolo regionale. Successivamente, mercoledì, toccherà all’under 18 contro l’Atellana. Poi sarà la volta dell’under 14 impegnata, in trasferta, contro il Torre del Greco. La settimana terminerà con la gara casalinga, della serie A1, al Palatedeschi, sabato 19 febbraio alle 17,30 contro il Gaeta e con la gara della serie A2 femminile, che ospiterà la capolista Messina, domenica mattina alle 11,00.

Anche se non ha portato punti, la trasferta di Conversano ha rimarcato, ancora una volta, il buon lavoro svolto fino ad ora, che con il tempo ha solo bisogno di consolidarsi. I nostri ragazzi hanno a disposizione ampi margini di crescita e la loro maturazione non tarderà ad arrivare. Tale obiettivo potrà essere raggiunto solo giocando simili gare e facendo tesoro degli errori commessi. A due gare dal termine della regolar season, esorto tutti a continuare con la proverbiale caparbietà e con la costanza e l’impegno negli allenamenti, caratteristica che contraddistingue tutti gli atleti delle varie formazioni della Scuola Pallamano “Valentino Ferrara”. Ora ci attende la partita con il Gaeta, che sarà certamente una bella gara di pallamano, con due compagini che credono molto nel lavoro svolto sui propri giovani atleti e al di la del risultato del campo, sono certo che entrambe le società, al termine della stagione agonistica, raccoglieranno il frutto dei propri sforzi nel settore giovanile, che gli garantirà, negli anni a venire, una solida base su cui costruire delle ottime formazioni“, queste le parole del Presidente Mario Luciano.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista, appassionato di calcio minore e girovago di redazioni. Inizia con il Sannio Quotidiano, passa a Sannio Calcio, torna al Sannio Quotidiano, apre un blog Sannio in campo e infine approda a Sannio Sport. Per la serie "dove c'è Sannio, c'è casa". L'accenno di capelli bianchi non è dovuto all'età ma all'esperienza maturata.