Trapani Benevento 2-0, più un’amichevole che una gara ufficiale

118

Trapani Benevento si conclude sul punteggio di 2-0 per la squadra di casa, con gol di Pagliarulo e Coulibaly, una rete per tempo. Tra i migliori capitan Maggio, insufficiente gran parte della squadra.

MANFREDINI 6 – Torna in campo dopo 10 mesi dalla sua prima presenza col Benevento, un 1-0 casalingo alla 4a giornata contro il Cosenza. Non ha colpe sui due gol avversari.

MAGGIO 6.5 – Uno dei più positivi in questo 2-0 fuori casa. Cerca di dare una mano come può ai giovani Gyamfi e Basit, scende spesso per dare una mano ad un attacco asfittico, fa quel che può, una sua chiusura è provvidenziale su Piszczek al 28′.

GYAMFI 5,5 – Gioca per la seconda volta da centrale di difesa, ma mentre al debutto fu “Superman” contro il Crotone, quest’oggi è stato “Clark Kent”. Assiste da spettatore al vantaggio siciliano, guardando Pagliarulo colpire prima di testa e poi di piede. Esce perché già ammonito.  [dal 55′ VOLTA 5,5 – così come fece con Simy a Crotone, fa anche con Dalmonte, non andando mai a contrastarlo, e permettendogli, in area, di fare assist per il 2-0 di Coulibaly].

CALDIROLA 6 – Torna titolare dopo le due giornate di squalifica, anche lui un po’ come tutti nel Benevento, sembra aver mollato un po’ la presa una volta raggiunta la matematica promozione in serie A. Prova a cercare di testa la rete della bandiera sull’ultimo calcio d’angolo della gara.

BARBA 6 – E’ meno efficace rispetto a quanto già fatto in occasioni precedenti da centrale. Non gioca da “terzino bloccato” perché più volte riesce a scendere per mettere in mezzo, ma difetta di precisione. [dal 67′ IMPROTA 5 – eravamo abituati a vederlo subentrare e migliorare le sorti della sua squadra con uno o più “strappi” dei suoi. Stavolta arriva sempre secondo sui palloni contesi e quando in vantaggio si fa recuperare]

KRAGL 5,5 – Molto meglio quando nella ripresa con l’entrata di Improta al posto di Barba, prende il posto di quest’ultimo sulla linea difensiva, piuttosto che nella posizione avanzata con la quale inizia la gara. E’ un bel po’ di tempo che non riesce a trovare la via della rete, nonostante oggi abbia avuto diverse occasioni su punizione. Lontano dai suoi standard migliori.

HETEMAJ 6 – E’ l’unico che regge in un centrocampo molto “molle” composto dall’esordiente Basit e il “né carne né pesce” Tello. [dal 67′ DEL PINTO 6 – Contrariamente a quanto eravamo abituati a vedere, entra non per mantenere il risultato, ma per tentare di ribaltarlo. Ma in tutta onestà da lui non ci si può aspettare il miracolo].

BASIT 5,5 – Prima da titolare per il giovane centrocampista ghanese, una partita non facile  per lui perché il Trapani aveva forti motivazioni, e quindi non ha avuto un attimo di respiro lì in mezzo. Prende anche il suo primo giallo in giallorosso e in serie B. [dal 55′ INSIGNE 6 – Dà un po’ più di vivacità in attacco, uno dei pochi a cercare uno spunto, e che tenta di concludere in porta, ma senza fortuna].

TELLO 5 – Per quella che è la sua “storia”, e le sue capacità atletiche, ci si aspetterebbe di più da parte sua, dovrebbe trascinare insieme ad Hetemaj il giovane Basit, ma non riesce in nulla di tutto ciò.

MONCINI 5 – Un’altra prova incolore per il centravanti giallorosso. A sua parziale discolpa c’è il fatto che non riceve neanche una palla giocabile, ma a differenza dell’ex Coda, non va neanche a cercarsene una. [dal 75′ SAU 5,5 – Entra sul 2-0 per il Trapani, e da lui si attende un possibile segnale di riscossa, cosa che però non avviene, e si perde nel grigiore generale].

DI SERIO 6 – Rispetto a Moncini, alla sua prima da titolare, il giovane attaccante napoletano cerca di impegnarsi il più possibile. Nella ripresa sul risultato già di 2-0, prende anche un palo su respinta di Carnesecchi su una conclusione centrale di Kragl.

Il tabellino:
Trapani – Benevento 2-0
Reti: 
35′ Pagliarulo (T), 73′ Coulibaly (T)

Trapani (3-5-2): Carnesecchi; Pagliarulo, Scognamillo, Buongiorno; Kupisz, Luperini, Odjer, Scaglia (59′ Coulibaly), Grillo; Piszczek (59′ Dalmonte), Pettinari (78′ Evacuo).
A disp.: Kastrati, Stancampiano; Ben Shay, Canino, Fili, Fornasier; Aloi, Jakimovski, Taugourdeau.
All.: Castori.

Benevento (4-3-3): Manfredini, Maggio, Gyamfi (55′ Volta), Caldirola, Barba (67′ Improta); Basit (55′ Insigne), Hetemaj (67′ Del Pinto), Tello; Kragl, Moncini (dal 75′ Sau), Di Serio.
A disp.: Montipò, Gori; Rillo, Gentile, Pastina, Tuia.
All.: Inzaghi.

Arbitro: Sig. Giacomo Camplone della sezione AIA di Pescara.
Assistenti: Sigg. Andrea Tardino della sezione AIA di Milano e Gamal Mokhtar della sezione AIA di Lecco.
Quarto uomo: Sig. Valerio Maranesi della sezione AIA di Ciampino.
Ammoniti: 7′ Scaglia (T), 24′ Basit (B), 37′ Gyamfi (B), 65′ Hetemaj (B)
Angoli: 7-3 (Pt 6-2)
Recupero: Pt 2′; St 5′.

Le azioni dei gol:

35′ Sul secondo calcio d’angolo consecutivo, Luperini anticipa tutti colpendo di testa, la palla tocca la traversa, e rimbalza per terra, all’interno del campo, sulla respinta ci va anche Pagliarulo che sempre di testa colpisce la traversa, mentre la palla scende, Pagliarulo ribadisce in rete di piede. 1-0.

73′ Dalmonte scatenato, recupera una palla dopo una sua conclusione, va a scambiarla sulla sinistra, entra in area guardato a distanza da Volta che non interviene, palla in mezzo e dietro per Coulibaly che di piattone mette in rete per il 2-0.

 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.