PAGELLE Benevento Cagliari 0-2, l’ex Lapadula la apre, Luvumbo la chiude.

339

Benevento Cagliari 0-2. Dopo un primo tempo senza azioni degne di note, la partita si ravviva nella ripresa dove a portarsi in vantaggio sono gli ospiti con l’ex Lapadula che segna proprio sotto la curva sud del Benevento e non esulta. Pochi minuti dopo il Cagliari si ritrova in 10 per via della doppia ammonizione di Obert, ma da lì in poi si può dire che l’espulsione sia stata una manna dal cielo per i sardi perché poi riescono ad amministrare meglio il gioco, andando avanti solo in azioni di contropiede. Una tattica che alla fine si rivela vincente perché il raddoppio arriva proprio in questa situazione, con Luvumbo che sul filo del fuorigioco (inizialmente la marcatura era stata annullata per fuorigioco dal guardalinee) batte Paleari. Il Benevento si protende in avanti senza costrutto e non riesce nemmeno nell’impresa di ridurre le distanze.

Lapadula

PALEARI 6 – Non realizza chissà quali parate, perché a parte i due gol, si può dire che il Cagliari non ha quasi mai tirato in porta.

CAPELLINI 5 – Parte bene con le chiusure sui giocatori avversari, dimostrandosi in palla. Nella ripresa una sua deviazione su lancio di Mancosu è decisiva perché il pallone arrivi nei pressi di Lapadula che punisce la sua ex squadra.

Glik

GLIK 5 – Proprio lui che era stato uno dei più costanti come prestazioni, viene meno in questa gara in cui non ha avuto a che fare con un diretto avversario, perché il tridente sardo dava ben pochi punti di riferimento, in più nella ripresa si è trovato molto in difficoltà con Luvumbo che ha trovato il secondo gol.

VESELI 6 – Fondamentale un suo recupero alla mezz’ora su contropiede orchestrato da Lapadula, da braccetto di sinistra si trova spesso a giocare avanzato in appoggio ai centrocampisti. Il migliore della retroguardia.

IMPROTA 6 – Ancora insignito della fascia di capitano, non si dimostra propositivo come Letizia che solitamente realizza entrambe le fasi, ma risulta molto diligente per quanto riguarda i compiti difensivi affidatigli. [dal 29′ st LETIZIA 6 – Entra e fa quel che deve fare, molto impreciso sui cross, tenta anche un tiro in porta, centrale e facile per Radunovic]

KARIC 6 – Sicuramente sul piano della pura partecipazione alla manovra generale è una spanna in più di Ionita di cui ha preso il posto in campo. Lo si vede spesso nel cercare di imbastire un’azione per i compagni, e qualche volta anche sulle conclusioni nelle quali soprattutto una da calcio d’angolo, risulta però impreciso.

Acampora

ACAMPORA 5,5 – Dopo neanche 2′ prova il suo sinistro da fuori, con Radunovic respinge tuffandosi sulla sua destra. Ci prova in un altro paio di occasioni sempre da fuori, ma al di là delle conclusioni, sul piano del palleggio, suo pezzo forte, è sembrato sotto tono, perdendo un paio di palloni importanti poco prima della nostra area. [dal 22′ st SCHIATTARELLA 5,5 – Non porta chissà quali migliorie al centrocampo giallorosso, fa girare il pallone ma senza costrutto, gioca molto da fermo, rimandato]

KOUTSOUPIAS 6 – Senza infamia e senza lode. Si applica molto per quanto riguarda chiusure e raddoppi in aiuto dei compagni, in pratica ha svolto il cosiddetto “compitino”. [dal 22′ st CIANO 6 – E’ uno dei pochi subentrati che cerca di darsi da fare, mettendosi al servizio della squadra e sacrificandosi in un ruolo più di supporto che di finalizzazione]

MASCIANGELO 5 – Tanta buona volontà e sacrificio lì sulla fascia, ma ben pochi spunti per i compagni davanti. Il più delle volte sui cross ha tentennato eccessivamente, permettendo agli avversari di prendere le dovute contromisure ogni volta. In più non è mai riuscito a tamponare le discese di Nandez sulla fascia. [dal 14′ st FOULON 5,5 – Fa tanti cross, ma nessuno di questi ha un buon esito, in più prende anche un giallo. Con l’uomo in meno si trova spesso da solo sulla fascia, ma quando ciò accade non viene neanche servito dai compagni.]

Forte

FORTE 5,5 – Il modulo con due attaccanti lo favorisce, lo si vede partecipare maggiormente alla manovra, purtroppo le conclusioni in porta almeno quest’oggi si contano sulle dita di una mano. Va vicino al gol nella ripresa con un tiro sul portiere, e poi sul cross quando colpisce bene di testa, ma se avesse diretto la palla verso la porta e non schiacciandola a terra, avrebbe potuto gioirne.

LA GUMINA 5 – Non una grande prestazione la sua, almeno parlando in chiave offensiva dove lo ricordiamo solo per un’azione in solitaria in contropiede, fermato senza problemi dalla difesa cagliaritana. [dal 14′ st SIMY 5 – Niente di più niente di meno rispetto a quello che aveva fatto il compagno a cui era subentrato. Non fa valere il suo fisico importante, e risulta impreciso sul controllo palla.]

Il tabellino:
Benevento – Cagliari 0-2
Reti: 10′ st Lapadula (C), 38′ st Luvumbo (C)

Benevento (3-5-2): Paleari; Capellini, Glik, Veseli; Improta (28′ st Letizia), Karic, Acampora (22′ st Schiattarella), Koutsoupias (22′ st Ciano), Masciangelo (14′ st Foulon); Forte, La Gumina (14′ st Simy).
A disp.: Manfredini; El Kaouakibi, Kubica, Thiam Pape, Leverbe, Pastina, Vokic.
All.: Caserta.

Cagliari (4-3-3): Radunovic; Zappa, Goldaniga, Altare, Obert; Viola (17′ st Carboni), Makoumbou, Rog (17′ st Deiola); Nandez (22′ st Luvumbo), Lapadula (17′ st Pavoletti), Mancosu (41′ st Dossena).
A disp.: Aresti, Ciocci; Millico, Pereiro, Capradossi, Falco, Di Pardo.
All.: Liverani.

Arbitro: Sig. Gianluca Aureliano della sezione AIA di Bologna.
Assistenti: Sigg. Luca Mondin della sezione AIA di Treviso e Daisuke Emanuele Yoshikawa della sezione AIA di Roma 1.
Quarto uomo: Sig. Ermes Fabrizio Cavaliere della sezione AIA di Paola.
VAR: Sig. Luca Massimi della sezione AIA di Termoli.
Assistente VAR: Sig. Rodolfo Di Vuolo della sezione AIA di Castellammare di Stabia.
Ammoniti: 19′ pt Karic (B),25′ pt Masciangelo (B), 30′ pt Obert (C), 13′ st Obert (C), 45′ st Foulon (B), 45′ st+3′ Zappa (C).
Espulso: 14′ st Obert (C)
Angoli: 7-4 (Pt 3-1)
Recupero: Pt 3′; St 7′.
Spettatori: Abbonati 7.137; biglietti venduti 1.723 (1.565 locali e 158 ospiti).

Le azioni più importanti: 

10′ st Mancosu effettua un passaggio decisivo per Lapadula, deviazione fondamentale di Capellini con la palla che arriva all’ex giallorosso che con un tocco leggero supera Paleari in uscita per lo 0-1.

38′ st Gran palla di Deiola per Luvumbo che sul filo del fuorigioco si trova a tu per tu con Paleari battendolo con un tiro sul secondo palo. Gol convalidato dal VAR dopo una iniziale segnalazione di fuorigioco, ma l’attaccante cagliaritano era tenuto in gioco da Glik, 0-2 per gli ospiti.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.