PAGELLE Benevento Ascoli 1-1, i giallorossi si svegliano a inizio ripresa con Farias

429

Benevento Ascoli 1-1. Solo un pareggio per l’esordio di mister Fabio Cannavaro sulla panchina del Benevento. Male nel primo tempo dove subiscono un gol di Botteghin a inizio gara, i giallorossi dominati letteralmente a centrocampo, riescono a svegliarsi nella ripresa con un triplo cambio (Simy, Schiattarella e Farias) che risulta immediatamente decisivo per l’immediato pareggio: assist di Simy per gol di Farias.
La gara riequilibratasi nella ripresa con un leggero cambio di modulo dal 3421 al successivo 343, il Benevento va vicino anche al gol della vittoria nel finale di gara quando prende una traversa su un tiro di Improta deviata dalla difesa ascolana.
Piccola curiosità: oltre all’allenatore Bucchi, l’Ascoli ha fatto entrare altri due ex giallorossi nella ripresa, tra i protagonisti della prima promozione storica in A: Eramo e Ciciretti quest’ultimo accolto tra fischi e applausi mediamente suddivisi.
Ritorno alla vittoria quindi rimandato per il Benevento, magari sin dalla prossima trasferta di Bolzano contro il Sudtirol.

Simy, Farias, Schiattarella, i tre cambi decisivi

PALEARI 6 – Incolpevole sul gol di Botteghin, si fa trovare pronto nel prosieguo della gara, dando la sua solita sicurezza all’intera retroguardia. Nella ripresa realizza una grande parata su Mendes proteso in spaccata, ma la terna arbitrale non concede l’angolo per precedente fuorigioco.

LEVERBE 6,5 – Buona gara per lui, conformandosi al resto del reparto che dopo il gol iniziale subito non ha più ceduto agli attacchi ascolani. Si teme il peggio per lui quando sul finale di gara riceve un brutto colpo in testa che gli regala un “turbante” per fargli concludere la partita.

GLIK 6,5 – Con il solito mestiere tiene a bada Dionisi, sfiora anche un gol di testa a fine primo tempo su angolo a favore. Nella ripresa per difendere sempre su corner, si fa male ed è costretto ad uscire anzitempo. [dal 16′ st PASTINA 6,5 – Non giocava da un po’ poiché rimasto indietro nelle gerarchie difensive dopo la fine del calciomercato, ha modo di rivedere il campo entrando quasi a freddo e realizzando una prestazione più che sufficiente]

Veseli

VESELI 6 – E’ quello che nel terzetto difensivo è il meno deciso nella marcature. Rischia in un contrasto, andando a spazzare via un pallone che poteva diventare pericoloso. Esce con qualche minuto d’anticipo perché poi si infortuna. [dal 24′ st CAPELLINI 6,5 – Dapprima come braccetto di sinistra, con l’uscita di Glik per infortunio nella ripresa, ne prende il posto come difensore centrale, non demeritando nella prestazione.]

LETIZIA 6,5 – Poco esterno di spinta, e molto più terzino nel 3421 disegnato oggi da Cannavaro; nella ripresa con la nuova impostazione tattica che lo spostarsi di fascia da destra a sinistra, ne giova subito con il cross che porta poi all’1-1.

Karic

KARIC 5 – Il nuovo modulo provato oggi lo penalizza decisamente, lasciandolo in balia degli avversari e con pochissimo margine di manovra. [dal 1′ st SCHIATTARELLA 6,5 – La sua entrata in campo sposta l’ago della bilancia verso l’equilibrio delle forze lì in mezzo al campo. Siamo ancora in attesa di rivederlo fondamentale negli 11 titolari]

ACAMPORA 5,5 – Con difficoltà prova a gestire la regia a centrocampo, ma con il 3421 schierato, viene lasciato quasi da solo lì in mezzo al campo, alla mercé dei mediani marchigiani. Nella ripresa non riesce ad impostare come vorrebbe, pur potendo usufruire della presenza dell’esperto Schiattarella.

Farias

FOULON 5,5 – Solita gara fisica per il terzino belga che prova in più di un’occasione a servire i compagni in area, ma con scarsa precisione. [dal 1’st FARIAS 6,5 – In società con Simy confeziona, di testa, il pareggio giallorosso dopo pochi minuti dalla sua entrata in campo.]

IMPROTA 6 – Inizialmente un pesce fuor d’acqua in mezzo alle due linee, quella mediana e quella d’attacco, ritrova poi maggiore disciplina tattica nella ripresa passando esterno destro di centrocampo.

CIANO 6 – Si impegna un po’ di più come trequartista rispetto ad Improta, ed anche lui ritrova la quadra con il passaggio ad una nuova impostazione tattica che lo vede come esterno destro d’attacco.

FORTE 5 – Quest’anno sono più le prestazioni scadenti che quelle degne di nota per l’ex centravanti del Venezia, irretito quest’oggi tra la morsa di Bellusci e Botteghin. Mai un tiro in porta, mai uno smarcamento per ricevere assist dai compagni. [dal 1′ st SIMY 6,5 – Immediatamente decisivo con i suoi colpi di testa che portano al pareggio giallorosso: prima impegna Guarna e poi sulla respinta serve Farias che sempre di testa fa 1-1]

Il tabellino:
Benevento – Ascoli 1-1
Reti: 6′ pt Botteghin (A); 4′ st Farias (B)

Benevento (3-4-2-1): Paleari; Leverbe, Glik (16′ st Pastina), Veseli (25′ Capellini); Letizia, Karic (1′ st Schiattarella), Acampora, Foulon (1′ st Farias); Improta, Ciano; Forte (1′ st Simy).
A disp.: Manfredini, Lucatelli; Masciangelo, Tello, Farias, Thiam Pape, Vokic, Koutsoupias.
All.: Cannavaro.

Ascoli (4-3-3): Guarna; Quaranta, Botteghin, Bellusci, Falasco; Caligara (36′ st Salvi), Buchel, Collocolo (25′ st Eramo); Falzerano (36′ st Ciciretti), Dionisi (16′ st Bidaoui), Gondo (1′ st Pedro Mendes).
A disp.: Bolletta, Baumann; Simic, Lungoyi, Donati, Giordano, Eramo, Giovane.
All.: Bucchi.

Arbitro: Sig. Michael Fabbri della sezione AIA di Ravenna.
Assistenti: Sigg. Dario Cecconi della sezione AIA di Empoli e Filippo Bercigli della sezione AIA di Firenze.
Quarto uomo: Sig. Francesco D’Eusanio della sezione AIA di Faenza.
VAR: Sig. Gianluca Manganiello della sezione AIA di Pinerolo.
Assistente VAR: Sig. Pasquale Di Meo della sezione AIA di Foggia.
Ammoniti: 20′ pt Gondo (C); 6′ st Caligara (A), 24′ st Acampora (B), 38′ st Botteghin (A) Bellusci (A) e Buchel (A).
Angoli: 7-5 (Pt 4-2)
Recupero: Pt 3′; St 4′.
Spettatori: 7.137 abbonati e 1.394 paganti (di cui 1.215 locali e 179 ospiti).

Le azioni più importanti: 

6′ pt Punizione dalla destra battuta da Falasco, la parabola in area trova l’inzuccata di Botteghin che con una ottima coordinazione e tempismo beffa la difesa giallorossa e insacca alle spalle di Paleari per il parziale 0-1.

4′ st Subito decisivi i cambi di Cannavaro nella ripresa: su cross di Letizia, colpo di testa di Simy in area, respinta di Guarna, sempre di testa, Simy passa a Farias che di testa mette in porta per l’1-1 giallorosso.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.