PAGELLE Milan Benevento 2-0, un gol per tempo regola un Benevento mai domo

146

Milan Benevento 2-0, reti di Calhanoglu ad inizio primo tempo, e di Theo Hernandez nella ripresa. I giallorossi nonostante la rete del turco che poteva tagliare le gambe, non si è abbattuto e ha continuato a controbattere colpo su colpo. Vicino alla rete del pareggio nella prima frazione con Iago Falque e Lapadula, il Benevento ha subito la seconda rete dopo aver protestato per un offside (che non c’era) di Ibrahimovic. I sanniti per l’impegno profuso in campo avrebbero meritato almeno la rete della bandiera, anche grazie a Montipo’ che ha fatto almeno 9 parate decisive nel corso di tutti i 90′, peccato che anche in quest’occasione non sono arrivati punti fondamentali per la classifica che ora si fa sempre più nera a sole quattro giornate dal termine della stagione.

montipo'MONTIPO’ 7 – Incolpevole sul gol di Calhanoglu, respinge la conclusione di Ibrahimovic ma non riesce a fare altrettanto sulla successiva ribattuta di Hernandez. Nel corso della serata fa più di una parata che mantiene i suoi in partita. Il migliore dei suoi.

DEPAOLI 5,5 – Maggiormente disciplinato tatticamente, sarà forse per il fatto di giocare nella “Scala del calcio”; purtroppo però alla lunga non può che subire le sovrapposizioni e la velocità dei giocatori del Milan, in questo caso Leao ed Hernandez che agiscono dalle sue parti.

GLIK 6 – Si fa fregare dal velo di Kessié in occasione sull’1-0, sembra in difficoltà sul più giovane Leao, ma questa sera sembra un diesel e andando più avanti nel corso della gara cresce di intensità e si trasforma nel più classico dei difensori vecchio stampo, mettendoci il fisico in più di un’occasione, anche a scapito di farsi male.

CALDIROLA 5,5 – In ritardo sul gol dell’1-0 dove esce sul primo tocco di Calhanoglu verso Saelemaekers e poi non recupera sul turco che va a ricevere il pallone di ritorno dopo il velo di Kessié. Nel complesso non gioca malissimo, ma nella ripresa sulla respinta di Montipo’ sul tiro di Ibrahimovic non è abbastanza rapido nel capire la situazione, permettendo così ad Hernandez di ribattere in rete senza problemi per il 2-0.

BARBA 5 – Saelemaekers ha decisamente vinto il duello nei suoi confronti, Barba va un po’ meglio quando si ritrova a scendere sulla fascia e dialogare con i compagni, ma in questo caso è venuto meno difensivamente parlando.

daboDABO 6,5 – Gioca una buona gara, con molta intelligenza tattica, a fine primo tempo commette un errore sul quale Kessié manda in rete Ibrahimovic, ma Montipo’ riesce a rimediare. Nella ripresa prova anche il gol “della domenica” con un destro a giro che aveva sorpreso Donnarumma. Ci saremmo aspettate più gare così da parte sua quest’anno. [dall’86’ TELLO SV]

VIOLA 6 – Questa volta non riesce ad essere decisivo né con i calci d’angolo, né con qualche gol o conclusione personale. Scende spesso a prender palla all’altezza dei difensori, cercando di far ripartire quanto prima l’azione dei suoi, ma sembra quasi limitato a fare bene il compitino senza osare come fatto in altre gare.

IONITA 5,5 – Bel tiro al 15′ che impegna Donnarumma, con conseguente deviazione in angolo, ma per il resto le cose buone si fermano lì. Lo si vede anche nella ripresa quando guadagna un altro angolo tentando un cross, ma il suo compito principale di duellare in mezzo al campo con Kessié e Bennacer prima e Tonali poi, lo vede però perdente.

IAGO FALQUE 6,5 – Agisce in coppia con Improta alle spalle di Lapadula, dimostra di essere molto volenteroso, sia dialogando con i compagni, sia provando la conclusione personale, in questo caso al 52′ su assist di Lapadula, forse la migliore occasione per il Benevento in tutta la partita. [dal 54′ INSIGNE 5,5 – cerca di allinearsi alla prestazione del compagno appena sostituito, ma manca sempre qualcosa per far sì che ciò possa accadere. Prova la conclusione, anche lui su passaggio di Lapadula, ma la parabola del suo sinistro non è precisa e finisce di poco alta oltre la traversa]

IMPROTA 5,5 – Dopo aver giocato le ultime gare come quinto di centrocampo, torna ad agire come trequartista dietro la punta come fatto spesso anche nel corso della scorsa stagione. Dimostra molto coraggio nell’iniziativa di provare a saltare il diretto avversario, a volte anche vincendo qualche rimpallo, e cerca spesso i compagni meglio piazzati, rispetto al preferire la conclusione personale. [dal 75′ CAPRARI 5,5 – Con un solo allenamento prima della gara, entra per sfruttare il suo buon palleggio e magari anche qualche punizione o angolo]

lapadulaLAPADULA 6 – E’ da solo lì in attacco ma vale per due, per tutto quello che riesce a fare come pressing sul possesso palla avversario e per quanto riguarda le conclusioni personali. Sfiora il gol in un paio di occasioni, riesce a coordinarsi magnificamente su un cross di Improta, ma Hernandez si immola e devia in angolo con la faccia.  [dal 75′ GAICH 5 – Mai al tiro, mai in appoggio ai compagni, sembra solo un cavallone lasciato senza redini a correre per il campo senza alcun costrutto]

Il tabellino:
Milan Benevento 2-0
Reti: 6′ Calhanoglu; 60′ Hernandez.

Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Dalot, Tomori, Romagnoli, Hernandez (75′ Calabria); Kessié, Bennacer (46′ Tonali); Saelemaekers (75′ Castillejo), Calhanoglu (86′ Diaz), Leao (75′ Rebic); Ibrahimovic.
A disp.: Tatarusanu; Hauge, Meite, Kalulu, Krunic, Gabbia.
All.: Pioli.

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Depaoli, Glik, Caldirola, Barba; Dabo (86′ Tello), Viola, Ionita; Iago Falque (54′ Insigne), Improta (75′ Caprari); Lapadula (75′ Gaich).
A disp.: Manfredini, Lucatelli; Di Serio, Sanogo, Schiattarella, Hetemaj, Pastina, Diambo.
All.: Inzaghi.

Arbitro: Sig. Gianpaolo Calvarese della sezione AIA di Teramo.
Assistenti: Sigg. Matteo Passeri della sezione AIA di Gubbio e Alessandro Costanzo della sezione AIA di Orvieto.
Quarto uomo: Sig. Francesco Forneau della sezione AIA di Roma 1.
VAR: Sig. Maurizio Mariani della sezione AIA di Aprilia.
Assistente VAR:
 Sig. Stefano Alassio della sezione AIA di Imperia.
Ammoniti: 37′ Bennacer (M); 90’+3′ Castillejo (M).
Angoli: 6-7 (Pt 2-3)
Recupero: Pt 3′; St 5′.

Le azioni dei gol:

6′ Calhanoglu scambia con Saelemaekers al limite dell’area, velo di Kessié sulla palla di ritorno del belga, e destro rasoterra del turco a piazzare il pallone alle spalle di Montipo’ per l’1-0.

60′ Hernandez in proiezione offensiva passa palla ad Ibrahimovic in area, lo svedese calcia in porta, Montipo’ respinge, ed Hernandez è più rapido di Caldirola, ribattendo a rete per il 2-0.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.