Benevento Inter 2-5, troppa differenza tra le due squadre, doppietta giallorossa di Caprari

100

Benevento Inter finisce col risultato di 2-5 per gli ospiti, troppa la differenza vista in campo tra le due squadre, ma i giallorossi al primo confronto contro una grande di questo campionato sono risultati troppo ingenui, soprattutto nelle retrovie. Il primo tempo si chiude sul 4-1 per l’Inter, mentre la ripresa sul 5-2. Alla doppietta di Lukaku e ai gol di Hakimi, Gagliardini e Lautaro Martinez, risponde Caprari con una doppietta, la prima in giallorosso.

montipoMONTIPO’ 4 – Assolutamente non in giornata. Subisce i primi due gol sul suo palo, prima a sinistra e poi a destra, “regala” il terzo consegnando di fatto palla ai giocatori nerazzurri, completamente privo di reazioni sul quarto gol avversario. Effettua un paio di parate nella ripresa col risultato già acquisito, ma non abbastanza per migliorare la sua prestazione.

MAGGIO 5 – Si comporta bene palla al piede quando avanza sulla fascia, purtroppo però l’età è quella che è, e non riesce a fermare nemmeno una volta l’avanzata di Young, Sensi e Gagliardini  dalle sue parti. [dal 1′ st TUIA 6 – Col proprio corpo si oppone ad un destro a colpo sicuro di Barella, salvando la propria porta lasciata incustodita dopo un’uscita bassa di Montipo’]

GLIK 4,5 – Si fa fregare in anticipo da Lukaku dopo soli 30 secondi, “serve” Montipo’ quando questi regala palla a Gagliardini, tende ad uscire troppo sull’uomo che attacca l’area, lasciando poi da solo il compagno di reparto Caldirola. Su un calcio d’angolo ha l’opportunità di segnare il primo gol nel Benevento, ma il suo colpo di testa finisce troppo alto.

CALDIROLA 5 – Forse ancora “inebriato” dalla doppietta di Marassi, al debutto in serie A, “dimentica” di essere il miglior difensore della scorsa serie B, e non riesce in alcun modo a fermare la strapotenza fisica di Lukaku. Nonostante diversi corner per il Benevento non riesce nemmeno una volta a rendersi pericoloso in avanti com’è spesso solito fare.

BARBA 5 – Da terzino sinistro gioca più pensando alla fase difensiva che non quella offensiva come invece ci ha abituati fin troppo bene Letizia nella scorsa stagione. Si lascia fare fesso dalla triangolazione tra Hakimi e Sanchez per lo 0-1. Effettua due interventi prodigiosi al 18′: prima una chiusura in scivolata su Lukaku e poi un colpo di testa ad anticipare Hakimi. A dieci minuti dalla fine del primo tempo è costretto a uscire per un infortunio. [dal 37′ pt LETIZIA 5 – Entra a freddo, ed è colpevole sul quarto gol segnato da Hakimi dove si addormenta letteralmente, gioca meglio in proiezione offensiva tant’è che a metà ripresa Inzaghi fa uscire Maggio e Insigne, avanzando il terzino napoletano sulla trequarti per dare una mano in avanti, dove in effetti si rende più fastidioso.]

IONITA 5 – In difficoltà anche lui lì in mezzo, prova come può a fermare gli inserimenti dei centrocampisti nerazzurri, facendo tanto lavoro sporco. Lo si vede nella ripresa in occasione del lancio che fa per Moncini, con palo poi di quest’ultimo.

schiattarellaSCHIATTARELLA 5 – Era inevitabile che di fronte al centrocampo nerazzurro potesse perdere qualche colpo, venendo meno nella fase di impostazione dove commette diversi sbagli in appoggio ai compagni, e risultando in difficoltà in quella di copertura. Prende anche un giallo per un fallo di frustrazione su Gagliardini.

DABO 5,5 – Uno come lui, con il suo fisico e la sua forza serve sempre in serie A, corre ovunque e non si risparmia mai, ancora qualche errore in fase di impostazione, ma in quanto a recupero palla non è secondo a nessuno. [dal 25′ st HETEMAJ 6 – Subentra ad uno stanchissimo Dabo, provando a dare una mano ai compagni in mezzo al campo. Involontariamente realizza in area un velo che libera Caprari per la sua doppietta personale]

INSIGNE 5 – Tra i suoi piedi arriva la prima opportunità giallorossa del match, ma non ci crede e calcia debolmente un rasoterra sinistro con la palla che si spegne a fondo campo. Non crea nemmeno una volta un grattacapo nella propria zona di competenza. [dal 1′ st FOULON 5,5 – Entra bene in campo il terzino belga, dando modo al Benevento di farsi vedere in avanti anche sulla fascia sinistra. Purtroppo per lui si è trovato davanti i giocatori nerazzurri quindi non riesce a ripetere in toto la buona gara di Genova]

CAPRARI 6,5 – Abile a sfruttare l’errore di Handanovic, lo uccella con un destro diretto all’angolino. Nella ripresa realizza una doppietta battendo nuovamente il portiere nerazzurro in piena area, mostrando molta freddezza. Uno dei più dotati tecnicamente dello scacchiere giallorosso.

MONCINI 5,5 – Gioca nella zona centrale del campo tra De Vrij e il centrocampo nerazzurro, puntando in fase offensiva il centrale olandese. Si mette al servizio della squadra ripiegando anche per dare una mano ai compagni in mezzo al campo; ad inizio ripresa è proprio così che riesce a prendere palla, scambiarla con Ionita, e lanciarsi verso Handanovic, calciando un diagonale destro che sfortunatamente coglie il palo e finisce fuori. [dal 18′ st LAPADULA 5 – Entrato da pochi minuti si divora un gol con un facile tap in, in contropiede a tu per tu con Handanovic si mangia un altro gol che avrebbe potuto ridurre lo svantaggio. Da rivedere]

Il tabellino:
Benevento – Inter 2-5
Reti: 1′ pt Lukaku (I), 24′ pt Gagliardini (I), 28′ pt Lukaku (I), 34′ pt Caprari (B), 41′ pt Hakimi (I); 27′ st Martinez L. (I), 31′ st Caprari (B)

Benevento (4-3-2-1): Montipo’; Maggio (1′ st Tuia), Glik, Caldirola, Barba (37′ Letizia); Ionita, Schiattarella, Dabo (25′ st Hetemaj); Insigne (1′ st Foulon), Caprari; Moncini (18′ st Lapadula).
A disp.: Manfredini, Gori; Del Pinto, Improta, Di Serio, Sau, Falque.
All.: Inzaghi.

Inter (3-5-2): Handanovic, Skriniar, De Vrij, Kolarov; Hakimi, Vidal (7′ st Barella), Sensi (19′ st Brozovic), Gagliardini (36′ st Eriksen), Young (19′ st Perisic); Lukaku (19′ st Martinez L.), Sanchez.
A disp.: Padelli, Radu; Ranocchia, Dalbert, D’Ambrosio, Bastoni, Pinamonti.
All.: Conte.

Arbitro: Sig. Marco Piccinini della sezione AIA di Forlì.
Assistenti: Sigg. Luca Mondin della sezione AIA di Treviso e Vito Mastrodonato della sezione AIA di Molfetta.
Quarto uomo: Sig. Livio Marinelli della sezione AIA di Tivoli.
VAR: Sig. Luigi Nasca della sezione AIA della sezione AIA di Bari.
Assistente VAR: Sig. Pasquale De Meo della sezione AIA di Foggia.
Ammoniti: 28′ st Schiattarella (B)
Espulsi:
Angoli: 5-2 (Pt 2-0)
Recupero: Pt 2′; St 3′.

Le azioni del primo tempo:

1′ Lancio lungo di Kolarov sulla destra della trequarti per Hakimi, questi scambia con Sanchez e l’esterno poi mette subito in mezzo nell’area piccola per Lukaku che anticipa Glik e appoggia in rete per lo 0-1.

6′ Un appoggio sbagliato di Sensi favorisce Insigne che però in area calcia debolmente a lato della porta nerazzurra.

12′ Fallo di Caldirola su Lukaku, punizione calciata poi da Sanchez: il suo destro finisce alto oltre la traversa.

24′ Hakimi cambia gioco da destra a sinistra per Young, questi appoggia per l’accorrente Gagliardini che appena dentro l’area si coordina e calcia bene di sinistro ed è lo 0-2 interista.

28′ Glik passa a Montipo’, rinvio sbagliato del portiere che “serve” Gagliardini, cross radente di quest’ultimo in area con velo di Sanchez, palla per Lukaku che controlla e a tu per tu con Montipo’ appoggia in rete per la doppietta personale e per il risultato di 0-3 per la sua squadra.

34′ Dopo l’errore di Montipo’, anche Handanovic sbaglia nella propria area, “regalando” con un passaggio sbagliato di piede, la palla a Caprari, questi si aggiusta la sfera e calcia in porta un destro che si infila all’angolino basso alla destra di Handanovic che non ci arriva. 1-3.

41′ Cross di Young dalla sinistra, Lukaku la devia quel tanto che basta per indurre in errore Letizia che si addormenta, lasciando ad Hakimi la possibilità di anticiparlo con un esterno destro appoggiando la palla alle spalle di Montipo’ per l’1-4.

45′ Gagliardini crossa dalla sinistra sul secondo palo, colpo di testa di Vidal che finisce di poco a lato.

Le azioni del secondo tempo:

4′ Moncini sradica il pallone dai piedi avversari, scambia con Ionita che lo lancia in avanti, Moncini supera Kolarov e arrivato in area calcia bene di destro un diagonale che supera Handanovic ma che coglie il palo finendo poi fuori. Beneventi vicino alla seconda rete.

18′ Da poco fuori area Caprari appoggia per Letizia, destro immediato del terzino verso Handanovic, respinta del portiere che finisce sui piedi di Lapadula che fallisce il tap in.

26′ Perisic appoggia dal limite dell’area per Gagliardini che calcia in porta di destro, Montipo’ vola ma non ci arriva, la traversa salva il portiere giallorosso dalla doppietta del numero 5 nerazzurro.

27′ Sanchez si libera in area e serve Martinez che di piatto manda all’angolino la sfera per l’1-5.

31′ Inserimento sulla destra da parte di Lapadula che evita Kolarov, ed effettua un assist per Hetemaj, il finlandese non ci arriva, senza volere questi fa un velo che libera Caprari che ha quindi il tempo di coordinarsi e far partire un destro che batte Handanovic per la seconda volta. Prima doppietta in giallorosso per l’ex Sampdoria.

33′ Sanchez serve Hakimi sulla destra, questi lancia sul secondo palo per Perisic che si divora letteralmente il gol calciando fuori.

39′ Contropiede giallorosso con Lapadula che, lanciato da , si trova a tu per tu con Handanovic, provando a superarlo con uno scavetto, prontamente respinto dal portiere sloveno. Occasionissima sfumata per ridurre lo svantaggio.

42′ Letizia riceve palla da calcio d’angolo e mette in mezzo per la testa di Glik, la deviazione è centrale ma troppo alta, finendo in curva.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.