Baroni: “Abbiamo in testa solo la vittoria”. Le condizioni di Padella

440

mister-baroni-in-sala-stampaBaroni non vuole fraintendimenti al termine di Benevento-Cesena: “Non parliamo di gara strana o particolare, il Benevento ha condotto la partita dal primo minuto del primo tempo contro una squadra forte, costruita per salire in A. Se avessi dovuto immaginare un tipo di vittoria che ci avrebbe dato ancora più spessore, l’avrei immaginata così. L’abbiamo giocata con enormi difficoltà relative all’infermeria ma ci siamo stretti e l’abbiamo vinta”. Queste le dichiarazioni del tecnico in sala stampa.

Vittoria – “Questa è una squadra che ha in testa la vittoria, una squadra che dà tutto per vincere. Complimenti ai ragazzi, complimenti vivissimi a loro”.

Sensazioni – “Ho avuto la sensazione che la squadra avesse un ottimo palleggio. Abbiamo limitato comunque, nonostante il gol, Djuric che solitamente di testa le prende sempre tutte. vedo tantissimi lati positivi ma bisogna migliorare sempre, questo è chiaro. Sono contento per i ragazzi”.

Modulo – “Non ci possiamo incastrare in un sistema di gioco. Falco oggi mi ha dato la disponibilità a giocare sulla fascia. A sinistra ci manca qualcosa in questo momento, ma ho scelto il 4-3-3 solo dopo aver saputo di recuperare Buzzegoli. Avevo bisogno di più densità a centrocampo e ho optato per questa soluzione. “

Padella – “Purtroppo per lui si è trattato di un trauma distorsivo, ma dobbiamo verificare se c’è dell’altro o è solo una distorsione. Lo sapremo nei prossimi giorni”.

Pareggio – “Non ho mai pensato che la gara potesse concludersi sull’1-1. Se Buzzegoli non fosse stato in quelle condizioni avrei inserito Puscas. Abbiamo trascorso un quarto d’ora in affanno perché Del Pinto e Chibsah volevano andare in profondità ma non avevano le gambe per farlo. In certi casi bisogna capire i propri limiti e non forzare. Queste sono partite che ti giochi sul filo di lana, su una giocata decisiva. Ciciretti ad esempio in quella giocata ha ritrovato la lucidità e la voglia. Non era lucidissimo in quel momento, ma poi ha deciso la gara”.

Allontanamento dalla panchina – “L’arbitro ha pensato che volessi perdere tempo trattenendo il pallone, ma non era mia intenzione. Mi sono innervosito anche con Balzano che mi accusava di questo, ma abbiamo chiarito. Spero che la cosa finisca qui perché non ho detto nulla di particolare”.

Centrali difensivi – “Non ci saranno Padella e Bagadur contro l’Avellino, ma anche Pezzi può fare quel ruolo insieme a Lucioni e Camporese. le alternative comunque le avremo”

Verso il derby – “Non dovremo andare al Partenio guardando la classifica, sarebbe un errore gravissimo. Sarà una partita a sé, da giocare con la massima concentrazione”

CONDIVIDI
Classe '90, beneventano dentro e fuori dal campo. Pubblicista dal 2012, laureato in Scienze della Comunicazione. Dal 2009 al seguito dei colori giallorossi con un pc sottobraccio. La B un sogno realizzato, ma non c'è conquista più bella di quella che deve ancora arrivare...