Benevento preso a Spallate: Floccari vendica l’andata

67

SPAL batte Benevento 2-0 con una rete per tempo, entrambe segnate in chiusura.
Inizia male il girone di ritorno per i colori giallorossi. Una trasferta quella di Ferrara che si sapeva già quanto potesse essere insidiosa, tenendo conto anche dei precedenti che avevano visto il Benevento vincere una sola volta allo stadio Paolo Mazza.

baroni-primo-pianoBaroni sceglie diverso modulo e diversi uomini rispetto alle partite precedenti, con Melara, Chibsah e Ceravolo tenuti in panchina (alla fine è entrato solo l’attaccante nella ripresa); assenti Ciciretti per squalifica e per infortunio Buzzegoli, De Falco, Lopez, Padella e Piscitelli (terzo portiere). Stregoni quindi schierati con un 3-4-3 con una difesa con Camporese, Lucioni e Pezzi, a centrocampo i due terzini Venuti a sinistra e Gyamfi a destra, in mezzo il nuovo acquisto Eramo con Del Pinto al fianco, davanti un tridente che vede titolare Puscas con Cissé e Falco ai suoi lati, e che come vedremo poi nel corso della partita, assolutamente sterile.

Il Benevento subisce le iniziative offensive della SPAL fino a quando capitola sul finire dei primi 45′ con il classico gol preso sugli sviluppi di un calcio piazzato: Vicari di testa su angolo di Schiattarella uno degli “ex” della partita avendo giocato nelle giovanili giallorosse.
Solo grazie a Cragno la SPAL non era andata già in vantaggio nei minuti precedenti, una sola defaillance per il portierino dell’Under 21, ma fortunatamente c’era fuorigioco per Finotto che aveva messo in rete dopo che Cragno aveva perso il pallone su un cross senza pretese.

Nella ripresa Baroni continua con gli stessi uomini, e lo stesso fa il suo amico di infanzia Semplici (i due abitavano nella stessa via a Rondinella Impruneta, provincia di Firenze), fino a quando al 20′ decide di cambiare inserendo Ceravolo, e l’entrata del campo del numero 9 cambia in meglio le sortite offensive degli ospiti, purtroppo il cambio arriva con l’uscita di Gyamfi lasciando in campo (per un altro quarto d’ora) l’inutile Puscas, mai pericoloso per la difesa spallina.

Le idee che nel primo tempo scarseggiavano, iniziano a farsi largo nelle menti dei giocatori sanniti, e dell’entrata di Ceravolo ne giovano decisamente i suoi colleghi di reparto Falco e Cissé che iniziano ad essere più pericolosi. Successivamente fa il suo debutto stagionale anche Campagnacci, a inizio stagione tenuto fuori dalla lista del campionato.Floccari alla Spal
Purtroppo però il risultato non cambia, nonostante un evidente assedio del Benevento alla porta difesa da Meret, e al 45′ la SPAL arriva al raddoppio con il neo acquisto Floccari che bagna con un gol il suo debutto.

La partita finisce quindi sul 2-0, un risultato all’inglese che vendica la sconfitta subita dagli estensi all’andata al Ciro Vigorito; una vittoria che fa salire al secondo posto la squadra di Ferrara, complice la sconfitta a Chiavari del Frosinone, il Benevento invece si lascia superare anche dal Cittadella vincente in casa contro il Bari.
Si spera che in settimana ci sia qualche rientro degli infortunati, e che Baroni catechizzi il meglio ai suoi che difettano molto nella gestione dei calci piazzati avversari, vero e proprio punto debole dei giallorossi.
Il pronto riscatto dei giallorossi potrebbe arrivare tra una settimana nella partita n casa contro il Carpi, prima dell’altrettanto difficile trasferta di Verona oggi sconfitta in quel di Latina.

Il tabellino:
Reti:
42′ pt Vicari, 45′ st Floccari.

SPAL (3-5-2): Meret; Giani, Vicari, Bonifazi; Del Grosso (40′ st Cremonesi), Mora, Pontisso (26′ st Arini), Schiattarella, Lazzari; Finotto (19′ st Floccari), Antenucci.
A disp.: Branduani, Marchegiani; Silvestri, Gasparetto, Costa, Zigoni.
All.: Semplici.

Benevento (3-4-3): Cragno; Camporese, Lucioni, Pezzi; Gyamfi (20′ st Ceravolo), Del Pinto, Eramo, Venuti (36′ st Pajac); Falco, Puscas (37′ st Campagnacci), Cissé.
A disp.: Gori; Bagadur, Fusco, Melara, Chibsah, Donnarumma.
All.: Baroni.

Arbitro: Sig. Lorenzo Illuzzi della sezione di Molfetta.
Assistenti: Sigg. Lorenzo Gori della sezione AIA di Arezzo, e Dario Cecconi della sezione AIA di Empoli.
Quarto uomo: Sig. Daniele Chiffi della sezione AIA di Padova.
Ammoniti: 38′ pt Cissé (B), 8′ st Mora (S)
Angoli: 10-4 (Pt 8-1).
Recupero: Pt 1′. St 5′.

Le azioni del primo tempo:

16′ Primo vero sussulto della partita: su angolo di Schiattarella, Giani ci prova da fuori area, Cragno salva in angolo.

17′ Assist di Schiattarella per Finotto, ancora Cragno protagonista.

21′ Errore di Gyamfi a trenta metri dalla porta, ne approfitta Del Grosso che arriva al limite e calcia in porta, palla deviata in angolo.

23′ Errore di Cragno che perde il pallone, ne approfitta Finotto con la palla che gli rimbalza addosso e finisce in porta, ma l’assistente arbitrale segnala il fuorigioco dell’attaccante spallino, annullando di fatto la rete.

35′ Missile di destro dalla distanza di Eramo, c’è la potenza, manca la precisione.

42′ Corner di Schiattarella sul quale interviene di testa Vicari che mette alle spalle di Cragno sul secondo palo. 1-0 per i padroni di casa, ma ci sono dubbi sull’assegnazione del calcio d’angolo visto che Mora poco prima aveva fatto fallo su Del Pinto. L’arbitro avrebbe dovuto assegnare un calcio di punizione al Benevento.

Le azioni del secondo tempo:

4′ Pontisso ci prova da fuori, palla deviata che finisce a Finotto in posizione regolare e a tu per tu con Cragno, l’attaccante ha l’occasione di portare al raddoppio la sua squadra, ma incredibilmente calcia addosso a Cragno che para e salva il Benevento.

10′ Falco palla al limite dell’area della SPAL cerca un varco per il tiro ma ha il pallone sul destro, quindi preferisce crossare sul secondo palo sul quale trova Cissé, l’attaccante guineano calcia al volo di sinistro ma senza precisione, palla in curva.

14′ Cross morbido dalla destra di Lazzari, a centro area colpisce Mora di testa, la palla è di un metro sopra la traversa.

17′ Contropiede della SPAL, Schiattarella serve ottimamente Lazzari che entra dalla destra in area calciando al volo di destro, ancora una volta Cragno salva il Benevento dalla capitolazione.

23′ Angolo battuto da Falco, sul pallone arriva Ceravolo che calcia al volo di sinistro cogliendo l’esterno della rete.

28′ Sugli sviluppi del primo angolo nella ripresa per la SPAL, Giani dalla distanza calcia di sinistro svirgolando il pallone.

29′ Ceravolo entra dalla destra in area e calcia di destro, palla di poco a lato.

33′ Cross di Venuti dalla destra, Cissé stoppa di petto in area piccola sul secondo palo, e calcia al volo di sinistro, paratona di Meret che salva la porta dal pareggio del Benevento.

37′ Cissé in area appoggia per il tiro da fuori di Eramo, palla alta sulla traversa.

41′ Falco ci prova col destro che non è il suo piede, e si vede… palla che finisce svirgolata a fondo campo.

44′ Punizione di Schiattarella calciata in area, la difesa giallorossa perde la marcatura su Floccari che in solitaria colpisce di testa e anticipa l’uscita di Cragno. Debutto con gol per l’attaccante estense che porta la SPAL sul 2-0.

49′ Azione insistita del Benevento alla ricerca del gol della bandiera, la difesa della SPAL libera l’area ma dal limite Falco calcia un sinistro rasoterra stoppato da Del Pinto per il tiro di Cissé sempre di sinistro, Meret si distende sulla sua sinistra e blocca la conclusione che poteva essere insidiosa.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.