Il Toro Club di Benevento ringrazia tutti per “Il Toro nella città delle Streghe”

86

Dopo la gara tra Benevento e Torino della scorsa settimana, vinta dai granata, il presidente del Toro Club Benevento, Daniele Capossela ha voluto inviare una lettera di ringraziamento a tutte quelle persone e associazioni che hanno permesso la buona riuscita della manifestazione “Il Toro nella città delle Streghe”:

beneventoA pochi giorni dalla manifestazione “Il Toro nella città delle Streghe”, organizzata dal Toro Club Benevento di cui mi onoro di essere presidente, sento il dovere, oltre che il bisogno, di esprimere il mio grazie a chi ha reso possibile la piena riuscita dell’iniziativa. Nemmeno nelle più rosee aspettative io e gli altri membri del club che hanno collaborato più attivamente all’organizzazione (Luca Maio, Raffaele Castagnozzi, Cosimo Maio, Ornella Di Dio…), avremmo potuto immaginare un successo così straordinario. Il nostro intento era duplice: promuovere la città di Benevento e le sue bellezze ai tanti visitatori che sono giunti nel Sannio in occasione di Benevento – Torino; offrire una occasione di incontro e di cultura intorno al ricordo del Grande Torino, la squadra diventata leggenda che fa parte della storia – non solo sportiva – dell’Italia intera. E devo dire che in entrambi i casi abbiamo centrato l’obiettivo, ben al di là delle previsioni della vigilia.

beneventoI tanti fratelli granata che hanno invaso Benevento nello scorso week end hanno potuto scoprire una città stupenda, la sua storia e le sue bellezze monumentali, ma anche toccare con mano lo spirito accogliente e genuino della gente di Benevento che ha fraternizzato con gli ospiti granata, dimostrando sul campo che lo sport è veicolo di unione e non di divisione, è strumento di crescita umana e culturale e non può limitarsi al solo evento del campo. In questa occasione mi piace citare – tra i tanti commenti entusiastici che abbiamo ascoltato sulla nostra città – le parole pronunciate dal direttore generale del Torino FC, Antonio Comi, che girando per il centro storico ha detto: “Benevento è incantevole, la metto tra le tre città del Sud Italia più belle insieme a Lecce e Palermo”.

Un attestato significativo, che si somma alle decine e decine di apprezzamenti che abbiamo ascoltato con piacere e orgoglio dai molti tifosi granata che hanno affollato Benevento sabato e domenica scorsa. Abbiamo avuto il piacere di ospitare in città tifosi del Toro provenienti dalla Sicilia (il gruppo più numeroso con 30 persone di varie province), Torino, Asti, Alessandria, Roma, Cassino, Jesi, Vasto, Foggia, Brindisi, Melfi, Modena, Catanzaro, Reggio Calabria e altri ancora. E tutti ci hanno ringraziato per l’opportunità di conoscere una città bellissima, che solo in pochissimi conoscevano prima di questa occasione. Un mare di ringraziamenti che volentieri condividiamo con tutta la città di Benevento.

beneventoL’altro obiettivo della manifestazione “Il Toro nella città delle Streghe”, era quello di offrire una occasione di incontro nel ricordo del Grande Torino, con l’esposizione nello splendido scenario di Palazzo Paolo V, di cimeli riguardanti l’epopea di Valentino Mazzola e compagni, e la presentazione del libro “Il Grande Torino. Campioni per sempre”. Il museo è rimasto aperto nell’intera giornata di sabato e nella mattinata di domenica, ricevendo la visita di tantissime persone. Difficile quantificare con precisione le presenze, ma posso affermare con sicurezza che i visitatori sono stati ampiamente oltre i 1200 (calcolo fatto molto per difetto).

Persone di ogni età e di ogni fede calcistica (come si evince anche dal registro delle firme dei visitatori) che hanno ammirato quei cimeli provenienti dal museo del Grande Torino di Grugliasco. In tanti si sono emozionati e non hanno nascosto la commozione nel vedere immagini, giornali dell’epoca, scarpette e quel pallone che è stato calciato da Mazzola, Gabetto, Loik e tutti gli altri campioni di quel Torino. Non a caso quella squadra, entrata nella leggenda il 4 maggio 1949, è tutt’oggi patrimonio di tutto il calcio italiano e di tutta Italia, senza divisioni di tifo e di campanile.

beneventoAlla luce di questi straordinari risultati che la nostra manifestazione ha ottenuto, è doveroso dire qualche grazie sentito a chi con diverse modalità e tempistiche, ha contribuito alla sua riuscita. Prima di tutto grazie a tutta la città di Benevento che nella sua stragrande maggioranza ha capito il senso de “Il Toro nella città delle Streghe”, accogliendola con favore e partecipandovi con interesse. Grazie al sindaco Clemente Mastella, al vice sindaco Mario Pasquariello, al delegato allo sport Enzo Lauro, che hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa e hanno presenziato alla manifestazione. Grazie al delegato provinciale del Coni Mario Collarile e al suo staff, che hanno partecipato, sposando in pieno il senso della manifestazione e i valori che ne erano alla base. Grazie alla cooperativa sociale Ideas, che ha concesso gratuitamente gli splendidi spazi espositivi e la sala conferenze di Palazzo Paolo V per lo svolgimento della manifestazione. Grazie a quegli amici che hanno contribuito con una piccola sponsorizzazione alla riuscita dell’evento. Grazie a Stefano Forgione e agli altri componenti dell’associazione Verehia, che con competenza e professionalità hanno guidato nella visita alla città gli ospiti, facendoli letteralmente innamorare di Benevento. Grazie a tutti gli organi di informazione, sia nazionali che locali, che hanno dato un grande risalto alla manifestazione “Il Toro nella città delle Streghe”. Grazie ai numerosi Toro Club d’Italia che hanno accolto il nostro invito a vivere in maniera diversa e piena la trasferta di Benevento. Grazie ai tanti tifosi del Benevento Calcio che ci hanno onorato con la loro presenza e il loro incoraggiamento, e che hanno capito che la nostra iniziativa aveva una valenza che andava ben oltre la fede calcistica.

beneventoGrazie ai nostri ospiti d’onore: Franco Selvaggi, ex giocatore del Torino e campione del mondo nel 1982 con la nazionale azzurra, che insieme alla sua signora, ci ha offerto l’occasione di fare amicizia e di conoscere un uomo di sport straordinario; Giampaolo Muliari, direttore del Museo del Grande Torino di Grugliasco che, insieme al figlio Alessandro, ha scelto i cimeli da esporre a Benevento e li ha proposti al pubblico beneventano, raccontando le emozioni di chi quotidianamente si adopera per tenere in vita la straordinaria storia del Grande Torino e la sua memoria; Andrea Pelliccia, scrittore e coautore del libro “Il Grande Torino. Campioni per sempre”, che ha emozionato la platea narrando qualche episodio della leggenda granata contenuta nel libro.

Infine l’ultimo grazie, ma anche il più sentito, va al Torino FC, che ha aderito con entusiasmo al nostro invito. E’ stato, per noi del Toro Club Benevento, un grandissimo onore ospitare nella conviviale dell’evento, il direttore generale granata Antonio Comi e il responsabile dell’ufficio stampa, Piero Venera, nonché la troupe di Torino Channel. La loro presenza ha reso magica l’intera iniziativa, gratificando i nostri sforzi e dandoci quella spinta di entusiasmo per proseguire nelle attività del Club. A ricordo di questo incontro con i vertici del Torino FC, custodiremo con orgoglio la maglia granata appartenente ad Emiliano Moretti, con gli autografi di tutti i calciatori, che il direttore Antonio Comi ha donato al Toro Club Benevento.

beneventoDopo i ringraziamenti, delle scuse doverose ai miei concittadini per la presenza del Toro Club Benevento nel settore ospiti. Non volevamo offendere nessuno soprattutto con la presenza di qualche bandiera con la scritta Benevento. Il tutto è avvenuto in totale buona fede, senza alcuna intenzione di offendere il popolo Beneventano. Il tutto è stato dettato dalla passione per il calcio che dovrebbe unire e non dividere i tanti appassionati. a questo sport. Ognuno gioisce  per i propri colori, ma questo non significa rinnegare le proprie origini o rinnegare l’amore verso la propria terra.

Siamo davvero felici per la riuscita della manifestazione, che ci ha fatto rapidamente dimenticare la fatica che abbiamo compiuto nelle settimane precedenti l’evento. E siamo pronti a ripetere iniziative del genere anche nelle prossime stagioni, convinti come siamo che il Benevento Calcio saprà guadagnarsi la permanenza in serie A (anche con il nostro convinto tifo), meritandosi per parecchi anni ancora il meraviglioso palcoscenico del massimo campionato.

[Daniele Capossela – Presidente Toro Club Benevento]