Cittadella Benevento 1-2, le pagelle: tra i migliori Maggio, peggiore Coda

253

A Cittadella il Benevento guadagna altri tre punti, frutto della prima vittoria del 2020 in campionato, grazie alle reti di Moncini e di Maggio, allungando ulteriormente in testa alla classifica.

MONTIPO’ 6 – Il Cittadella non è stato tutto questo gran pericolo in fase offensiva, si fa trovare sempre pronto quando c’è bisogno. Purtroppo per lui il Cittadella usufruisce di un rigore sul quale Iori lo spiazza siglando il parziale 1-1. Ai punti vince lui la sfida con Paleari, tra due dei migliori estremi difensori della serie cadetta.

MAGGIO 7 – Il capitano ha giocato benissimo sulla sua fascia, sia difensivamente che offensivamente. In più sigla anche la rete decisiva per la prima vittoria giallorossa del 2020, sfruttando un grande cross di sinistro di Kragl. Piccola curiosità, anche all’andata trovò la via del gol nel 4-1 finale del Vigorito, nient’altro da aggiungere.

VOLTA 6,5 – Abbastanza sicuro, molto roccioso, unico neo il liscio di testa su una ripartenza del Cittadella con Stanco che poi si guadagna il rigore per fallo di Letizia. Per il resto assieme a Caldirola difende bene l’area e la porta presieduta da Montipo’.

CALDIROLA 7 – Uno dei più sicuri della retroguardia, niente di nuovo dal centrale sannita che come al solito chiude ogni varco sia al diretto avversario che a tutti coloro che hanno la sfortuna di incrociarlo sulla loro strada. Di piede o di testa non ce ne è per nessuno, si sta preparando per la massima serie.

LETIZIA 6,5 – Unica sbavatura che però poteva costare cara al Benevento, e cioè la sciocchezza di andare a stoppare Stanco, ben sapendo che il centravanti veneto non aspettava altro per cadere in terra come se fosse stato investito da un tir. Ciononostante svolge alla perfezione il suo compito, chiudendo l’out mancino a modo suo. Non spinge come al solito, però da un suo cross nasce il primo gol del Benevento.

HETEMAJ 6 – Torna dalla squalifica e riprende il suo posto a centrocampo, meno dinamico rispetto a precedenti prestazioni, e questo è dipeso anche dagli avversari che erano ben messi in mezzo al campo. [dal 57′ IMPROTA 6 – Stavolta non è determinato e scatenato come nella precedente gara contro il Pisa, anche se il suo ingresso mette molta apprensione agli avversari che spesso ricorrono al fallo per bloccare la sua verve agonistica.]

schiattarellaSCHIATTARELLA 6,5 – Molto ordinato e preciso in cabina di regia, capisce quando è il momento di usare il fioretto e quando usare invece la spada. Forse gioca meglio quando indietreggia davanti la difesa.

VIOLA 6 – Molto al di sotto del suo standard abituale, sembra stanco e svogliato e non incide troppo sulla gara. Prova comunque a fare la differenza sulla sinistra, ma viene sempre fermato in angolo, oppure si porta la palla fuori.

INSIGNE 6,5 – Torna titolare dopo due partite consecutive, panchina che evidentemente gli ha fatto bene perché dimostra molto spirito di abnegazione ripiegando più volte per dare una mano ai compagni. Prova la conclusione in porta solo nella ripresa, dopo un colpo di testa di Caldirola che prende il palo, ma tira addosso a Paleari e si vede negare la gioia del gol. Qualche minuto più tardi offre un assist di testa per Moncini che non sbaglia. [dal 76′ KRAGL 7 – Viene mandato in campo con la speranza che possa decidere la gara con il suo pezzo forte, cioè il tiro potente di sinistro. La decide ugualmente con un perfetto cross dalla sinistra che pesca la testa di Maggio sul secondo palo.]

SAU 6 – Ha avuto qualche spunto dei suoi durante la prima frazione di gara, tra cui il primo tiro della gara al 26′ e poi, dieci minuti più tardi, una delle migliori occasioni del Benevento davanti la porta difesa da Paleari, sterzando sullo stesso, ma facendosi rimpallare il tiro da un difensore. Esce contrariato per far posto all’ex Moncini [dal 61′ MONCINI 6,5 – Entra da ex sullo 0-0 ed ha il merito di sbloccare la gara con un gol che denota un mix di esperienza e di senso del gol]

CODA 5,5 – Stavolta non fallisce occasioni plateali davanti il portiere avversario, però lo si vede molto di meno sul piano dell’impegno, sul pressing sugli avversari in possesso di palla e nel supporto ai compagni di squadra. In alcune occasioni è sembrato anche svogliato, di certo abbiamo visto sue prestazioni migliori in altre gare dove pure era rimasto a secco.

Il tabellino:
Cittadella – Benevento 1-2
Reti: 70′ Moncini (B), 75′ Iori rig. (C), 86′ Maggio (B)

Cittadella (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Perticone, Adorni, Benedetti; Proia, Iori, Gargiulo; D’Urso (48′ Frare); Luppi (78′ Pavan), Stanco (84′ De Marchi).
A disp.: Maniero; Mora, Bussaglia, Diaw, Rizzo, Rosafio, Vrioni, Branca, Ventola.
All.: Venturato.

Benevento (4-3-2-1): Montipo’; Maggio, Volta, Caldirola, Letizia; Hetemaj (57′ Improta), Schiattarella, Viola; Insigne (76′ Kragl), Sau (61′ Moncini); Coda.
A disp.: Manfredini, Gori; Del Pinto, Pastina, Basit, Gyamfi, Di Serio, Armenteros, Barba.
All.: Inzaghi.

Arbitro: Sig. Niccolò Baroni della sezione AIA di Firenze.
Assistenti: Sigg. Andrea Tardino della sezione AIA di Milano e Oreste Muto della sezione AIA di Torre Annunziata.
Quarto uomo: Sig. Luca Zufferli della sezione AIA di Udine.
Ammoniti: 35′ Sau (B), 40′ Adorni (C) e Benedetti (C), 52′ Ghiringhelli (C), 57′ Schiattarella (B), 60′ Gargiulo (C), 74′ Letizia (B), 83′ Iori (C)
Espulso: 46′ Adorni (C)
Angoli: 2-6 (Pt 2-1)
Recupero: Pt 1′; St 5′.

Le azioni dei gol:

70′ Letizia riceve da Viola sulla sinistra, rientra sul destro e calcia sul secondo palo per Insigne che rimette in area di testa, sul primo palo altro colpo di testa di Moncini che sigla il più classico dei gol dell’ex.

75′ Rigore per il Cittadella: Intervento falloso di Letizia su Stanco, arriva anche il cartellino giallo per il difensore del Benevento. Sul dischetto va il capitano Iori che di destro spiazza Montipo’ portando i suoi al pareggio. 1-1.

86′ Cross perfetto dalla sinistra effettuato da Kragl, Maggio si inserisce dalle retrovie, supera in altezza sul diretto marcatore e di testa scaraventa il pallone alle spalle di Paleari per l’1-2 giallorosso.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.