Pagelle Bologna Benevento 1-1. Un tacco di Viola pareggia il fortunoso vantaggio di Sansone

261

MONTIPO’ 6 – Incolpevole sul gol fortunoso di Sansone, per il resto ordinaria amministrazione anche perché gli attaccanti bolognesi quasi mai tirano nello specchio della porta. Nonostante il terreno reso difficoltoso dalla neve che verso la fine della gara stava ghiacciando il campo, riesce a resistere e a proteggere il pareggio. Prende un giallo nel recupero della ripresa per perdita di tempo.

DEPAOLI 6 – Regge bene la sua fascia, anche se entra in sintonia con la gara solo dopo il vantaggio sul quale ha qualche colpa di posizionamento, visto che Sansone si ritrova solo soletto in quella che sarebbe la sua zona di competenza.

tuiaTUIA 5,5 – Fa letteralmente un disastro dopo pochi secondi, favorendo il vantaggio del Bologna, con due interventi in ritardo e “legnosi”. Inzaghi poi viene costretto a cambiargli posizione perché in difficoltà su Barrow, spostandolo sul centro destra. Evidentemente l’errore iniziale l’ha condizionato perché per il resto della gara è sembrato insicuro. [dall’81’ CALDIROLA SV]

GLIK 6 – Escludendo la grossa disattenzione del vantaggio felsineo (in società con Tuia…) stavolta non si notano quei buchi centrali nella difesa sannita, questo grazie anche alla mancanza di attaccanti centrali nel Bologna (perché Barrow non lo è, dato che ha spaziato su tutto il fronte offensivo)

BARBA 6 – Dopo pochi minuti sembra già dover abbandonare il terreno di gioco per un infortunio simile a quello avuto all’andata con l’Inter, ma poi si riprende e resta in campo. Tiene bene il campo, e soprattutto riesce a tenere a bada anche uno sbarazzino Skov Olsen [dal 76′ FOULON 6 – Entra nel momento nevralgico della gara, anche perché deve affrontare un avversario difficile come Orsolini, ma non si scompone più di tanto e concede al giovane attaccante solo un cross.]

HETEMAJ 6 – Solita diga a centrocampo, anche se non lo abbiamo visto al meglio perché sin dall’inizio della gara è apparso timoroso e in alcuni frangenti anche in debito di ossigeno, sicuramente aveva qualche noia fisica che lo tormentava, ma è capace di reggere il campo fino a quando non alza bandiera bianca.  [dall’81’ DABO SV]

SCHIATTARELLA 6 – Non è il solito lucido regista che avevamo tanto apprezzato in altre occasioni precedenti. Dimostra però tutto il suo carattere e la sua esperienza quando va ad affrontare a muso duro Soriano che aveva tentato la furbata in area, tentando di ingannare l’arbitro. In quell’occasione prende un giallo, ma non era diffidato.

violaVIOLA 7 – Al quarto d’ora della prima frazione con un’azione personale va al tiro, il suo diagonale sinistro rasoterra viene deviato da Skorupski, ma non c’è nessun compagno a ribadire in rete. Si mette in evidenza per due aspetti fondamentali, il primo sicuramente il colpo di classe autentica sul gol del pareggio del Benevento, e il secondo quando dimostra che la sua lunga assenza è pesata tantissimo sulla consistenza del centrocampo giallorosso, dimostrando ancora una volta la forza del reparto dell’anno scorso.

IAGO FALQUE 5,5 – Prima da titolare per lui in giallorosso, aveva fatto bene nelle sue precedenti presenze da subentrato, ma oggi la sua prestazione è stata insufficiente, complice magari anche il terreno reso difficoltoso dall’acqua e neve piovuta al Dall’Ara. [dal 70′ SAU 6 – Il minutaggio a disposizione e le condizioni avverse del campo non lo favoriscono certamente. Per quel poco che si è visto è stato comunque positivo.

CAPRARI 6 – Si libera bene al 16′ e calcia in porta di destro, Skorupski non ci arriva, palo interno e palla che poi finisce oltre il fondo campo. Direi che è tutto qui riguardo la partita dell’attaccante romano. [dal 70′ INSIGNE 6 – Sul piano del movimento puro e della determinazione ci mette molto, peccato per la concretezza che è venuto a mancare.]

lapadulaLAPADULA 6 – Il solito combattente generoso che non molla mai né palla né avversario, stasera però ha il torto di intestardirsi nel cercare il gol personale quando potrebbe invece servire qualche compagno meglio piazzato. Sicuramente in un modulo che prevede due attaccanti e non solo lui come terminale offensivo, potrà rendere al meglio, sia a livello personale che a livello di squadra.

Il tabellino:
Bologna Benevento 1-1
Reti: 1′ Sansone (Bo); 60′ Viola (Be).

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Soumaoro, Dijks; Dominguez (53′ Poli), Schouten (81′ Palacio); Skov Olsen (71′ Orsolini), Soriano, Sansone (71′ Vignato); Barrow.
A disp.: Da Costa, Ravaglia; Hickey, Mbaye, De Silvestri, Antov, Baldursson, Juwara.
All.: Mihajlovic.

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Depaoli, Tuia (81′ Caldirola), Glik, Barba (76′ Foulon); Hetemaj (81′ Dabo), Schiattarella, Viola; Iago Falqué (70′ Sau), Caprari (70′ Insigne); Lapadula.
A disp.: Manfredini, Lucatelli; Pastina, Tello, Moncini, Gaich, Di Serio.
All.: Inzaghi.

Arbitro: Sig. Davide Ghersini della sezione AIA di Genova.
Assistenti: Sigg. Davide Imperiale della sezione AIA di Genova e Mattia Scarpa della sezione AIA di Reggio Emilia.
Quarto uomo: Sig. Simone Sozza della sezione AIA di Seregno.
VAR: Sig. Daniele Orsato della sezione AIA di Schio.
Assistente VAR: Sig. Filippo Meli della sezione AIA di Parma.
Ammoniti: 3′ Dominguez (Bo); 64′ Soriano (Bo) e Schiattarella (Be), 84′ Vignato (Bo), 90’+4′ Montipo’ (Be).
Angoli: 8-3 (Pt 3-1)
Recupero: Pt 1′; St 5′.

Le azioni dei gol:

1′ Glik sbaglia l’intervento, palla che arriva a Barrow, Tuia va a raddoppiare, l’attaccante lo evita una prima e poi anche una seconda volta e calcia in porta, torna Glik che devia la palla e arriva sul secondo palo dove Sansone è pronto, lasciato colpevolmente da solo, e segna con il più facile dei tap-in. 1-0.

60′ Cross di Hetemaj dalla destra dell’area, Skorupski esce in tuffo, ma la palla gli sfugge dalle mani, Viola che è nelle vicinanze, di tacco sinistro la spedisce in porta per l’1-1.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.