Via Ciciretti, dentro Djuricic e Guilherme, chi dei due lo sostituirà nel Benevento?

372
benevento
Sponsor o tatuaggi, Ciciretti è sempre a suo agio

L’addio di Ciciretti al Benevento, con conseguente passaggio in prestito oneroso al Parma (oggi pomeriggio è arrivata anche l’ufficialità dell’affare con tanto di foto e firma), ha dato l’opportunità a noi di Quelle Iene sul Tubo di parlare di tutta la situazione che si è venuta a creare tra il talento della Magliana, Amato “Dragonball” Ciciretti (come veniva chiamato dallo speaker dello stadio Ciro Vigorito), e il suo passaggio attuale al Parma, e in futuro al Napoli.

benevento
Il buon Brignola al debutto contro il Chievo

La domanda che ora si fanno in molti, tra i tifosi giallorossi, potrebbe essere la stessa che ci siamo fatti noi: ma ora, senza più Ciciretti, chi giocherà al suo posto? E l’assetto tattico della squadra cambierà sensibilmente? Sicuramente la prima risposta che verrà a molti sarà la seguente: “Ma che fa che se ne è andato Ciciretti? Tanto al suo posto ha giocato bene e anche meglio di lui il giovane Brignola!”

benevento
Guilherme e Billong che l’un l’altro si prendono le misure in ritiro

Nessuno qui mette in dubbio le qualità del giovane di Telese Terme che a furor di popolo e a suon di prestazioni, nelle ultime partite ha mantenuto la titolarità risultando anche decisivo nella sfida contro la Sampdoria. Però la società giallorossa, è diciamo “corsa ai ripari” assicurandosi nel mercato di riparazione attualmente in atto, le prestazioni del trequartista serbo Filip Djuricic, proprio dai blucerchiati appena battuti in campionato, e soprattutto del brasiliano Guilherme che, svincolatosi un mese fa dal Legia Varsavia con il quale dettava legge in Polonia, si stava già allenando da settimane con i giallorossi, per fare conoscenza con l’ambiente e i nuovi compagni prima di essere ufficializzato.

Problemi di transfer che hanno caratterizzato anche il trasferimento dell’altro brasiliano, il forte centrocampista Sandro, preso dall’Antalyaspor ma che aveva ben figurato qualche anno fa nelle file del Tottenham. Ai due si sono aggiunti anche l’attaccante franco-maliano Cheick Diabaté e il difensore francese Jean Claude Billong che ha già debuttato prima di tutti quanti nella ripresa contro la Sampdoria.

benevento
Il ritorno del giovane Rutjens

I problemi veri e propri però sono tornati a spuntare nel reparto difensivo: dopo una serie di infortuni e squalifiche che aveva falcidiato il settore giallorosso più arretrato, con la squalifica di Lucioni di un anno, e la contemporanea cessione definitiva di Gravillon al Pescara, ci si è trovati senza due pedine in difesa. Una prima “pezza” è stata messa con il ritorno del giovane difensore centrale spagnolo Christian Rutjens, che l’anno scorso collezionò 6 panchine in serie B, senza però mai poter debuttare, e che a distanza di 7 mesi è ritornato nel Sannio. Tra le trattative di cui si è parlato finora, si è fatto anche il nome di un altro “ex” quel Kevin Bonifazi di proprietà del Torino, che in granata ora non sta trovando spazio, e che è stato richiesto anche dalla Spal con la quale svolse un egregio campionato di serie B con successiva promozione.

beneventoQuello che però è sicuramente necessario per il Benevento, è l’apporto di giocatori, non solo esperti, ma anche dotati tecnicamente, e che soprattutto abbiano la voglia di mettersi in discussione in una squadra che occupa mestamente l’ultima posizione in serie A. Un Thiago Cionek preso appunto dai ferraresi sarebbe stato l’ideale per il Benevento, e restando in ottica Palermo, in sostituzione di Ciciretti, avremmo visto bene anche un profilo “alla Diamanti”, che conosce bene il campionato italiano; anche se lo stesso Alino, ex nazionale, è da un po’ che è fuori dai radar della massima serie.

In ogni caso, vi invitiamo ad iniziare una discussione stesso con noi, riguardo le prossime mosse del calciomercato del Benevento, contattandoci sulla nostra pagina Facebook, o in alternativa sul nostro canale Youtube. Da Quelle Iene sul Tubo è tutto, alla prossima!