Benevento – Foggia 0-1. Considerazioni e cronaca del match.

244

Benevento-FoggiaBENEVENTO (4-3-2-1): Gori; Candrina, Rinaldi, Signorini, Frascatore; La Camera, Rajcic ( dal 69′ Montini), Vacca (dal 58′ Sy); Pintori (dal 63′ Kanoutè), Cia; Altinier.  A disp.: Mancinelli, Siniscalchi, Anaclerio, Grauso. All.: Imbriani

FOGGIA (4-3-3): Ginestra; Traorè, D’Orsi, Gigliotti, Cardin; Meduri (dal 42′ Toppan), Perpetuini, Wagner; Agodirin, Molina, Tomi. A disp.: Botticella, Bianchi, Cortesi, Marinaro, Venitucci, Defrel. All.: Stringara.

Rete: Agodirin (F) all’85′.

Arbitro: Sig. Michele Gallo di Barcellona Pozzo di Gotto.
Assistenti: Sigg. Mohamed Mahmoud Atta Alla Mostafa di Roma 1 e Maurizio De Troia di Termoli.
Angoli: 3-3  (Primo tempo 1-1).
Ammoniti: Traorè (F) al 3′, Perpetuini (F) al 15′, Gigliotti (F) al 54′, Candrina (B) al 58′, Signorini (B) al 64′, Ginestra (F) al 67′, Rajcic (B) al 73′ (dalla panchina), Frascatore (B) al 78′.
Espulsi: Traorè (F) al 27′, Perpetuini (F) al 40′, Stringara (allenatore del Foggia) al 27′.
Recupero: Primo tempo 1’, Secondo tempo 4’.
Spettatori: 2.036 paganti oltre 685 abbonati per un totale di 2.721.

GUARDA LA FOTOGALLERY   BENEVENTO-FOGGIA

Sosta che fa male al Benevento, e bene agli ospiti pugliesi.
Quella del Foggia è stata una vera e propria impresa: espugnare in inferiorità numerica (e non di un solo uomo, ma di due) il “Ciro Vigorito” non è roba di tutti i giorni; anche se l’ultima volta che una squadra l’ha fatto, vedi il Carpi, seguì poi l’esonero di Simonelli.
Non è neanche tanto peregrina l’idea di un parallelismo tra le due gare in questione, perché come allora, anche in quest’occasione, dalle tribune si è avuta l’impressione di un allenatore (in questo caso Imbriani) decisamente senza idee: in 11 contro 9, invece di cercare di modificare all’uopo il modulo adottato fino a quel momento, continua imperterrito con gli stessi uomini permettendo così agli ospiti di continuare a fare il gioco fatto in quel momento, dato che ormai il Foggia aveva preso le misure al Benevento.
Sintomatici poi i cambi di quei due giocatori, che più di ogni altro loro compagno in campo, potevano con un guizzo, un’invenzione delle loro, cambiare l’andamento del match. Stiamo parlando di Vacca e Pintori.

Insomma, una battuta d’arresto che proprio non ci voleva, considerando anche quelli che sono stati i risultati usciti dagli altri campi del girone: Como, Lumezzane, Pisa, Tritium e Avellino, ovvero tutte le squadre sopra il Benevento, hanno perso tutte quante. Il Foggia che ci era dietro di 1 solo punto ci ha quindi scavalcato in classifica, e persino la Reggiana, vincente in casa, ci si è avvicinata ulteriormente di soli 3 punti.
No, non ci siamo proprio: il campionato del Benevento deve essere costruito principalmente in casa, e se il gioco e i risultati devono essere quelli di oggi, allora possiamo scordarci ogni velleità di scalare la classifica e avvicinarci (ed entrare) alla zona playoff.

La cronaca del primo tempo.

21′ Altinier dal fondo rimette in mezzo un pallone che sembrava ormai spegnersi a fondo campo, in area sulla palla scodellata dal centravanti, svetta Pintori di testa che coglie il palo da pochi passi.

26′ Brivido per il Benevento con Agodirin che salta Frascatore sulla destra, involandosi verso la porta, l’attaccante nigeriano mette poi un cross basso in mezzo, ma purtroppo per il Foggia, nessuno interviene.

45′ Tiro di Cia quasi sulla linea di fondo, su un altro pallone che sembrava essere ormai finito fuori, e respinta di Ginestra. La difesa poi spazza.

46′ Colpo di testa di Candrina di poco alto sulla traversa.

Secondo tempo.

11′ Cross di Frascatore dalla sinistra, colpo di testa in sospensione di Altinier che gira la sfera sul secondo palo, di poco fuori con portiere completamente inerme.

21′ Altinier riceve palla e smista di petto verso Cia che in mezza rovesciata conclude in porta, sulla linea però respinge Gigliotti. Niente da fare.

23′ Cambio gioco del Foggia per Agodirin che sulla destra entra in area, rientra sul sinistro e calcia verso la porta giallorossa. Gori ci mette la manona e manda in corner. Occasionissima per gli ospiti e miracolo del portiere sannita.

29′ Cross di Candrina dalla destra, in area svetta Altinier che manda però alto.

30′ Tiro da fuori area di Frascatore, Ginestra respinge alto in corner.

32′ Tiro rasoterra di La Camera da poco fuori l’area di rigore, Ginestra si distende alla sua destra e blocca nell’angolino senza difficoltà.

40′ Agodirin lanciato in contropiede è il più veloce di tutti i difensori giallorossi e giunto in area, anticipa di quel tanto che basta Gori in uscita, depositando la sfera in rete con il Foggia che passa quindi incredibilmente in vantaggio.

Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine delle ostilità.

 

GUARDA LA FOTOGALLERY   BENEVENTO-FOGGIA

CONDIVIDI
Nato a Benevento nel 1983, conclude gli studi superiori con il diploma di Geometra. All'università decide di cambiare completamente campo di studi, assecondando la sua passione di scrivere, iscrivendosi quindi alla triennale di Scienze della Comunicazione a Salerno (e poi alla specialistica all'Università degli studi Suor Orsola Benincasa a Napoli), con l'intenzione di diventare sceneggiatore, giornalista o semplice scrittore. Dal 2011 collabora con SannioSport.it come giornalista sportivo, principalmente seguendo le vicende del Benevento Calcio, ma interessandosi anche di altre squadre e/o categorie sportive. Saltuariamente scrive di altri argomenti anche sul suo blog, o per altri giornali online.