Pairetto batte Benevento 2-0. La direzione arbitrale aiuta un’Inter insipida

772

Un buon Benevento, soprattutto dopo la prima frazione di gioco, torna però a mani vuote da San Siro, con l’Inter che col minimo sforzo (nemmeno una conclusione in porta durante i primi 45′) riesce a portare a casa la partita grazie a due colpi di testa dei due difensori centrali su due calci piazzati.

benevento
Candreva

A far pendere l’ago della bilancia verso i nerazzurri è decisamente la direzione della gara intrapresa dal direttore di gara Luca Pairetto che nella prima parte della partita si era dimenticato i cartellini nel proprio spogliatoio, graziando in due occasioni Gagliardini che meritava il giallo. Il Benevento va alla conclusione grazie a Coda e ad un paio di azioni personali del giovane Brignola che anche a San Siro ha dimostrato di poter meritare non solo il posto da titolare, ma anche la massima serie.

beneventoNella ripresa l’arbitro inizia a comminare qualche giallo, all’indirizzo prima di Candreva e poi di Ranocchia, ma successivamente non fa nulla sull’incursione nell’area nerazzurra da parte di Cataldi, entrato nell’intervallo al posto di Djuricic: al 17′ il calciatore recentemente convocato nello Stage della Nazionale del CT Di Biagio, subisce fallo da Ranocchia, si attende l’intervento del VAR ma l’arbitro lascia continuare, fino a quando il silent check segnala che non è rigore. Ma l’impressione avuta durante la gara e successivamente anche nei replay televisivi dimostra l’errata decisione intrapresa dall’arbitro. Da quel momento la partita cambia totalmente.

beneventoSandro si fa male ed esce in favore di Del Pinto, l’Inter di lì a poco passa poi in vantaggio con Skriniar e successivamente raddoppia immediatamente con Ranocchia (graziato anche lui sul rigore non dato su Cataldi, sarebbe stato il secondo giallo per lui), entrambe le marcature di testa su due calci piazzati. Complice l’uscita di Sandro, e poi l’eccessivo secondo giallo per Viola che lascia di fatto il Benevento in 10, i giallorossi perdono il controllo del centrocampo e cerca di fare il possibile, agendo quanto meno di rimessa per tentare di ridurre lo svantaggio. Entra anche Diabaté al posto di Coda, ma a 5′ dalla fine in inferiorità numerica c’è ben poco da fare per i giallorossi.

Inter batte Benevento 2-0, anzi Pairetto batte Benevento 2-0, permettendo così ai nerazzurri di risollevarsi dal momento di crisi prima del derby contro il Milan. Per gli uomini di De Zerbi restano, come solito, unicamente i complimenti per la gara in cui, per larghi tratti l’Inter è parsa in completa balia dei giallorossi.

Il tabellino:
Inter – Benevento 2-0
Reti: 21′ st Skriniar (I), 23′ st Ranocchia (I)

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Ranocchia, Skriniar, D’Ambrosio; Vecino, Gagliardini; Candreva, Rafinha (19′ st Karamoh), Perisic (36′ st Brozovic); Eder.
A disp.: Padelli, Pissardo; Lisandro Lopez, Santon, Miranda, Dalbert, Borja Valero, Pinamonti, Icardi.
All.: Spalletti.

Benevento (4-3-3): Puggioni; Sagna, Djimsiti, Tosca, Letizia; Sandro (20′ st Del Pinto), Viola, Djuricic (1′  st Cataldi); Guilherme, Coda (40′ st Diabaté), Brignola.
A disp.: Brignoli; Gyamfi, Costa, Venuti, Billong; Memushaj; Parigini, Iemmello, Lombardi.
All.: De Zerbi.

Arbitro: Sig. Luca Pairetto della sezione AIA di Torino.
Assistenti: Sigg. Salvatore Longo della sezione AIA di Paola e Antonino Santoro della sezione AIA di Catania.
Quarto uomo: Sig. Juan Luca Sacchi della sezione AIA di Macerata.
VAR: Sig. Fabio Maresca della sezione AIA di Napoli.
Assistente VAR: Sig. Valentino Fiorito della sezione AIA di Salerno.
Ammoniti: 10′ st Candreva (I), 14′ st Ranocchia (I), 22′ st Viola (B), 44′ st Del Pinto (B).
Espulso: 35′ st Viola (B).
Angoli: 4-3 (Pt 3-1).
Recupero: Pt 0′; St 4′.

 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.