Benevento-Viareggio, dalla sala stampa Martinez, Marchi, Mengoni.

375

 

Jorge Martinez, allenatore del Benevento Calcio.

 

Penso che oggi si sia visto come la nostra sia una squadra solida;
dobbiamo imparare a “riposare” con la palla, ma sono molto felice
della risposta tecnica e caratteriale dei ragazzi.

 

Montiel è uscito prima per una botta alla caviglia, e oggi meritava
anche il gol, sta dimostrando veramente di essere un ottimo giocatore.
Gori ha avuto un trauma cervicale, ma ci hanno detto che sta
abbastanza bene.

 

In settimana, rivedendo la partita di Perugia, abbiamo visto dove
dovevamo essere più veloci.
E’ normale che qualche errore ci sta, ma oggi la difesa è stata
solida, Mengoni sa guidare il reparto, abbiamo visto che sa anche
attaccare, ordina che movimenti fare a Signorini, a Rajcic e agli
esterni, in pratica sarà la sua esperienza a fare la differenza.
In definitiva sono tranquillo di tutti i difensori che abbiamo in
rosa.

 

E’ da 8 mesi che con Carmelo (NdR: Imbriani) stiamo lavorando su
questo modello di gioco. Il modulo di oggi ha esaltato le
caratteristiche dei nostri singoli: Mancosu ha fatto un gran primo
tempo, come Montiel che penso farà la storia recente del Benevento.

 

Credo che se il primo tempo fosse finito 3/4 a 0, non avremmo rubato
niente, siamo solo alla seconda giornata, c’è tempo per concretizzare
al meglio il nostro gioco: pensate che oggi Marchi ha segnato, mentre
la settimana scorsa a Perugia con un tiro simile prese il palo.

La sconfitta di Perugia bruciava ancora, e difatti il gruppo ne aveva
sofferto, proprio per questo oggi era importante vincere e convincere.

 

DEvo ringraziare i tifosi, la città, perché da 4 anni che sono qua non
ho mai visto mancanza di rispetto nei confronti dello staff tecnico.
E’ importante che il tifoso si possa divertire sapendo che anche se
imperfetta la squadra lotta e suda per la maglia.

 

Ho visto l’anticipo tra Latina e Catanzaro, e quest’ultima è una
squadra aggressiva e grintosa, dovremo restare concentrati per portare
a casa il risultato, sarà una gara fondamentale.

 

Naturalmente dedico questa vittoria a Carmelo che in questi giorni è
tornato a casa, noi gli siamo sempre vicini.

Ettore Marchi, attaccante esterno del Benevento Calcio.

Dobbiamo dare ancora di più, molto è dovuto dalla preparazione
atletica che abbiamo avuto finora.
Le squadre che vengono qui a Benevento non hanno niente da perdere,
vengono a fare la loro partita sapendo che se perdono con noi era
probabile, pareggiare è un gran risultato, non parliamo poi
addirittura di vincere; per noi invece è normale che se non vinciamo,
poi questo peso ce lo portiamo addosso per tutta la settimana.

Nel primo tempo l’unico neo è stato non fare il secondo gol. Appena
sono arrivato si è parlato molto della mia intesa con Altinier, visto
che avevamo già giocato assieme a Portogruaro, ma in realtà non ho
problemi a giocare anche con Germinale e Montini che rispetto a me
giocano più come prime punte, io gioco molto largo.

Andrea Mengoni, difensore centrale del Benevento Calcio.

Sono contento perché bisogna essere organizzati in difesa in questa
categoria. Le uniche occasioni che ha avuto il Viareggio sono state su
calci piazzati; nell’uno contro uno, ovvero nelle sfide singole
abbiamo vinto su tutta la linea.
Mi spiace per il gol annullatomi per fuorigioco, per me era più che
valido, meno male che ci hanno pensato poi gli altri a segnare.

Ho già conseguito due promozioni, direi che non c’è due senza tre,
anche perché ora ho le stesse sensazioni che ho avuto in quelle due
precedenti situazioni. Ma preferisco fare questi discorsi a maggio, e
non ora che siamo ancora agli inizi della stagione.

La squadra è costituita non solo da ottimi giocatori, ma anche da
ragazzi eccezionali; se il Benevento riuscirà a mantenere 23 persone
in questa maniera, farà qualcosa di veramente eccezionale.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.