PAGELLE Benevento – Juventus 1-1. Letizia risponde a Morata, punto d’oro e storico per i giallorossi.

210

Benevento Juventus finisce 1-1! Impresa storica dei giallorossi che prendono il primo punto ai bianconeri al terzo confronto fra le due compagini, dopo la doppia sconfitta patita nel campionato di 3 anni fa. Apre le marcature Morata (poi espulso nel post gara per proteste), la pareggia in pieno recupero del primo tempo Letizia, seconda rete stagionale dopo il gol vittoria di Genova contro la Sampdoria. Una Juventus con poche idee, molto confusionaria, si rende pericolosa in pochissime occasioni, decisiva l’assenza di Ronaldo che avrebbe creato molto probabilmente più di un grattacapo al Benevento.

MONTIPO’ 6,5 – Subisce un gol per una disattenzione della squadra, però resta attento per tutto il resto della gara; non si fa sorprendere sul tiro in controtempo di Dybala nella ripresa, deviando in angolo. Una parata che vale tanto.

LETIZIA 7 – Parte a destra, poche le discese, poi si fa male Caldirola e con dentro Maggio, Gaetano passa a sinistra. È lui a siglare la rete dell’1-1 sugli sviluppi di un angolo a fine primo tempo, con un bel diagonale destro. Un gol fondamentale che porta ad un punto d’oro e storico.

GLIK 6,5 – Viene privato dopo mezz’ora del collega di reparto Caldirola, ma assolve a pieno al suo compito di bloccare Morata quando gli viene affiancato il buon Barba, monumentale sulle palle alte sui numerosi calci d’angolo bianconeri.

CALDIROLA 6 – Purtroppo esce anzitempo per un problema muscolare, ma fin quando resta in campo non demerita e contiene bene gli assalti avversari. [dal 33′ pt MAGGIO 5 – Entra e si posiziona sulla destra, ma non riesce quasi mai a contenere le folate avversarie, viene ammonito e poi esce per Insigne, l’età che avanza] [dal 15′ st INSIGNE 6 – Gara di sacrificio per il fratello d’arte, pronto nelle poche ripartenze giallorosse che portano però ad un nulla di fatto. Prezioso]

BARBA 6,5 – Inizia a sinistra, poi passa al centro per infortunio di Caldirola, e in coppia con Glik chiude la cerniera della difesa giallorossa. Prende un giallo per una scorrettezza su Dybala.

IONITA 5 – Sullo 0-1 è sulla traiettoria del cross di Chiesa per Morata, ma si fa sfilare la palla davanti senza intervenire e permettendo allo spagnolo di segnare. Per il resto della gara fa il suo come al solito, ovvero niente. [dal 26′ st TELLO 6 – Entra per dare una mano a centrocampo lì dove non c’era riuscito il romeno, si posiziona a sinistra per limitare le discese del connazionale Cuadrado]

schiattarellaSCHIATTARELLA 6,5 – Ha sui piedi la palla del possibile pareggio, un rigore in movimento, piazza la palla alla sinistra di Szczesny ma il portiere polacco si supera e manda in angolo. Con carattere si oppone sia agli avversari che all’arbitro, prendendo infine un giallo che è sembrato molto cercato.

HETEMAJ 6,5 – Gara di sostanza la sua, come sempre, il migliore a Firenze, uno dei migliori anche stasera, uno come lui è necessario in una squadra che punta a salvarsi. Carattere, grinta, esperienza.

IMPROTA 6,5 – Un’altra grande gara per l’eroe di Firenze, inizia alle spalle di Lapadula, passa poi mezzala, e infine finisce addirittura a fare il terzino tutta fascia a destra. Ha sette polmoni e Inzaghi fa bene a metterlo in campo, perché ultimamente non delude mai. Giallo nel recupero.

CAPRARI 6 – A sinistra di concerto con Improta, dà del filo da torcere a Cuadrado, la sua uscita del campo diminuisce le idee giallorosse in fase offensiva, una presenza importante per l’attacco del Benevento, ma è necessaria per strappare questo punto d’oro. [dal 26′ st TUIA 6,5 – Il suo è un cambio fondamentale perché dopo gli infortuni di Caldirola e Maggio c’era bisogno di qualcuno che sapesse il fatto suo, torna dall’infortunio con una maschera protettiva e di conseguenza aiuta a proteggere la difesa giallorossa dagli attacchi bianconeri]

LAPADULA 5,5 – Impresa ardua la sua, di fronte a quel marcantonio che è De Ligt. Ha comunque modo di tentare di graffiare in area bianconera, ma le occasioni sono poche per segnare il gol dell’ex. [dal 26′ st SAU 5,5 – Compito ingrato il suo, quello di terminale offensivo di una manovra che però cessa di esistere per impedire più il gioco avversario che non fare il proprio]

Il tabellino:
Benevento – Juventus 1-1
Reti: 21′ pt Morata (J), 45’+3′ Letizia (B)

Benevento (4-3-2-1): Montipo’; Letizia, Glik, Caldirola (33′ pt Maggio, 15′ st Insigne), Barba; Ionita (26′ st Tello), Schiattarella, Hetemaj; Improta, Caprari (26′ st Tuia); Lapadula (26′ st Sau).
A disp.: Manfredini, Lucatelli; Basit, Di Serio, Moncini, Masella, Pastina.
All.: Inzaghi.

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Danilo, Frabotta; Ramsey (16′ st Kulusevski), Arthur (16′ st Bentancur), Rabiot; Dybala, Morata, Chiesa (23′ st Bernardeschi).
A disp.: Pinsoglio, Garofani; Alex Sandro, McKennie, Bonucci, Dragusin, Portanova.
All.: Pirlo.

Arbitro: Sig. Fabrizio Pasqua della sezione AIA di Tivoli.
Assistenti: Sigg. Matteo Bottegoni della sezione AIA di Terni e Fabrizio Lombardo della sezione AIA di Cinisello Balsamo.
Quarto uomo: Sig. Juan Luca Sacchi della sezione AIA di Macerata.
VAR: Sig. Aleandro Di Paolo della sezione AIA di Avezzano.
Assistente VAR: Sig. Dario Cecconi della sezione AIA di Empoli.
Ammoniti: 14′ st Maggio (B), 34′ st Cuadrado (J), 36′ st Schiattarella (B), 41′ st Barba (B), 45 st’+5 Improta (B)
Espulso: A fine gara, Morata (J) per proteste.
Angoli: 5-8 (Pt 5-3)
Recupero: Pt 3′; St 6′.

Le azioni dei gol:

21′ Chiesa in posizione centrale vede lo scatto di Morata sulla sinistra, bel controllo dello spagnolo che calcia in porta un diagonale sinistro sul quale Montipo’ non può nulla. 0-1.

45’+3′ Angolo per il Benevento, palla in area, Arthur respinge corto e sulla sfera si avventa Letizia che fa partire un diagonale destro che sorprende tutti toccando il palo interno e insaccandosi in porta. 1-1.

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.