Coppa Italia Lega Pro 2° turno: Avellino-Benevento 0-1

496

Rete: 18′ st Cipriani.

Avellino (4-3-3): Di Masi; Bittante, Fabbro, Izzo, Bianco; Panatti (19′ st Massimo), Angiulli (28′ st Lasagna), Millesi; Catania (14′ st Herrera), Biancolino, Bariti.
A disp.: Fumagalli, Zappacosta, Ricci, De Angelis.
All.: Rastelli.

Benevento (4-3-1-2): Gori; D’Anna, Signorini, Mengoni, Bolzan; Rajcic, Davì, Montiel (30′ st Buonaiuto); Mancosu; Germinale (10′ st Cipriani), Montini (35′ st Anaclerio).
A disp.: Mancinelli, Pedrelli, Rinaldi, Marchi.
All.: Ugolotti.

Arbitro: Sig. Pietro Del Giudici di Latina.
Assistenti: Sigg. Marco Chiocchi di Foligno e Edoardo Raspollini di Livorno.
Ammoniti: 13′ pt Izzo (A), 31′ pt Fabbro (A), 33′ pt Montiel (B), 15′ st Panatti (A), 30′ st Bianco (A), 45′ st Biancolino (A), 47′ st Buonaiuto (B).
Espulso: 29′ pt Fumagalli (A) dalla panchina.
Angoli 7-4 per il Benevento (Pt 2-1)
Recupero: Pt 0′; St 6′.

Avellino, Stadio Partenio-Lombardi, 17 ottobre 2012.
Nel match notturno infrasettimanale valido per la coppa italia di categoria, il Benevento si prende la rivincita della sfida di campionato (il precedente derby stagionale finì 2-1 per l’Avellino al Ciro Vigorito), e si qualifica per il turno successivo che vedrà la squadra giallorossa impegnata in un gironcino da tre squadre con partite di sola andata; se dovesse superare anche questo girone, il Benevento si giocherebbe le semifinali di coppa.

La partita di ieri sera, trasmessa in streaming gratuito dal sito ufficiale del Benevento, a dir la verità è stata alquanto mediocre in merito alla qualità del gioco offerto da entrambe le squadre; e tutto questo onostante il Benevento si presentasse con una formazione composta da buona parte dei titolari, mentre l’Avellino ha effettuato un deciso turnover.
Nella prima frazione pochissimi gli spunti da ricordare: un tiro di Germinale deviato in angolo, uno di Bianco di poco a lato della porta difesa da Gori, e una punizione di Panatti che sfiora il legno con Gori però attento. Da segnalare l’espulsione dalla panchina del portiere Fumagalli per proteste riguardo un fuorigioco fischiato contro.

Nella ripresa su tutto ricordiamo ovviamente l’entrata di Cipriani che dieci minuti dopo ha messo la sua firma sull’incontro dopo un triangolo con un compagno, a tu per tu con Di Masi in uscita gli segna facendogli passare il pallone sotto al corpo.
Occasioni nette per raddoppiare per il Benevento non ve ne sono, ma ne ricordiamo una per l’Avellino, valida per un possibile pareggio, con un tiro di Bariti respinto da Gori in angolo.
Dopo 6 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine della contesa con i giallorossi che guidati dal neo tecnico Ugolotti, tornano alla vittoria dopo due sconfitte consecutive in campionato.
Ora ci sarà la sosta che permetterà ai giocatori di ricaricare le batterie, e ad Ugolotti di conoscerli meglio uno per uno.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.