La salvezza del Benevento non è più utopia, anche Gianni Improta ne è convinto

534

beneventoLa salvezza del Benevento non sembra più impossibile come qualche mese fa. Le due vittorie consecutive ottenute contro Chievo Verona e Sampdoria hanno caricato tutto l’ambiente. Salvezza dura, certamente, ma non più una chimera. Ne è convinto anche il ‘Baronetto di Posillipo’ ossia Gianni Improta che, ai colleghi del portale Pianetazzurro.it, ha affermato quanto segue: “La campagna acquisti del Benevento è stata fatta puntando su giovani interessanti ma non esperti della categoria.  Bisognava affiancargli persone esperte e creare una spina dorsale”.

benevento

Ecco, secondo Improta, l’errore dal quale è scaturito tutto: “Un errore che ho davanti agli occhi è quando si poteva conseguire il primo punto nella partita casalinga contro il Torino; invece, con la voglia matta di voler vincere si finì col perdere la partita. Da lì è partito tutto”. “Sono convinto – prosegue l’ex mister di Catanzaro, Savoia e Juve Stabia – che se la squadra avesse conseguito quel punto con il Torino la stagione sarebbe cambiata”.

“Penso che la società  abbia fatto un discorso normale, così come è giusto che faccia una dirigenza che non ha programmato la categoria. Il Benevento era appena arrivato in B e non aveva progettato la promozione in serie A. Voleva sopperire con l’entusiasmo a certe mancanze”.

benevento

“L’entusiasmo va bene  – continua Improta –  ma bisogna mettere dentro anche calciatori di esperienza”. Ed è quello che la società sta facendo. “La dirigenza è solida – conclude Improta –  e i tifosi non hanno fatto mai mancare il loro apporto. Speriamo bene”.