Benevento – Perugia 1-1.

320

benevento_perugia

Reti: 26′ Evacuo (B), 58′ Scognamiglio (P).

Benevento (4-3-3): Baiocco; Zanon, Milesi, Signorini, Anaclerio (72′ De Risio); Agyei (66′ Espinal), Vacca, Mancosu; Campagnacci (83′ Di Deo), Evacuo, Montiel.
A disp.: Gori, Frasciello, Altinier, Buonaiuto.
All.: Carboni.

Perugia (4-3-3): Koprivec;  Daffara, Massoni, Scognamiglio, Comotto; Moscati, Vitofrancesco, Nicco (62′ Mungo); Sprocati, Mazzeo (72′ Eusepi), Fabinho (89′ Insigne).
A disp.: Stillo, Conti, Barison, Aveni.
All.: Camplone (in panchina Dicara).

Arbitro: Sig. Rosario Abisso della sezione AIA di Palermo
Assistenti: Sigg. Antonio Pignone della sezione AIA di Empoli e Lorenzo Gori della sezione AIA di Arezzo.
Ammoniti: 20′ Anaclerio (B), 70′ Mazzeo (P), 94′ Evacuo (B).
Espulsi: 44′ l’allenatore in seconda del Perugia Dicara per proteste.
Angoli: 3-2 (Pt 2-0)
Recupero: Pt 2′, St 8′.

Nei primi venti minuti assistiamo noiosi ad una gara in cui nessuna delle due squadre sembra essere scesa in campo (a parte un paio di tiri velleitari o senza troppe pretese). La prima vera occasione arriva difatti al 24′ con Campagnacci che, servito da Zanon dalla destra, calcia potente di destro in porta, con Koprivec che si protegge coi pugni, la sfera torna all’attaccante giallorosso che questa volta rimette in area con la difesa umbra che libera agevolmente.
Due minuti più tardi arriva il vantaggio giallorosso: Vacca dalla trequarti pesca Evacuo sul filo del fuorigioco, la difesa ospite si lascia imbambolare e per Evacuo dopo aver stoppato la palla di petto, è un gioco da ragazzi superare con un pallonetto, il portiere Koprivec in uscita.

Dieci minuti più tardi al 35′ un’azione su cui Evacuo ha molto recriminato: il centravanti spalle alla porta serve Montiel sulla sinistra, il paraguaiano si porta la sfera sul destro e con Koprivec in uscita calcia in porta, la conclusione viene deviata con un tocco di mani da Comotto, impedendo così il tap-in di Evacuo; la palla coglie poi il secondo palo e arriva nei pressi di Campagnacci che calcia al volo con la conclusione che si spegne sulla parte esterna della rete. Evacuo protesta col direttore di gara, chiedendo il rigore, ma il signor Abisso non è d’accordo e fa proseguire il gioco.

Al 37′ Mancosu sventaglia dalla sinistra per Evacuo in area, l’attaccante si coordina e calcia al volo di destro, ma purtroppo per lui la conclusione coglie giusto il paletto che sostiene la rete dietro la porta. Bel gesto tecnico dell’avanti sannita.
Cinque minuti più tardi è il Perugia che si fa vedere in avanti con Daffara che crossa dalla destra in area, interviene di testa Nicco, ma la palla finisce abbondantemente alta sulla traversa. Al 44′ l’ultima occasione degna di nota della prima frazione di gioco: in contropiede Agyei scende sulla destra e serve appena può Evacuo in area, Massoni però anticipa il giallorosso e manda in calcio d’angolo.

Ad inizio ripresa il Perugia va subito vicino al pareggio: sugli sviluppi di un corner battuto da Nicco, Massoni svetta di testa, Baiocco smanaccia la sfera che coglie il palo, il portiere sannita cerca di rimediare, e alla fine la difesa di casa riesce a liberare l’area dal pericolo appena trascorso.
Al 58′ arriva il pareggio: sempre da un calcio d’angolo, questa volta battuto da Vitofrancesco, la difesa giallorossa si dimentica di Scognamiglio che tutto solo riesce a saltare più in alto di tutti e spedisce la sfera all’angolino, con Baiocco che non può nulla, è l’1-1.
Il Benevento sembra essersi adagiato, e risponde tiepidamente con una punizione di Montiel che finisce però fuori, gli ospiti si fanno coraggio e al 61′ con Nicco lanciato in contropiede, vanno vicini al raddoppio, se non fosse stato per la conclusione imprecisa del centrocampista umbro; un diagonale di sinistro che sfiora il palo più lontano.
Inizia poi la girandola di sostituzioni per entrambe le squadre, e al 74′ arriva una delle più ghiotte occasioni per il Benevento nel secondo tempo: Montiel, ricevuta palla da fallo laterale di Zanon, la crossa in area per Evacuo che colpisce di testa mandando però alto.
Due minuti più tardi avviene l’infortunio del direttore di gara, ma dopo cinque minuti di medicamenti, il fischietto siciliano riesce a riprendere il gioco, dando poi ben 8 minuti di recupero.
Nel recupero, al 93′ Espinal crossa dalla destra per Mancosu, il trequartista coglie il pallone al volo, ma si gira debolmente col destro e la palla finisce di poco a lato.
L’ultimo sussulto del match è la punizione calciata da Montiel di destro: la palla viene respinta da Koprivec con le gambe, durante l’esecuzione del calcio piazzato Evacuo viene atterrato in area, chiede il rigore all’arbitro ma questi non glielo concede, anzi lo ammonisce pure per proteste.

Al 98′ scoccato, l’arbitro chiude le ostilità e manda tutti sotto la doccia.
Un pareggio più che giusto, con le due squadre che oltre alla posta in palio si dividono anche il gioco nei due tempi della partita: se nella prima frazione il Benevento meritava di vincere, nella seconda il Perugia mette alle strette il Benevento arrivando subito al pareggio e sfiorando in un paio di occasioni persino la rete della vittoria.
I giallorossi forti del vantaggio acquisito nei primi 45′, ben presto calano il proprio baricentro, e subiscono quindi il ritorno degli ospiti che si sono ben comportati nonostante abbiano sostenuto l’intera ripresa senza la propria guida tecnica: con Camplone già squalificato, in panchina era andato il secondo Dicara poi espulso alla fine del primo tempo; al suo posto ha tenuto così le redini tecniche dell’incontro il team manager Simone Rubeca poi presentatosi in sala stampa a fine partita.

Il Benevento interrompe quindi a 3, la propria striscia positiva di vittorie consecutive in casa, e sale a 12 punti in classifica, il Perugia si porta a 9 punti. Prossima sfida dei giallorossi, altro derby campano, questa volta contro la Salernitana e sempre in casa.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.