Imbriani: Solo con l’unione tra squadra e tifosi vista venerdì si potranno raggiungere grandi obiettivi.

142

Carmelo Imbriani, allenatore del Benevento.

Credo che sia normale che dopo una partita così sentita come il derby di venerdì ci sia ancora l’amaro in bocca, ma sono passati già un paio di giorni, quindi bisogna guardare avanti. Ci sono in palio ancora quindici punti, e partita dopo partita possiamo aprire la porta verso i play-off.

Il Pavia non è una squadra da sottovalutare, viene da sette risultati utili consecutivi, e quindi non bisogna abbassare la guardia, noi giocheremo sempre con la stessa concentrazione. 

Pintori ha l’influenza e vedremo domani mattina se potrà ritornare o meno disponibile. Comunque al di là di chi scenderà in campo domani sera, non possiamo sbagliare perché come hanno fatto altre squadre, il Pavia verrà qui a giocare la partita della vita. Dalla sua ha buoni elementi come Cesca e Statella, e dovremo fare attenzione alle loro ripartenze. 

Anche con la Reggiana lì a Reggio avevamo diversi assenti, e come allora sappiamo che chi li sostituirà darà il proprio massimo.
Contro l’Avellino c’è stata una bella unione tra squadra e tifosi, quest’ultimi hanno sostenuto i primi dall’inizio fino alla fine della partita. Questa unione fortissima deve continuare perché grazie ad essa si possono raggiungere grandi obiettivi. Ora non possiamo più sbagliare, dobbiamo essere perfetti fino al 6 maggio.
Per ora però pensiamo solo al Pavia e non a più avanti, altrimenti se dobbiamo pensare a fare per forza quindici punti, poi sale la tensione tra i calciatori.

Domenica ci allenammo nel pomeriggio dopo la fine delle partite, quindi ci fu un po’ di sconforto saputi gli altri risultati, magari mercoledì visto che il Sorrento gioca per prima, potrà avvenire l’effetto contrario.

Ci sono ancora vari ballottaggi per i titolari: Carretta-Kanouté, Montini-Sy, in base a quelli che sono gli avversari, vedremo di scegliere gli uomini con le caratteristiche giuste.
Per come giochiamo noi abbiamo bisogno di un vertice alto in attacco per le triangolazioni con i centrocampisti, ci sono varie alternative che abbiamo studiato (Vacca, Sy, Carretta, Montini) ma sappiamo che chiunque giocherà farà il proprio dovere.

Non pensiamo ai diffidati per la partita col Carpi, anche venerdì ne avevamo e hanno giocato lo stesso. La nostra prossima avversaria a cui dobbiamo pensare è solo il Pavia.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.