Prossimo avversario: Carpi

289

Dopo il ritorno alla vittoria in trasferta, in quel di Pavia, il Benevento affronterà in casa il lanciato Carpi, squadra partita con propositi di salvezza ma che al momento attuale sta lottando per una posizione in zona playoff.

Il Carpi finora ha accumulato 22 punti, frutto di 7 vittorie, 1 pareggio e 5 sconfitte. I gol messi a segno sono 21, quelli subiti 11. Per quel che riguarda le singole gare in trasferta, lo score dei modenesi è il seguente: 1 vittoria, 1 pareggio e ben 4 sconfitte, con 5 gol fatti e 6 subiti; ma qui c’è un “distinguo” da fare, visto che l’unica vittoria fuori casa conseguita nella prima giornata contro il Viareggio, in realtà è un 3-0 a tavolino perché il Viareggio schierò un giocatore squalificato, Monopoli. In quella gara il Carpi perse 3-2, quindi si può dire che la squadra modenese ha due facce: una positiva in casa, dove ha vinto quasi sempre (6 vittorie su 7 giocate) ad eccezione della sfida contro il Taranto; ed una negativa fuori, dove ha quasi sempre perso (4 perse su 6 giocate).

Il Carpi è stato fondato nel 1909 con il nome di Jucunditas Carpi (jucunditas dal latino “felicità”), e nei primi anni le attività furono a livello amatoriale. Nel 1919 cambia denominazione in Associazione Calcio Carpi, e negli anni successivi milita quasi sempre in seconda divisione poi diventata prima divisione (l’attuale serie B) che però era disputata ancora a livello regionale con torneo all’italiana e successivi turni eliminatori. Nel 1922-23 il Carpi perse la finale della Lega Nord con la Biellese che però l’anno successivo non venne promossa comunque, per una nuova riforma dei campionati.
Difatti la compagine emiliana si ritrovò a disputare negli anni trenta diverse stagioni nelle categorie regionali, fino a salire in serie C nel 1935-36.
Dieci anni dopo il Carpi vince il girone I di serie C ma viene poi escluso dal torneo per motivi disciplinari, non potendo quindi disputare le semifinali per la promozione nella serie cadetta.
Negli anni cinquanta il Carpi torna a disputare campionati a livello regionale e nei primi anni sessanta dopo essere stato promosso in D, arriva anche la promozione in C nel 1963-64. Altre promozioni in C, avvengono nel ’73-74, nel ’77-78 (C2) e nel 1987-88 ma questa volta per meriti sportivi. Nella stagione successiva, il Carpi viene promosso in C1 dalla quale retrocederà nel 1992-93, per poi venire subito ripescato. Negli anni novanta il miglior risultato del Carpi, che perde la finale playoff per la B contro il Monza, dopo essere arrivato 3° in campionato. Nel 1999-00 dopo essere retrocesso in C2, ed essere arrivato nuovamente ultimo, il Carpi fallisce per motivi economici, e rinasce con una nuova denominazione societaria, FC Carpi Calcio 1909 e riparte dall’Eccellenza.
Nel 2001-02 viene promosso in D, nel 2009-10 viene ripescato in Lega Pro 2a divisione, e l’anno scorso vince il campionato venendo promosso in Lega Pro 1a divisione, arrivando secondo in finale di Coppa Italia Lega Pro.

In totale il Carpi ha disputato 6 campionati in seconda e prima divisione (corrispondenti all’attuale B), 36 campionati in C, e 38 in D. Nel proprio palmares figurano 3 campionati vinti in serie D (1963-64, 1973-74, 1977-78) e 1 in Lega Pro 2a divisione (2010-11).

Per quanto riguarda i precedenti con il Benevento non ve ne sono, visto che le due società non hanno mai militato nello stesso campionato; quindi quello di domenica sarà un confronto inedito tra le due squadre. Diversamente, anche se pochi, vi sono degli ex: il difensore Ciro Caruso nel 1996-97 al Carpi con 14 presenze e 3 gol, e al Benevento con 8 presenze e 2 gol nel 2000-01; il portiere Gianluca Alberti proveniente proprio dal Carpi, al Benevento nel 1991-92 con 7 presenze; e infine l’allenatore ungherese József Zilisy (italianizzato in Giuseppe Zilizzi), che ha allenato il Benevento nel 1935-36 e successivamente il Carpi nel 1942-43.

Tornando al presente, la formazione allenata da mister Egidio Notaristefano (che ha sostituito il dimissionario Massimiliano Maddaloni) è così composta:

Portieri:
Bastianoni (’91) – Mandrelli (’75).

Difensori:
Bova (’84) – Cioffi (’75) – De Paola (’90) – Laurini (’89) – Lorusso (’91) – Marchi (’91) – Poli (’89).

Centrocampisti:
Calamai (’91) – Cenetti (’89) – Concas (’86) – Di Gaudio (’89) – Memushaj (’86) – Pasciuti (’89) – Perini (’85) – Perrulli (’85) – Sogus (’82).

Attaccanti:
Cesca (’80) – Eusepi (’89) – Kabine (’84) – Pietribiasi (’85) – Potenza (’86).

Il modulo adottato di solito è il 4-4-2, e la probabile formazione che scenderà in campo domenica, potrebbe essere questa:
Bastianoni; Laurini, Cioffi, De Paola, Lorusso; Concas, Perini, Memushaj, Di Gaudio; Eusepi, Cesca.

ózsef Zilisy

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.