Imbriani: Nelle prossime partite tutte le squadre venderanno cara la pelle.

143

Carmelo Imbriani, allenatore del Benevento.

La verità è che secondo me nel primo tempo abbiamo fatto davvero una grande partita. Poi nella ripresa siamo andati subito sul 2-0, e quindi negli ultimi 20 minuti in cui di solito non puoi lasciare spazio agli avversari, è stato più facile contenerli. Abbiamo sofferto di meno rispetto al recente passato.
Con questi caldi che verranno sarà ancora più dura, nei prossimi allenamenti vedremo se fare qualcosa di più o qualcosa di meno, può darsi che oggi si sia fatto sentire un accumulo di fatica per le 3 partite giocate in 10 giorni.

Rajcic per noi è un uomo importante sia in campo che negli spogliatoi, ma non possiamo piangere sugli assenti, perché avendo una rosa di 25 giocatori tutti validi, so che chi giocherà al posto di Ivan sicuramente farà bene, così come è accaduto oggi che avevamo diversi giocatori fuori tra infortuni e squalifiche.
Non abbiamo fatto molto possesso palla, o meglio lo abbiamo anche fatto, ma troppo basso rispetto al solito.

Vedendo la classifica penso che sia chi sta sotto che chi sta sopra venderà cara la pelle nelle restanti partite.
Sappiamo di andare a giocare con una squadra che è in un ottimo momento e che si sta giocando il campionato, ma sappiamo anche che se giochiamo da Benevento, ce la possiamo fare.

La voglia di giocare di Montini lo ha fatto stare zitto sul problema che aveva al piede (N.d.R.: una vescica), dicendo allo staff medico che non aveva niente, ma alla fine come avete visto il problema si è sentito ed è dovuto uscire.
Signorini invece aveva tossito tutta la notte, era un po’ che non giocava, e quindi ad un certo punto ho preferito sostituire anche lui.

Sul nostro secondo gol, sono stati un po’ troppo ingenui i giocatori del Pavia a fermarsi prima, visto che i miei ragazzi non si sono fermati nonostante un loro compagno fosse rimasto a terra. A parti invertite, se l’avessero fatto i miei giocatori, poi me li sarei “mangiati”. 

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.