PAGELLE Brescia Benevento 1-0: i giallorossi cedono ai bresciani solo nel recupero

255

Brescia Benevento 1-0. Fino al 92′ il reparto dei centrali del Benevento sembra imperforabile, basta però l’unico guizzo di un giocatore subentrato dalla panchina nel finale di gara, Bianchi, per incassare il primo gol in trasferta di questo campionato. Un primo tempo senza infamia e senza lode da parte di entrambe le compagini. A metà ripresa complici anche i tanti cambi, il Benevento sembra voler puntare più a non perderla, che a cercare di vincerla, cosa che invece aveva provato leggermente in più durante la prima frazione.
Il Brescia si è difeso altrettanto bene, annullando di fatto prima Simy e Forte, e poi Ciano e La Gumina. I giallorossi nel finale si sono abbassati troppo, chiudendosi di fatto nella propria area e arrivando a subire il gol della vittoria di Bianchi.
La speranza per i tifosi giallorossi è che in questa sosta il Benevento riesca a ritrovare sé stesso, perché ben tre sconfitte in sei partite non sono affatto un buon viatico per il prosieguo della stagione.

PALEARI 6 – Inattivo per quasi tutta la gara vista la pochezza degli attacchi avversari. Appare alquanto incerto al 92′ quando viene battuto da un tiro non irresistibile anche se abbastanza angolato.

LEVERBE 6,5 – Appare abbastanza sicuro nella sua posizione anche se talvolta pecca di scarsa mobilità. Considerando che era al suo esordio, di sicuro la sua è stata una gara positiva.

GLIK 5,5 – Il polacco questa sera ha mostrato più di una sbavatura come il fallo netto in area di rigore su Benali che poteva sicuramente essere fischiato regalando un rigore alla squadra di casa. Un altro fallo pericoloso da lui commesso è stato quello su Aye al limite dell’area con uno specialista come Ndoj pronto a colpire.

VESELI 5,5 – Non è un “fulmine di guerra” e non fa della prestanza fisica il suo punto di forza. Dovrebbe supplire con un certo dinamismo che però nell’occasione gli viene a mancare. Incerto anche su alcuni rinvii finiti puntualmente sui piedi avversari.

Letizia

LETIZIA 6 – Partita dignitosa senza eccedere in folate offensive che possono sì mettere in difficoltà l’avversario, ma che a volte lasciano sguarnita la fascia di competenza. [dal 77′ KUBICA 5,5 – Per ora rimane ancora un giocatore “da scoprire”. Gli vediamo toccare pochissimi palloni tra cui un passaggio abbastanza preciso sulla sinistra sui piedi di Foulon, per il resto niente da mettere in evidenza.]

KARIC 6 – Buoni scambi con capitan Letizia sulla destra, ma anche prima dell’infortunio patito non era apparso in grande forma, errori madornali non gliene posso essere imputati, ma poteva fare sicuramente di più. [dal 45′ KOUTSOUPIAS 5,5 – Gioca tutta la ripresa ma lo si nota solo nei minuti finali durante il forcing dei padroni di casa e quando cerca di impegnare a destra la difesa bresciana.]

SCHIATTARELLA 6,5 –  Si sapeva che la condizione fisica non era quella ideale, però per quanto riguarda la presenza in campo, la posizione, e soprattutto i ritmi che sa imporre alla gara, fino a quando è rimasto in campo ha fatto il suo dovere. [dal 65′ IMPROTA 6,5 – Finalmente abbiamo rivisto parte del calciatore che tanto ci ha entusiasmato nei passati campionati. Sembra aver riacquistato una forma decente che dimostra in alcuni spunti fatti di classe e velocità.]

Acampora

ACAMPORA 6 – Nel primo tempo abbiamo visto la sua “versione migliore” con spunti di classe e di velocità sul centro sinistra, conditi anche da qualche conclusione abbastanza impegnativa per il portiere avversario. Cala vistosamente nella ripresa e forse bene avrebbe fatto Caserta a dargli il cambio.

FOULON 6 – Gara molto dignitosa e di gran dinamismo sulla fascia sinistra da parte del terzino belga, fascia che percorre più e più volte. Manca purtroppo dello spunto finale nel senso di cross precisi per i suoi compagni in avanti, o per tiri da fuori area.

Simy

SIMY 5 – Rimane ancora un “oggetto misterioso”, è il classico giocatore che bisogna dover aspettare prima che riesca rendere come si vorrebbe. Sembra a tutti gli effetti “l’ombra” del Simy crotonese.  [dal 65′ LA GUMINA 5 – Riprende il discorso interrotto del compagno sostituito, con una prestazione similmente impalpabile. L’unica differenza è che rispetto a Simy prende anche un giallo per un fallo a centrocampo.]

FORTE 5 – Ancora una volta rimandato il centravanti giallorosso che non riesce neanche una volta ad avere ragione della difesa bresciana. Zero i tiri in porta da parte sua, e non riesce neanche a rendersi utile nel creare spazi per i compagni. [dal 77′ CIANO 5,5 – Per demeriti dei compagni di reparto è quello che “spicca” di più, entra cercando di mettere ordine lì davanti ma l’impresa non gli riesce.]

Il tabellino:
Brescia Benevento 1-0 
Reti: 90’+2′ Bianchi.

Brescia (4-3-1-2): Lezzerini; Karacic, Papetti, Adorni, Mangraviti; Bisoli (60′ Ndoj), Labojko, Bertagnoli; Benali (60′ Galazzi); Ayé (86′ Niemeijer), Moreo (72′ Bianchi).
A disp.: Andrenacci; Huard, Garofal, Olzer.
All.: Clotet.

Benevento (3-5-2): Paleari; Leverbe, Glik, Veseli; Letizia (77′ Kubica), Karic (45′ Koutsoupias, Schiattarella (65′ Improta), Acampora, Foulon; Simy (65′ La Gumina), Forte (77′ Ciano).
A disp.: Manfredini; Masciangelo, Farias, Thiam Pape, Pastina, Vokic, Capellini.
All.: Caserta.

Arbitro: Sig. Matteo Gualtieri della sezione AIA di Asti.
Assistenti: Sigg. Davide Imperiale della sezione AIA di Genova e Davide Moro della sezione AIA di Schio.
Quarto uomo: Sig. Enrico Maggio della sezione AIA di Lodi.
VAR Sig. Davide Ghersini della sezione AIA di Genova.
Assistente VAR: Sig. Marco Scatragli della sezione AIA di Arezzo.
Ammoniti: 31′ Karacic (Br), 42′ Benali (Br) e Schiattarella (Be); 75′ Leverbe (Be), 83′ Glik (Be), 85′ Acampora (Be), 87′ Koutsoupias (Be), 90′ La Gumina (Be), 90’+3′ Bianchi (Br)
Espulsi:
Angoli: 5-5 (Pt 2-5)
Recupero: Pt 4′; St 4′.

Le azioni più importanti: 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.